Come far crescere una pianta di mango dal seme

La polpa gialla e succosa del mango ti suscita un’irresistibile voglia d’estate? Scopri come piantare un mango a casa tua a partire dal seme

Il mango è una pianta esotica, originaria dell’India, che si adatta bene a tutte le latitudini calde e che può essere coltivata anche in vaso, partendo dal suo seme. Piantare il seme di mango in vaso è un’operazione molto semplice che permette di godere di un pezzo di Tropici anche sul balcone di casa.

Parliamo della pianta, perché per i frutti il discorso è un po’ diverso. In natura il mango cresce rapidamente fino a diventare un albero alto anche 25 metri, che riesce a produrre dissetanti e vitaminici frutti in quantità. In cattività questo non è possibile, o meglio è possibile solo a certe condizioni: spazio e innesto. Ma procediamo per gradi.

Quando piantare il seme di mango?

Per piantare il seme di mango la stagione consigliata è la tarda primavera o, meglio ancora, gli inizi dell’estate. Questa accortezza permetterà alla piantina di nascere durante la stagione calda e di godere di un numero maggiore di ore di irradiazione solare. In ogni modo, anche quando la pianta sarà cresciuta è avrà attecchito bene, sarà necessario preservarla dalle escursioni termiche usando gli stessi accorgimenti utilizzati per proteggere le piante di limone (p. es. copertura di tessuto non tessuto). In inverno basterà ricordarci di portare la pianta di mango al riparo, dentro casa, come facciamo con le altre piante da appartamento.

Come far germogliare un seme di mango?

La germinazione del seme di mango, prima della sua messa a terra, permette di rafforzare a sufficienza le giovani radici che avranno maggiori probabilità di attecchire e di fare crescere la nostra piantina. Come ‘incubatrice’ è sufficiente un sacchetto di plastica, oppure un contenitore per il cibo. Ecco come procedere:

  1. Estraiamo il seme di mango dal guscio: operazione delicata durante la quale bisogna prestare attenzione a ripulire il seme estratto dalle pellicine, ma soprattutto a non danneggiarlo.
  2. Creiamo l’alloggio artificiale per il seme: bagniamo un foglio di carta da cucina e riponiamo al suo interno il seme del mango senza soffocarlo, né stringerlo troppo. A questo punto lo riponiamo nel contenitore per cibo, oppure nel sacchetto di plastica trasparente: va bene tutto, purché si possa chiudere per mantenere alto il tasso di umidità.
  3. Prendiamoci cura del seme di mango germogliato: i fogli di carta vanno sostituiti almeno una volta a settimana e devono sempre restare umidi (a tale scopo possiamo utilizzare un nebulizzatore per piante). Ci vogliono alcuni giorni prima che il seme di mango metta la prima radice e circa due settimane prima che inizi a germogliare. Quando il germoglio sarà alto circa 4 centimetri è pronto per essere messo a dimora nella terra.

Seme di mango: come piantarlo?

La radice è forte e il germoglio è vigoroso: è arrivato il momento di piantare il seme di mango. Scegliamo un vaso non troppo grande di circa 10 cm di diametro, sufficienti per accogliere la piantina e farla crescere nella prima fase della sua vita. Potremo successivamente travasarla in un vaso più grande. Come terra è consigliabile usare del terriccio universale, facilmente reperibile nei supermercati e nei negozi di giardinaggio, che possiamo arricchire con del compost casalingo. Consiglio pratico: il seme deve essere piantato di taglio, ovvero con la radice verso in basso e il germoglio in alto. Come fare quando la radice è semi avviluppata vicino al germoglio? Nessun problema, quando avremo messo il seme di mango nel vaso, la radice scenderà in modo naturale. L’avvertenza fondamentale è che il germoglio resti fuori dalla terra.

Seme di mango: come coltivarlo quando diventa una pianta?

Quando la piantina si sarà irrobustita dovremo tagliare il fusto all’altezza del primo nodo. Questa operazione servirà a rafforzarla e a dare slancio alla sua crescita. Posizioniamo il vaso con la pianta in modo tale che abbia molta luce, ma non eccessiva irradiazione diretta specialmente durante le ore più calde delle torride giornate estive. Possiamo controllare lo stato di salute dalle foglie, il cui colore deve essere brillante e l’aspetto lungo e disteso. La pianta di mango cresce rapidamente, ma per ottenere i frutti non è sufficiente una pianta sana e robusta. Per rendere la pianta di mango fruttifera serve un innesto ed è quindi consigliabile rivolgersi a un vivaio specializzato, in alternativa è possibile scegliere il seme di una varietà di mango locale come quelle coltivate biologicamente nel Sud Italia e in Sicilia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come far crescere una pianta di mango dal seme