Jackfruit: proprietà nutritive e ricette

Il Jackfruit è definito superfood per via delle proprietà nutritive ottime, che lo rendono un alimento perfetto anche per chi è a dieta

Sono certa che il nome Jackfruit non ti dirà molto, perché si tratta di un frutto ancora poco conosciuto dalle nostre parti, ma molto diffuso nel Sud Est asiatico. In gergo tecnico con questo nome si indica il prodotto della pianta Artocarpus Heterophyllus, un frutto ricco di vitamina C e vitamina B, che sono un vero toccasana per pelle, cuore, occhi e sistema immunitario.

Ma oltre a queste sue doti, il Jackfruit è anche noto per il fatto di essere il più grande frutto del mondo; arriva infatti a superare il metro di lunghezza e il quintale di peso. La sua buccia è disseminata di piccoli punzoni, che proteggono una dolcissima polpa gialla.

Proprietà nutritive del Jackfruit

Il giaca frutto fa parte della categoria dei superalimenti. Per capirlo basta analizzare le sostanze contenute nel frutto, iniziando dalla sua polpa: questa contiene pochi grassi, molte calorie, ma anche una buona dose di antiossidanti e vitamine, B1 e B6 su tutte, molto utili al sistema immunitario. Altre a quelle contenute nel nostro fruttone ci sono altre vitamine che contrastano l’invecchiamento. Le fibre contenute nel frutto hanno potere lassativo, mentre i semi sono ricchi di proteine. Potassio, magnesio, ferro, calcio, flavonoidi e carotenoidi, ne fanno un alimento adatto a sportivi e a chi vuole prevenire i danni dei radicali liberi.

Per capire meglio le potenzialità del frutto jaca devi sapere che in soli 100 grammi sono presenti:

  • 0,6 grammi di grassi, ma 0 colesterolo;
  • 2 mg di sodio;
  • 448 mg di potassio;
  • 23 grammi di carboidrati e 19 grammi di zuccheri;
  • 1,5 grammi di fibre;
  • 1,7 grammi di proteine.

È un alimento perfetto per chi è a dieta e non vuole mangiare frutta ricca di zuccheri.

Mangiare il Jackfruit ha controindicazioni?

Se ti è venuta voglia di mangiare il Jackfruit, puoi farlo in totale sicurezza, infatti il suo consumo non ha nessun tipo di controindicazione. L’unica cosa di cui devi avere paura è che uno di questi enormi frutti cada dal ramo, proprio mentre ti trovi sotto l’albero, ma in Italia non corri questo rischio, perché l’albero da cui nasce non sopravvive alle nostre temperature, troppo rigide. La sua terra natia è il Bangladesh, dove è considerato sacro.

Una curiosità: pensa che un solo frutto contiene fino a 500 semi e fino a 500 bulbi di polpa al suo interno, insomma tanto cibo da sfamare una famiglia intera.

Come mangiare il Jackfruit

Non so a te, ma io non vedo l’ora di assaggiare il Jackfruit. È possibile gustarlo, come tanti altri frutti, sia crudo che cotto. Come accade anche per il maiale, anche di questo frutto non si butta via niente; i semi possono essere bolliti (proprio come le nostre castagne) o fritti, mentre i bulbi vengono mangiati immediatamente, oppure essiccati o sciroppati. Anche quando il frutto è ancora acerbo e privo di semi e polpa può essere mangiato, viene infatti consumato come verdura ed è in questa fase che è più ricco di fibre.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Jackfruit: proprietà nutritive e ricette