Come far germogliare i semi: le tecniche giuste

In acqua, nel cotone, nella camomilla, seguite i nostri consigli

Per far germogliare i semi ci sono varie tecniche, anche per i meno esperti. Ecco alcuni consigli, a partire dai più semplici.

Come germinare semi in acqua
E’ il metodo più semplice: basta immergere i semi in contenitore pieno d’acqua e lasciarveli per alcune ore, a temperatura ambiente. In questo modo il seme si impregnerà d’acqua e germinerà più velocemente. Il rischio è che i semi germoglino nel bicchiere: in tal caso marciranno. Dunque va fatta attenzione a non lasciarli troppo a bagno.

Come germinare semi nel cotone o nella carta assorbente da cucina scottex
Un’altra tecnica è quella di impregnare del cotone idrofilo o della carta da cucina e di mettervi a contatto i semi. Anche qui il rischio è che questi ultimi germoglino prima del tempo e abbiano problemi una volta piantati nella terra.

Come germinare semi nella camomilla
Ecco invece un metodo leggermente più complicato ma più efficace.
Prendete una scatola trasparente e foratela sul coperchio. Sul fondo mettete dello scottex e depositatevi sopra i semi da far germinare, per mezz’ora. Nel frattempo mettete in un bicchiere d’acqua una bustina di camomilla e premetevi sopra per concentrarne il contenuto nell’acqua.
Otterrete un infuso con cui potrete bagnare i semi, usando solo poche gocce del liquido in modo da bagnarli delicatamente senza immergerli.
A questo punto esponete la scatola al sole o in un luogo caldo, a circa 28°C. Se vedrete formarsi delle gocce di condensa, i semi presto germoglieranno.

Come far germogliare i semi: le tecniche giuste