Brigitte Bardot, nuova multa per la diva: è la sesta volta

Brigitte Bardot è stata multata per la sesta volta per le sue opinioni controverse: l'ultima grande diva francese genera ancora polemiche

Brigitte Bardot è una delle ultime grandi dive francesi del suo tempo: una donna che ha conquistato più di una generazione, che ha ispirato per il suo savoir-faire, che ha lanciato mode e tendenze. Una bellezza, la sua, graffiante, senza tempo, che continua a echeggiare nell’olimpo delle irraggiungibili. Negli ultimi anni, la Bardot ha dovuto fare i conti con la sua forte personalità per alcune dichiarazioni controverse: a riportare la notizia della sesta multa è stato il New York Post.

Brigitte Bardot, la sesta multa

Il tribunale francese ha preso una scelta: multare ancora una volta Brigitte Bardot per circa 20 mila euro. E il motivo non è affatto leggero, dal momento in cui si parla di incitamento all’odio razziale. L’episodio, come riportato dal New York Post, non è avvenuto di recente, ma circa due anni fa.

La Bardot aveva scritto di suo pugno, con firma in calce, una lettera in cui si riferiva agli abitanti dell’isola di Réunion come dei “selvaggi degenerati”. All’epoca il fatto sconvolse la Francia, tanto che fu multato anche l’agente di Brigitte, Bruno Jacquelin. A distanza di anni, è arrivata la decisione del tribunale francese.

La missiva della Bardot aveva generato scalpore, soprattutto per i toni eccessivamente forti nei confronti della popolazione, definiti come “indigeni che hanno conservato i loro geni selvaggi”, oltre che una “popolazione degenerata ancora intrisa di barbare tradizioni ancestrali”.

Brigitte Bardot, la carriera

“Non mi interessa apparire conservatrice e goffa. Cerco solo di placare la mia anima e proteggere gli animali“. Mossa dalla sua profonda attività animalista, la Bardot non si è mai fermata di fronte a nulla, arrivando a collezionare sei multe negli ultimi decenni.

Non è semplice descrivere la vita e la carriera di Brigitte: dopo la scelta di ritirarsi dal mondo del cinema, è stata più di un’icona di bellezza e di sensualità. Ha preso parte a film indimenticabili, pellicole che rimarranno nella storia anche tra decenni.

Nel mondo della moda e del cinema francese, la diva è stata un enorme punto di riferimento a cavallo tra gli anni ’50 e ’70. Nata a Parigi il 28 settembre 1934, la Bardot ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo come danzatrice: poi, le copertine iconiche sulle riviste di moda, il lancio come modella e attrice, e l’abbandono al cinema nel 1973.

L’attività da animalista e le controversie

Negli ultimi anni, la Bardot si è ormai concentrata totalmente sull’attivismo per proteggere i diritti degli animali. Ciononostante, le sue opinioni sono da sempre finite al centro della polemica, come nel 2001, quando scrisse la “Lettera aperta alla mia Francia perduta“.

Nel 2004, Brigitte era stata nuovamente condannata, così come nel 2008. Oggi, B.B. non è più la diva che conosciamo: dalle controversie fino alle opinioni contrastanti, è rimasto un pallido ricordo dei suoi tempi d’oro. Chissà che non possa trovare un po’ di pace, ma crediamo di no: il carattere forte e il desiderio di sovrastare tutti non sono mai svaniti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brigitte Bardot, nuova multa per la diva: è la sesta volta