Come scegliere la frangia più adatta al tuo viso

La frangia è di tendenza! Ecco come scegliere il tipo in base al viso, come curarla e tenerla in ordine

La frangia è certamente un classico intramontabile tra gli hair-style preferiti dalle donne, che di stagione in stagione si conferma come protagonista indiscusso tra i tagli più di tendenza. Inutile negarlo, tutte, almeno una volta, hanno provato a sfoggiare questo taglio di capelli irresistibile: la frangia d’altronde è l’ideale per chi vuole dare un tocco di freschezza al proprio stile, ed è perfetta sia per valorizzare i lineamenti del viso più raffinati, sia per aiutare a nascondere eventuali difetti.

Ce ne sono tantissimi stili diversi, dalla più classica frangia dritta e piena a quella scalata e più sbarazzina, oppure laterale, cortissima o ancora a tendina: esiste un tipo di frangetta perfetto per ogni forma del viso e stile! L’importante è saper scegliere con attenzione il taglio che più si adatta a sé e prendersene cura nel modo giusto, per avere un look sempre al top. Con DiLei scopri quali sono le principali tipologie di frangia, a chi stanno meglio e come scegliere quella che fa per te!

Come scegliere la frangia adatta al tuo viso

Se hai voglia di cambiare look e stai cercando qualcosa che possa dare un tocco di carattere al tuo aspetto senza però stravolgere troppo i capelli con colori e tagli stravaganti, la frangetta è esattamente ciò che fa al caso tuo! Si tratta infatti di un taglio molto versatile, che si adatta facilmente ad ogni tipo di capello, e che nelle sue numerose varianti è in grado di accontentare i gusti di qualsiasi donna.

Se tagliata nel modo giusto essa può esaltare le caratteristiche del viso mettendo in evidenza gli occhi e gli zigomi, oppure può donare armonia ai lineamenti più marcati nascondendo i difetti come una fronte troppo alta o un volto troppo lungo. Oltre a scegliere il taglio più adatto in base al proprio viso e la propria fisionomia, è importante tener presente che la frangetta richiede molte cure: va lavata quasi tutti i giorni, necessita di frequenti messe in pieghe e prodotti specifici, e in più dovrai recarti spesso dal parrucchiere per spuntarla e sistemarla.

Al di là qualche piccolo sacrificio la frangetta rimane un elemento di grande stile, ma per evitare delusioni e rimpianti davanti allo specchio, ecco qualche semplice consiglio da seguire per scegliere la frangetta più adatta ad ogni forma del viso e stile!

Frangia dritta ad arco o a trapezio

Frangia dritta

@Shutterstock

Tra i tanti stili di frangia la più classica è senza dubbio quella lunga, piena e dritta. Viene considerata la frangia per eccellenza, è perfetta per chi ha i capelli lisci e si adatta facilmente alla forma del volto, in particolare si addice ai tratti più raffinati e ai visi sfilati o ovali. Essa in genere copre tutta la fronte e arriva alle sopracciglia, ma puoi scegliere di portarla più o meno lunga. Questo tipo di frangia tende però a gonfiarsi facilmente e pertanto richiede molta cura e styling costante.

Solitamente la frangia dritta viene realizzata a trapezio partendo dalla sommità del capo, ma anche la versione ad arco con i ciuffi laterali più lunghi è molto gettonata; essa si adatta bene ai visi più spigolosi e triangolari, e inoltre consente di dare volume ai capelli sottili e spenti. Sceglila anche se hai la fronte bassa o se vuoi che l’attenzione ricada sul tuo sguardo, ma evitala se hai un viso molto squadrato o dei lineamenti marcati in quanto i tagli geometrici appesantiscono la tua immagine.

Maxi frangia

Maxi frangia

@Shutterstock

Chiamata anche frangia berlinese, la maxi frangia è il sogno di molte, ma sono in poche a potersela permettere: si tratta di un ciuffo pieno e compatto dalle dimensioni XXL, che copre tutta fronte e arriva a sfiorare gli occhi. Perfetta per i volti più ampi e dai lineamenti ben definiti, è l’ideale per esaltare la simmetria e l’equilibrio delle proporzioni più rigorose; se hai un viso leggermente squadrato puoi portarla piena e leggermente scalata ai lati per addolcirne i lineamenti.

Naturalmente questo stile richiede molta cura e costanti ritocchi dal parrucchiere per evitare un aspetto trasandato, è sconsigliata quindi per coloro che sono sempre di corsa e non hanno molto tempo da dedicare alla messa in piega; bandita anche per coloro che hanno un viso pieno e tondo, in quanto il volume ne accentuerebbe l’effetto.

Frangia corta

Frangia corta

@Shutterstock

Adatta alle anticonformiste, alle ribelli e a coloro che puntano ad uno stile rock e d’impatto, la baby bang, ossia la frangetta cortissima, è un must per le amanti dei tagli più ambiziosi. Pixie cut e tagli corti dal look mannish vengono spesso accompagnati da frangette appena accennate, capaci di dare vivacità e carattere alla capigliatura.

La baby bang sta bene sia con i capelli mossi che lisci, tuttavia si tratta di uno stile decisamente coraggioso e non adatto a tutte: sceglila principalmente se hai il viso minuto e gli occhi grandi, questa soluzione infatti viene spesso scelta dai parrucchieri per mettere in evidenza i lineamenti del viso ed esaltare la bellezza naturale della donna. In più, come risaputo, i tagli corti sono i più difficili da gestire, dovrai quindi affidarti ad un bravo hairstylist e ricorrere spesso ad una spuntatina per evitare un effetto trasandato.

Frangia sfilata

Frangia sfilata

@Shutterstock

Perfetta per chi non ha voglia di rischiare troppo, la frangia sfilata è più leggera, incornicia il volto ma senza appesantirlo o stravolgere il look. Sta bene praticamente a tutte, è molto pratica e non richiede cure eccessive, pur riuscendo a dare un tocco di brio al taglio di capelli. Questo tipo di frangia è perfetto se hai il viso a cuore o dei bei zigomi alti, in quanto mette in risalto le angolature ma senza irrigidire i lineamenti.

La frangia così scalata e sbarazzina si adatta bene anche ai lineamenti meno regolari e ai visi quadrati, addolcendo i tratti e donando armonia, in quanto si porta spettinata in ciuffetti senza andare a coprire l’intera fronte. Questo haircut sta bene anche a chi ha una chioma ribelle, valorizzando i look mossi e i tagli più articolati.

Frangia a tendina

Frangia a tendina

@Shutterstock

Se non sei convinta che la frangetta faccia al caso tuo ma vorresti provare questo taglio di capelli, la frangia a tendina è l’ideale per muovere i primi passi in questo mondo: sbarazzina, poco incisiva e dallo styling semplice, la cosiddetta curtain bangs è un’ottima soluzione per chi non sa bene come gestire questa pettinatura.

Detta anche dentelè, si tratta di una frangia più lunga ai lati, leggermente sfilata e più corta al centro, alla quale tutte possono ricorrere senza troppe preoccupazioni in quanto sta bene pressoché con ogni tipo di taglio o forma del viso. Questa frangia infatti, aprendosi sulla fronte, permette di incorniciare delicatamente il volto senza definire troppo i lineamenti o indurirli in maniera eccessiva. In più, la frangia a tendina è l’ideale per coloro che non amano le pettinature troppo ingessate e preferiscono i capelli al naturale o anche mossi, in particolare con la riga al centro.

Frangia laterale

Frangia laterale

@Shutterstock

Sicuramente lontana dal concetto più classico di frangetta, la frangia laterale è la perfetta via di mezzo tra un ciuffo ed una vera e propria frangia: si tratta di un look molto elegante e versatile che può essere un’ottima soluzione per dare dinamismo al taglio di capelli senza osare troppo. Piena e corposa oppure leggera e sfilata, lunga fino agli zigomi oppure corta appena sopra le sopracciglia, liscia o riccia: la frangia laterale offre infinite possibilità e sta bene davvero a tutte, senza se e senza ma.

Se hai sempre desiderato la frangia ma hai una chioma indomabile o mossa, la frangia laterale, meglio ancora se sfoltita, è la soluzione che stai cercando! Di grande raffinatezza per chi preferisce portare i capelli raccolti, questo haircut viene spesso abbinato anche a tagli corti come il pixie. Inoltre la frangia laterale viene spesso utilizzata anche per temporeggiare tra un taglio e l’altro, quando la frangetta è troppo lunga per stare in bene piega ma non abbastanza da fissare un appuntamento dal parrucchiere.

Come curare la frangia per un look sempre al top

Per un look impeccabile è necessario prendersi cura regolarmente della propria frangia: ecco qualche consiglio che ti permetterà di avere una frangetta sempre perfetta e in ordine.

Innanzitutto è importante tener presente che la frangetta tende ad ingrassarsi facilmente, di conseguenza dovrai lavare i capelli quasi tutti i giorni: per evitare di stressare troppo la chioma, il consiglio è quello di lavare a giorni alterni solo la frangetta, utilizzando uno shampoo neutro ed evitando prodotti che possono appesantire il capello, come balsamo e maschere; in alternativa puoi ricorrere ad uno shampoo a secco da spruzzare sul ciuffo poco prima di uscire di casa.

Il fattore chiave per una frangetta eccellente rimane lo styling: oltre ad utilizzare il classico metodo con spazzola e phon oppure con la piastra se hai poco tempo, in commercio esistono moltissimi prodotti specifici per modellarla, come spray anticrespo e cristalli liquidi per lisciarla. Se sei alla ricerca di un finish più duraturo puoi optare per lo stiraggio chimico, che renderà la tua frangetta liscia e setosa per circa 3-4 mesi.

Un altro aspetto da considerare è la manutenzione: dovrai infatti recarti dal parrucchiere ogni 3-4 mesi circa, a seconda di quanto velocemente crescono i tuoi capelli, per ritoccare e spuntare la frangia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come scegliere la frangia più adatta al tuo viso