La guerra fra le sorelle Bertè che non fa bene alla memoria di Mimì

Continua la guerra a distanza fra le sorelle Bertè su Mia Martini. Olivia contro Loredana: “Basta bugie”. Ma a uscirne ammaccata è la memoria di Mimì

L’ospitata di Loredana Bertè a Verissimo, sabato 7 dicembre, che tanto ha commosso il pubblico non è passata inosservata nemmeno a chi quella intervista non l’ha digerita fin dal suo annuncio. E che, ironia del destino, fa proprio Bertè di cognome: Olivia, terza sorella di Loredana e Mimì (ce n’è pure una quarta: Leda) che da anni non ha rapporti con la cantante.

Che la famiglia Bertè sia sempre stata un calderone di problemi irrisolti, sofferenze ancestrali e rancori mai superati, non è un mistero. Loredana non perde occasione per ricordare quel padre “maledetto” che ha fatto solo del male alla moglie e alle figlie, e si commuove ogni volta al ricordo di Mimì, la sorella più buona e fragile di tutte, con cui lei ha vissuto anche dissapori e periodi di lontananza, ma che ha sempre amato profondamente.

Non parla volentieri dei momenti bui fra di loro, delle ultime interviste rilasciate da Mia Martini prima della sua morte, in cui definiva Loredana “Il suo più grande dolore” (“Non riesco a trovare una condotta per soccorrerla. Lei bramava la mia vita e io gliel’ho data. La sua stima nei miei riguardi è come l’adorazione per un idolo che per troppo amore, senti di dover distruggere. Vorrebbe essere me, senza capire che è un’altra cosa”).

Loredana colma il suo dolore -e forse i suoi rimorsi, come ha dichiarato lei stessa- nel lavoro, nella musica, nell’onorare la memoria della sorella ricordandola e parlandone ad ogni occasione. Anche e soprattutto nei suoi brani.

Di altro avviso la sorella minore Olivia, che nei racconti pubblici di Loredana vede non poche bugie e mistificazioni. Dopo la messa in onda dell’intervista di Loredana alla Toffanin, ha pubblicato un lungo post sul proprio profilo Facebook,  svelando – a suo dire-  alcune bugie della sorella e rivelando una realtà inaspettata: nell’ultimo periodo della sua vita, Mimì avrebbe tenuto a debita distanza Loredana, a causa del suo carattere “impetuoso” e dei loro dissapori che non si erano per niente placati. Tanto da non lasciarle nemmeno il suo numero di telefono. E addirittura poche settimane prima della sua morte avrebbe dovuto ingoiare un ultimo boccone amaro, leggendo l’intervista rilasciata TV radiocorriere in cui Loredana dichiarava che “Mimì per lei era morta e non avrebbe più voluto vederla”.

In questa giostra di dichiarazioni e smentite, di lacrime e accuse, a uscirne più “bastonata” di tutti è ancora una volta Mimì, che forse avrebbe desiderato con la sua morte portare un po’ di pace nella sua famiglia. Vogliamo pensare che lei sia senza dubbio felice di come ha saputo risollevarsi, lavorativamente parlando, Loredana (che alla Toffanin ha detto: “Penso che oggi sarebbe orgogliosa di me”), un po’ meno nel vedere le sue sorelle ancora così lontane e arrabbiate tra loro. In una delle sue canzoni più belle, si rivolgeva a quegli “uomini che non cambiano”. Senza avere il tempo di rendersi conto che non sono i soli.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La guerra fra le sorelle Bertè che non fa bene alla memoria di M...