Eurovision 2021, Måneskin: arriva la decisione finale

L'organizzatori dell'Eurovision mettono un punto alla spinosa questione: Damiano David, il frontman dei Måneskin, non ha fatto uso di stupefacenti

Per i Måneskin e l’Italia la finalissima dell’Eurovision Song Contest del 2021 è stata colma di emozioni. Dopo essersi esibiti e aver infiammato il palco, infatti, il gruppo è stato eletto vincitore a furor di popolo. Una festa che, però, è stata inquinata da alcune polemiche a cui, finalmente, è stato messo un punto definitivo.

Quella vissuta dai Måneskin è stata una bellissima avventura con un finale estremamente soddisfacente. Dopo aver cantato la loro ‘Zitti e Buoni’ nell’Arena di Rotterdam, hanno raccolto l’apprezzamento del pubblico di tutta Europa, che ha ribaltato il voto delle giurie rappresentanti dei Paesi in gara portando il gruppo nato a X-Factor direttamente in vetta. E proprio mentre si scatenavano in un’esibizione carica di adrenalina e festeggiavano la vittoria, una pesante polemica prendeva vita.

In alcune riprese di pochissimi secondi, in particolare, dei movimenti poco chiari di Damiano David, frontman dei Måneskin, hanno provocato un enorme fraintendimento che ha fatto il giro del web e che è stato ripreso anche da alcuni media internazionali. Ad uno sguardo superficiale, infatti, sembrava che l’artista stesse consumando droghe all’interno dell’Arena. L’organizzazione dell’Eurovision, così, si è immediatamente attivata per chiarire la faccenda e il cantante, che ha prontamente respinto le accuse, ha deciso di sottoporsi spontaneamente ad un test antidroga.

E le accuse, infatti, si sono rivelate essere del tutto infondate. L’ultima parola arriva proprio dall’entourage della manifestazione, l’European Broadcasting Union, che con una nota ufficiale ha fatto luce una volta per tutte sulla spinosa questione. Damiano non si è mai drogato nella Green Room dell’Eurovision Song Contest:

A seguito delle accuse di consumo di droga nella Green Room della Grand Final dell’Eurovision Song Contest di sabato 22 maggio, l’European Broadcasting Union (EBU), come richiesto dalla delegazione italiana, ha condotto un esame approfondito dei fatti, controllando anche tutti i filmati disponibili. Un test antidroga è stato intrapreso volontariamente nella giornata di oggi dal cantante del gruppo Måneskin, che ha restituito un risultato negativo visto dall’EBU.

Insomma, ogni dubbio, anche il più piccolo, è stato ora eliminato. Gli organizzatori dell’evento si sono, infine, detti allarmati da come una notizia falsa sia riuscita a oscurare lo spirito dell’evento e, soprattutto, la vittoria dei Måneskin.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurovision 2021, Måneskin: arriva la decisione finale