Alessia Marcuzzi, la figlia Mia è cresciuta ed è identica a lei

Francesco Facchinetti ha pubblicato su Instagram una foto delle sue due figlie: la somiglianza tra Mia e Alessia Marcuzzi è impressionante

Alessia Marcuzzi e Francesco Facchinetti sono riusciti a creare una grande famiglia allargata e a dare pace e stabilità ai loro figli nonostante la fine del loro amore. Una cosa non da tutti, un esempio per molti, vip e non.

Così capita spesso che la conduttrice e il produttore trascorrano giorni di festa tutti insieme e condividano sui loro profili social i momenti più belli di questo idillio e del bel clima che sono riusciti a mantenere anche tra i loro bambini.

È quanto accaduto nelle ultime ore: Francesco Facchinetti ha pubblicato una foto che ritrae Mia, la figlia avuta da Alessia Marcuzzi, e Liv, la bimba nata nel 2016 dall’amore con l’attuale moglie Wilma Helena Faissol, mostrando una somiglianza incredibile tra la primogenita e la mamma.

Alessia Marcuzzi e la figlia Mia, due gocce d’acqua

Lo scatto pubblicato sul suo profilo Instagram da Francesco Facchinetti mostra Mia e Liv insieme, con lo stesso pigiamino. La più piccola, di cinque anni, è attaccata alla sorellina e dallo sguardo è evidente come abbia preso tutta la disinvoltura del padre; Mia invece ha compiuto a settembre dieci anni e comincia a mostrare tutti i tratti più belli di entrambi i genitori.

Dall’immagine appare evidente la somiglianza incredibile con mamma Alessia, non solo per i colori (capelli biondi e guance rosee), ma anche per il sorriso e la forma del viso. Il taglio degli occhi sembra più simile a quello di papà Francesco, ma è innegabile che a primo impatto sembra quasi di trovarsi di fronte a una foto della Marcuzzi da bambina.

Alessia Marcuzzi, mamma che insegna la libertà

Crescere con due genitori così esposti mediaticamente non è sempre facile, per questo Alessia Marcuzzi cerca sempre di pensare a sua figlia e di essere un esempio per lei.

“Sto sempre a dirle, ma anche a mostrarle, che tutte le scelte che ho compiuto le ho potute fare proprio perché erano scelte, ovvero avevo uno spazio di libertà in cui scegliere, e questo spazio sostanzialmente è la mia indipendenza”, aveva spiegato in un’intervista a Grazia.

Quella libertà che consente – o dovrebbe consentire – a ogni donna di essere quello che è, senza temere il giudizio altrui, che si tratti di un post sui social o di un’uscita con le amiche. “C’è bisogno di aggregazione fra noi donne, lo dico tantissimo a mia figlia e alle sue amiche. Si devono unire. Una donna sotto una foto mi ha scritto: Non credo che essere libera per una donna significhi farsi fotografare così. E invece io dico perché no? Noi dobbiamo essere libere di fare tutto: di vestirci come ci pare, di coprirci, di svestirci, di essere ammiccanti o no. Dobbiamo essere come vogliamo”, insiste Alessia, che da sempre cerca di farsi portatrice di messaggi positivi, non solo per la figlia, ma anche per le altre donne.

“Anche se hai tanti follower e sei apprezzata sui social, non vuol dire che non puoi essere insicura nella vita“, ha detto a Tv Sorrisi e Canzoni parlando di sé, di quello che davvero la turba. “Sono sempre stata una che dice una cosa e poi ci ripensa. Mi sono perdonata e ho perdonato anche gli altri, quelli che mi hanno detto moltissime cattiverie“. E questo è forse l’esempio migliore che si possa dare.

Mia Facchinetti
Fonte: Instagram
Mia Facchinetti (figlia di Alessia Marcuzzi) e la sorellina Liv (figlia di Wilma Helena Faissol)