Dieta, le migliori della settimana dal 20 al 26 settembre

Dimagrire e restare in salute grazie all'alimentazione: ecco i migliori consigli degli esperti

Ciò che mangiamo non è solo il carburante del nostro organismo: una corretta alimentazione può aiutarci a perdere qualche chilo di troppo e a rimanere in salute, prevenendo numerose malattie. Per questo è importante fare attenzione a ciò che portiamo in tavola.

La dieta è senza alcun dubbio uno degli strumenti più efficaci per il nostro benessere a tutto tondo. Ad esempio, diversi studi hanno dimostrato che prestare particolare cura al regime alimentare può contribuire nel ridurre il rischio di sviluppare l’Alzheimer, una patologia la cui diffusione è in continuo aumento – anche nella sua versione ad esordio precoce, che colpisce già dai 40 anni di età. Quali sono i cibi migliori per prevenire questo morbo, e quali invece quelli da evitare?

Nell’opuscolo informativo Linee Guida Dietetiche per la prevenzione della demenza di Alzheimer curato dal Physicians Committee for Responsible Medicine PCRM (Comitato dei Medici per una Medicina Responsabile) e tradotto dalla dott.ssa Luciana Baroni, medico neurologo e nutrizionista, troviamo moltissimi consigli per un’alimentazione corretta. Tra i nutrienti che non devono mai mancare ci sono le vitamine del gruppo B, alleate del sistema nervoso: via libera a verdure, frutta, legumi e cereali integrali. Meglio invece fare attenzione ai grassi saturi e trans, che aumentano il colesterolo e hanno un impatto negativo anche sul cervello.

Naturalmente, uno dei primi benefici di un sano regime alimentare è la perdita dei chili in eccesso. Seguire una dieta equilibrata è il primo passo per dimagrire rimanendo in salute, ma individuare quella migliore per le nostre esigenze non è certo facile. Negli ultimi anni va per la maggiore il digiuno, declinato in tantissime varianti: ma è davvero salutare e aiuta a ritrovare il peso forma? Gli studiosi del Crea, nel redigere le Linee guida per una sana alimentazione, hanno esplicitato i benefici e i rischi delle diete che prevedono il digiuno.

Una breve privazione calorica stimola l’organismo a lavorare in maniera diversa, mettendo in atto dei meccanismi difensivi che portano non solamente a bruciare i grassi accumulati, ma anche ad agire su numerosi processi fondamentali (come il rinnovamento cellulare e la riduzione degli stati infiammatori). È però importante non esagerare: un digiuno prolungato può essere dannoso per l’intero organismo, compromettendo le funzionalità di cuore e reni.

Senza dover ricorrere al digiuno, si può dimagrire e restare in salute anche seguendo “semplicemente” un buon regime alimentare. Nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata, è possibile introdurre una gran varietà di alimenti che soddisfano il nostro organismo e anche il nostro palato. Come ad esempio il pokè bowl, un piatto di origini hawaiane che sta recentemente spopolando sulle tavole degli italiani. La sua ricetta prevede l’utilizzo di una gran quantità di ingredienti, componendosi di carboidrati, proteine e verdure.

Molti sono i suoi benefici: il riso, che è solitamente il cibo cardine del pokè, è un alimento facilmente digeribile e a basso indice glicemico, mentre il pesce con cui viene arricchito è un’ottima fonte di acidi grassi importantissimi per la salute. Non mancano poi le verdure, che apportano fibre, vitamine e sali minerali. Con un po’ d’accortezza, è possibile creare un piatto unico ricco di sostanze nutritive e povero di calorie, ideale anche per chi viole perdere peso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 20 al 26 settembre