Kim Kardashian, Kanye West non può vedere i figli: lei risponde alle accuse

Kim Kardashian è sconvolta e amareggiata per le parole di Kanye West: l'ex marito la accusa di tenerlo lontano dai figli

Il divorzio non è mai qualcosa di bello e le celebs non ne sono esenti. Anzi, probabilmente quando si parla di personalità come Kim Kardashian e Kanye West il discorso non fa altro che avvalorarsi. La prorompente influencer e il rapper hanno deciso già da tempo di separare le proprie vite, ma gli strascichi di questa separazione non sono finiti. Nuove accuse, dichiarazioni al vetriolo e risposte non da meno, sono tutti elementi di uno dei divorzi più chiacchierati di sempre (e che sembra non voler trovare pace).

Kim Kardashian, l’accusa di Kanye West che coinvolge i figli

Di per sé aveva fatto discutere la decisione di Kanye West di acquistare la casa di fronte a quella in cui vive Kim Kardashian. Ad aggiungere paglia sul fuoco, però, sono state le sue pesanti accuse nei confronti dell’ex moglie. Se in un primo momento il rapper aveva affermato che la sua scelta era dettata dalla voglia di stare più vicino ai figli, dopo è scoppiato il caos.

Come riporta Pagesix, in modo criptico (ma non troppo) Kanye West ha lasciato intendere che la Kardashian lo voglia tenere lontano da loro: “Niente con la mia carriera, con questo rap, con questi media, con niente di tutto questo, questo mi terrà lontano dai miei figli. Ed è quello che voglio che tutti sappiano.(…) Non giocare con me, non giocare con i miei figli. Non c’è sicurezza tra me e i miei figli”.

Parole decisamente dure quelle del rapper, fermamente convinto che l’ex moglie abbia “ordinato” alla security di mettersi in mezzo per evitare contatti con i figli che, dopo il divorzio, sono rimasti a vivere con lei.

La risposta di Kim Kardashian alle accuse del rapper

Kim Kardashian non ha risposto direttamente a questa grave accusa, ma ha lasciato che a farlo fosse il suo avvocato divorzista, Laura Wasser: “Che il Sig. West sia tenuto lontano dai bambini, dalla sicurezza o da chiunque altro, è una novità per noi – ha affermato in una nota -. La priorità di entrambe le parti è sempre stata che i bambini mantenessero forti legami con ciascuno dei loro genitori durante questa transizione e oltre”.

L’influencer si dichiara completamente estranea alle accuse di Kanye West. Fonti a lei vicine hanno affermato, inoltre, che la Kardashian avrebbe incrementato la security in casa solo ed esclusivamente al fine di proteggere la sua privacy e quella dei figli, per tenerli insomma lontani da occhi indiscreti. Nulla a che vedere con il tentativo di allontanarli dal padre.

Kim Kardashian, Kanye West “geloso” di Pete Davidson?

Come sapranno i ben informati, dopo il divorzio Kim Kardashian ha ritrovato l’amore al fianco di Pete Davidson, protagonista di show comici e commedie, dal Saturday Night Live agli speciali di Comedy Central e balzato agli onori della cronaca (o meglio, del gossip) per una serie di flirt con diversi volti noti dello spettacolo.

Inizialmente si trattava soltanto di indiscrezioni, ma le ultime dichiarazioni di Kanye West confermano la relazione tra l’attore e l’ex moglie. Non sono bastate, infatti, le risposte dell’avvocato di Kim: il rapper ha ben pensato di lanciarsi in ulteriori accuse che lasciano trasparire un pizzico di “gelosia” nei confronti del nuovo compagno. In un’intervista con il CEO di Hollywood Unlocked, Jason Lee, Ye (come si fa chiamare adesso) ha suggerito che proprio Davidson fosse il motivo per cui gli era stato impedito di far visita ai figli ed entrare in casa loro.

Fonti vicine alla Kardashian e a Davidson hanno smentito tutto. “Pete deve ancora essere presentato ai figli di Kim, ed è risaputo che ogni volta che va a trovarla a Los Angeles, rimane in un hotel a Beverly Hills dove è stata avvistata con lui”, hanno detto a Pagesix.

Dal canto suo, Kim Kardashian è andata su tutte le furie per tali affermazioni. L’influencer vuole proteggere la privacy dei figli e discorsi di questo tipo non fanno altro che metterli alla berlina delle riviste di gossip. L’unica richiesta da madre (più che comprensibile) è che le visite del padre siano programmate e concordate con un po’ di anticipo.