Eurovision 2022: Subwoolfer, il misterioso duo norvegese

Si celano dietro maschere da lupo, ma la loro voce è strepitosa: ecco chi sono i Subwoolfer, il duo norvegese del mistero

Arrivano nientemeno che dalla Luna, dove hanno iniziato la loro carriera ben 4,5 miliardi di anni fa: i Subwoolfer hanno deciso di crearsi una storia bizzarra, che nasconda abilmente le loro vere origini. E lo hanno fatto così bene che di loro non si sa quasi nulla. Il duo norvegese è praticamente avvolto nel mistero, e forse sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022 riusciremo a scoprire qualcosa in più.

Chi sono i Subwoolfer, il duo norvegese

I Subwoolfer sono due ragazzi norvegesi che si celano dietro un costume molto particolare: la loro “divisa” da esibizione è un completo nero con camicia bianca e una maschera gialla a forma di testa di lupo, che richiama dettagli altrettanto gialli come i guanti e la cravatta. Insomma, il loro è un vero show che trae linfa vitale dal mistero. Proprio per questo hanno deciso di non svelare la loro identità, facendosi semplicemente chiamare Keith e Jim. E se sul web sono spuntati due nomi (Christiane Bergerson e Lars Henriksen), non si sa chi si nasconda davvero dietro queste maschere così bizzarre.

Quel che sappiamo per certo è che i due ragazzi hanno un talento incredibile. Sebbene la loro carriera (a dispetto di quanto raccontino nella loro storia “stellare”) sia giovanissima, hanno già conquistato milioni di fan in Norvegia – e in tutto il mondo. I Subwoolfer si sono infatti riuniti nel 2021, giusto in tempo per partecipare al Melodi Gran Prix di quest’anno. Il concorso canoro è l’equivalente del nostro Festival di Sanremo, quantomeno se guardiamo al suo obiettivo finale: selezionare il rappresentante nazionale che prenderà parte all’Eurovision Song Contest.

I Subwoolfer sono dunque riusciti a qualificarsi per la finale della rassegna canora norvegese, vincendo grazie al loro singolo Give that wolf a banana. Ora dovranno vedersela su un palco ben più importante, quello dell’Eurovision: il 10 maggio, durante la prima semifinale della kermesse internazionale, si esibiranno a Torino nel tentativo di sbaragliare un’agguerrita concorrenza. La grinta, d’altronde, a loro non sembra proprio mancare. Ma che cos’altro sappiamo su questo misteriosissimo duo pop norvegese?

Subwoolfer

Subwoolfer

Le origini (misteriose) dei Subwoolfer

Il nome Subwoolfer è una parola molto particolare, composta da subwoofer (un tipo di altoparlante) e da wolf, che in inglese significa “lupo”. Non poteva esserci scelta migliore, visto come i due cantanti si presentano sul palco: i loro costumi di scena sono perfettamente adeguati allo pseudonimo che è salito alla ribalta solo qualche mese fa. Sì, perché fino allo scorso gennaio dei Subwoolfer non si era mai sentito parlare. Tanto che il duo ha al suo attivo solamente un singolo, rieditato poi a San Valentino in una versione inedita intitolata Give that wolf a romantic banana.

È chiaro che per loro mantenere il segreto sull’identità è molto importante. Fino a questo momento sono riusciti a sviare l’attenzione dei più curiosi, ma è anche vero che solo da poco tempo sono veramente sulla cresta dell’onda. Per quanto potranno ancora nascondersi dietro la maschera da lupo, prima che qualcuno riesca a scoprire i loro veri nomi? Fino a quel momento, dovremo accontentarci solo di qualche rara informazione sulla loro breve carriera. E dei loro divertentissimi siparietti su Instagram, dove sono molto attivi.