Memo Remigi: “Tutelo la mia dignità”. E fa causa alla Rai

Dopo le gravi accuse di molestie di Jessica Morlacchi e il licenziamento da "Oggi è un altro giorno", Memo Remigi fa causa alla Rai

“Sono moralmente distrutto”, così esordisce in una nota Memo Remigi riferendosi al caso scoppiato nello studio di Oggi è un altro giorno, il talk di Rai 1 condotto da Serena Bortone del cui cast fisso ha fatto parte fino a pochi giorni fa. Il cantante di Erba è stato accusato di molestie da parte di Jessica Morlacchi che, dal canto suo, non ha ceduto il passo a facili giustificazioni gridando a gran voce che “Le mani vanno tenute in tasca”. Intanto Remigi ha deciso di procedere con un’azione legale, intentando una causa contro la Rai.

Memo Remigi fa causa alla Rai

Il caso di molestie da parte di Memo Remigi a Jessica Morlacchi non accenna a sgonfiarsi, dividendo sempre più l’opinione pubblica. Tutto è partito da un brevissimo video condiviso sui social, nel quale si distingue chiaramente la mano del cantante intenta a dare una pacca “amichevole” sul fondoschiena della giovane artista. Era scontato che il caso avrebbe fatto il giro del web, così come che finisse al centro di un dibattito che ha coinvolto giornali, riviste e molti personaggi del mondo dello spettacolo.

In questo turbinare di accuse, risposte e commenti il cantante di Erba ha deciso, infine, di prendere una netta posizione contro la Rai, come ha comunicato lui stesso in una nota: “Sono moralmente distrutto – ha detto -. Alla mia età non è facile superare il grave stato d’animo in cui la azienda Rai, alla quale ho legato tutta la mia vita artistica, mi ha ridotto”. Poi si scaglia contro il provvedimento a suo dire ingiusto: “Il provvedimento, con il quale sono stato espulso da un programma a cui stavo dando la collaborazione più convinta ed entusiastica, mi pare ingiusto per la sproporzionata gravità della condanna inflittami, senza neppure aver sentito le mie ragioni e considerato le mie scuse”.

È proprio alla luce della scelta drastica dei vertici Rai che Remigi ha contattato l’avvocato Giorgio Assumma per “esaminare sotto il profilo legale la via più idonea per la tutela della mia dignità di uomo e di artista“. In attesa di superare un momento che lo sta turbando profondamente: “Ora ho bisogno di riposo, di silenzio e di cure, sperando di riprendere le mie forze e la mia tranquillità”, conclude.

Le accuse di molestie da parte di Jessica Morlacchi

Memo Remigi ha decisamente cambiato atteggiamento. In prima istanza lo avevamo visto in qualche modo “giustificare” l’accaduto, dapprima riconducendo il gesto alla semplice volontà di sistemare il microfono della giovane collega, poi definendolo parte di un “rapporto di amicizia e goliardia” da sempre intercorso tra loro. Jessica Morlacchi ha immediatamente ribadito di aspettarsi delle scuse (arrivate poi in un secondo momento), ma non è bastato a impedire il licenziamento in tronco del cantante, sorpreso dal comportamento dei suoi superiori: nessuno gli avrebbe comunicato la decisione, apprendendola soltanto in tv.

Una vicenda che lascia l’amaro in bocca e sotto diversi aspetti. Da una parte parliamo di un uomo di 84 anni che riceve accuse pesanti, ritrovandosi fuori dal progetto a cui stava lavorando da tempo con tanta dedizione. Ma dall’altra c’è il disagio di una giovane donna che non può essere sminuito, come purtroppo troppo spesso accade (e lo dimostrano i terrificanti commenti social che ha ricevuto). Forse sarebbe bastato gestire tutto in modo diverso.