La classifica dei nomi più diffusi e le tendenze del 2023

Dalla A di Alessandro alla V di Vittoria ecco come si chiamano la maggior parte dei bambini nati in Italia negli ultimissimi anni

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

La scelta del nome del proprio figlio è sempre un momento importante per i futuri genitori che a volte lo decidono non appena scoperto il sesso e altre invece attendono di vedere l’aspetto del piccolo o della piccola per prendere una decisione che sia coerente con l’aspetto del nascituro.

In Italia, come in ogni altro paese del mondo, vi sono nomi che hanno particolarmente successo e a rivelarli, di tanto in tanto, è il rapporto ISTAT Natalità e fecondità della popolazione residente.

I nomi di tendenza più diffusi in Italia: da Alessandro a Vittoria

L’ultimo rapporto ISTAT Natalità e fecondità della popolazione residente risale al 2021 e ha stilato la lista dei nomi più di tendenza di quell’anno dove mancano (anche se sono molto utilizzati) quelli che richiamano le città.

Per quanto riguarda i maschietti, in Italia i nomi più in voga sono: Leonardo, Alessandro, Tommaso, Francesco, Lorenzo, Edoardo, Mattia, Riccardo, Gabriele e Andrea.

Le femminucce, invece, sono state spesso e volentieri chiamate: Sofia, Aurora, Giulia, Ginevra, Beatrice, Alice, Vittoria, Emma, Ludovica e Matilde.

Un dato che può essere curioso, e forse anche utile, è quello che riguarda più precisamente i nomi scelti dai futuri genitori a livello regionale. Leonardo, ad esempio, è al primo posto in tutte le regioni del Centro-Nord (a eccezione della Provincia autonoma di Bolzano dove primeggia il nome Noah) e prevale anche in Abruzzo, Sardegna e in Sicilia, dove ha superato lo storico primato di Giuseppe.

Il nome Francesco è invece molto utilizzato sia in Puglia che in Calabria, e Antonio lo è in Campania e Basilicata, mentre per la prima volta Lorenzo è il nome più quotato per i nascituri molisani.

Per quanto riguarda il nome Sofia, che deriva dal greco antico sophia e vuol dire saggezza, questo primeggia in tutte le regioni del Centro-Nord (a eccezione della Provincia autonoma di Bolzano dove si conferma Emma, e di Liguria e Umbria in cui il più utilizzato è Aurora), in Abruzzo, Basilicata e Calabria. Giulia è il nome per i fiocchi rosa di Molise, Puglia e Sicilia. Aurora è il più scelto al Sud, in Campania e Sardegna.

Altro dato interessante riguarda i nomi scelti dalle mamme e i papà stranieri residenti in Italia, che optano spesso per nomi internazionali e probabilmente legati al proprio paese di origine (quali Adam, Rayan e Amir, Amira ed Emily) ma anche per nomi molto usati in generale, come i sopra citati Leonardo, Matteo, Luca, Mattia, Alessandro Sofia, Sara, Emma e Aurora e Emily.

Nomi nati 2023
Fonte: iStock
I nomi più trendy del 2023

I nomi di tendenza per i nascituri del 2023

Il rapporto ISTAT Natalità e fecondità della popolazione residente oltre a elencare i nomi dei bambini nati durante l’anno, ne segnala anche il numero. Quello del 2021 ha toccato un record di natalità decisamente negativo.

Durante l’anno, infatti, vi sono state solo 400.249, circa 4.500 in meno rispetto al 2020 (-1,1%) e 176.410 (-30,6%) in meno rispetto al 2008.

Nella speranza che l’Italia recuperi questo record al ribasso, cerchiamo di capire quali potrebbero essere i nomi di tendenza dei piccoli che nasceranno nel 2023.

Partiamo dal presupposto che le classifiche dei nomi non cambiano con grande frequenza quindi è altamente probabile che Sofia (tra i nomi più belli anche secondo la scienza) e Leonardo (di origine longobarda, il cui significato è valoroso leone) anche il prossimo anno siano nella top 3 dei più quotati ma è già prevedibile una rimonta di nomi quali Diana, all’undicesimo posto tra quelli femminili, e Diego sempre allo stesso posto in classifica tra quelli maschili.