5 idee per un pranzo di Pasqua dietetico e senza eccessi

Siete a dieta e temete di trasgredire in occasione del pranzo di Pasqua? Niente paura, ecco 5 suggerimenti utili per evitare gli eccessi.

Se state cercando di ritrovare il vostro peso ideale è possibile che il pranzo di Pasqua vi spaventi un po’, ma non temete, anche durante le feste è possibile evitare di esagerare e controllare l’apporto calorico, ecco come.

Porzioni piccole
Questa è una buona abitudine che andrebbe ricordata tutte le volte che ci si appresta ad affrontare un pranzo particolarmente ricco. Gustate un po’ di tutto, senza privarvi di nulla, è pur sempre un giorno di festa, ma evitate piatti pieni e porzioni abbondanti. Stesso discorso per i dolci, concedeteveli, ma a piccole dosi, colomba, pastiera, cassata e uova di cioccolato sono davvero molto calorici.

Attenzione ai condimenti
Pesce, carne e verdure, di per sé non sono eccessivamente calorici, a fare la differenza sono i condimenti che vengono utilizzati nella loro preparazione. Evitate burro, salse, besciamella, usate con parsimonia olio extravergine d’oliva, meglio se a crudo e insaporite le pietanze con spezie ed erbe aromatiche che oltre a non essere caloriche stimolano la digestione e il metabolismo.

Elogio alla lentezza
Mangiate lentamente, avvertirete prima il senso di sazietà evitando di introdurre un quantitativo di cibo in eccesso rispetto al vostro reale appetito, peraltro anche la digestione beneficerà di questa buona pratica.

Bando alla pigrizia
Accompagnate un maggior introito calorico con un aumento dell’attività fisica. La corsa è una valida alleata della linea, ma se non amate correre, sarà sufficiente una camminata, meglio se a passo sostenuto, anche solo di mezz’ora la mattina di Pasqua e/o nel pomeriggio. In quest’ultimo caso vi servirà anche per sgranchirvi dopo ore a tavola. Se quel giorno non riuscite a trovare il tempo per correre o camminare poco male, fatelo nei giorni precedenti oppure in quelli successivi: l’attività fisica non ha scadenza, è sempre un valido aiuto per restare in forma e permette di concedersi qualche sgarro alimentare in più e di recuperare quando si esagera.

Cena e Pasquetta in leggerezza
Visto che pranzo di Pasqua è sempre molto ricco, la sera a cena restate leggeri e preferite piatti depuranti come passati di verdura, minestroni, brodo e frutta. A Pasquetta mettete in conto un pasto a base di insalata, verdura e frutta, magari da consumare all’aperto, dopo un bel giro in bicicletta o aver fatto del movimento.

Restare in forma o dimagrire dopo le feste non è poi così difficile con questi semplici accorgimenti.

5 idee per un pranzo di Pasqua dietetico e senza eccessi
5 idee per un pranzo di Pasqua dietetico e senza eccessi