Nina Moric e la battaglia (vinta) per il figlio Carlos

Nina Moric racconta su Instagram, ad un anno dalla vittoria, la battaglia per l'affidamento di Carlos

Nei giorni in cui esplode il terribile caso di Bibbiano, Nina Moric manda un messaggio di solidarietà a quei genitori che hanno vissuto o vivono il suo stesso dramma.

La modella ripercorre su Instagram le tappe della sua vicenda personale, che l’hanno portata prima a perdere l’affidamento di suo figlio e poi, dopo una battaglia durata ben quattro anni, a riottenere che il ragazzo tornasse a vivere con lei.

Il post sul social della showgirl vuole essere un messaggio positivo, di incoraggiamento per tutti quei genitori che ritengono di essere stati privati ingiustamente della gioia di crescere i loro figli. La Moric infatti posta la foto di Carlos, avuto da Fabrizio Corona, per ricordare a tutti che un anno fa, la sua lunga battaglia è stata, alla fine, vinta.

Ormai è un anno che il mio incubo è finito. Ormai è un anno che Carlos è tornato a vivere con me, la sua mamma. Potrei scrivere un libro per ogni giorno, dei lunghi 4 anni, in cui Carlos era stato affidato ai Servizi Sociali e collocato dalla nonna paterna. scrive la modella su Instagram

L’affidamento del ragazzo, che oggi ha 17 anni, infatti, le era stato tolto nel 2014, quando le forze dell’ordine erano dovute intervenire in casa della modella croata per sedare una lite tra lei e la madre. Da allora Carlos era stato affidato alla nonna paterna, ma la madre non ha mai accettato questa situazione e si è battuta con tutti mezzi che aveva a disposizione.

Dagli avvocati alle interviste, dai tribunali ai talkshow televisivi, la Moric ha fatto di tutto per risolvere la sua situazione e per riottenere l’affidamento del figlio. Su Instagram racconta nel dettaglio le fasi della sua lotta,

lo hanno allontanato perché  dicevano che avrebbero dovuto verificare la mia condizione psico fisica, credevo fosse questione di giorni, così mi sono sottoposta a esami di ogni genere, perizie psichiatriche, droga, alcol, ci hanno impiegato mesi e non ci fosse una sola cosa che non andasse. Eppure dopo questi mesi mi fu comunicato che ormai riportarmi Carlos sarebbe stato un trauma per lui. Ho combattuto per 4 anni, soprattutto perché era evidente che nemmeno Carlos stesse bene e questa assurda decisione stava facendo soffrire lui tanto quanto me.

Alla fine, la modella ha vinto e ha potuto riavere suo figlio, ma in questi giorni il suo pensiero va ad altri genitori che forse si sono trovati nella sua stessa situazione. La Moric vuole lanciare un messaggio, perché abbiano la forza, come lei, di combattere per i loro figli: “Sono sicura che Bibbiano sia la punta di un iceberg, un piccolo pezzo di puzzle di una situazione diffusa in tutta Italia. Combattete sempre per i vostri figli, ci ho messo 4 anni per riaverlo e un anno per farlo tornare a sorridere.”

Carlos, il figlio di Nina Moric e Fabrizio Corona

Carlos, il figlio di Nina Moric e Fabrizio Corona – Fonte: Instagram

Nina Moric e la battaglia (vinta) per il figlio Carlos