Che differenza c’è tra grano duro e grano tenero

Da buoni italiani è utile sapere che differenza c'è tra grano duro e grano tenero, le materie prime dei nostri alimenti più amati, il pane e la pasta

Che differenza c’è tra grano duro e grano tenero? Avete mai pensato a quante volte, anche inconsciamente, ci siamo posti questa domanda quando abbiamo avuto bisogno di acquistare della farina? Costretti a girovagare per decine di minuti all’interno di un supermercato, con la lista della spesa in mano, quando finalmente riusciamo a trovare lo scaffale giusto si presentano davanti a noi un mare di confezioni di farina che differiscono tra di loro per marca, colore ma soprattutto per due diverse diciture: farina di grano duro e farina di grano tenero. Allora confusi e insicuri non sappiamo quale scegliere perchè ci rendiamo conto di non conoscere che differenza c’è tra le due e quale fa al caso nostro.

Il grano duro e il grano tenero appartengono entrambi alla famiglia delle graminacee , precisamente al genere Triticum. Il grano duro di colore giallo-ambrato è caratterizzato da una grana grezza e dalla sua macinatura si ottiene la semola che viene utilizzata principalmente per produrre la pasta. Il grano tenero invece ha un colore giallo meno intenso e una grana più fine, da questo si ottiene la farina bianca impiegata per preparare pane, dolci e pizza. Morfologicamente il chicco del grano duro ha una forma più allungata e un aspetto lucido, il chicco del grano tenero è di forma tonda con una superficie più opaca.

Una risposta più precisa però alla domanda che differenza c’è tra grano duro e grano tenero ci può essere data dalle caretteristiche botaniche tra i due generi. Infatti anche se strutturalmente simili ad un primo sguardo queste due tipologie di grano appartengono a due specie completamente distinte. Il nome botanico del grano duro è Triticum durum mentre quello del grano tenero è Triticum aestivum, il durum ha 28 cromosomi e l’aestivum 42.

Oltre alle peculiarità botaniche che differenza c’è tra grano duro e grano tenero dal punto di vista nutrizionale? Il grano duro è caratterizzato da un più alto contenuto di proteine e fibre alimentari , ragione per cui è preferito al grano tenero dagli esperti nutrizionisti. È ricco anche di minerali come il potassio, il ferro, il fosforo e di vitamine. Inoltre il grano duro ha un elevato contenuto di importanti antiossidanti, i carotenoidi, assenti nel grano tenero, che rivestono un ruolo preventivo nell’ invecchiamento cellulare e in alcune forme di tumore.

Che differenza c’è tra grano duro e grano tenero