Così è possibile riciclare le capsule di caffè in alluminio

Riciclare è importante: ecco come è possibile farlo con le capsule di caffè in alluminio

Il caffè è una delle più belle abitudini del mattino (e di tanti altri momenti della giornata!), ma i ritmi sempre più frenetici ci hanno pian piano spinto a rinunciare alla classica moka, per risparmiare tempo con le macchine a capsule. Si tratta di una scelta che ci permette di rendere più veloce la preparazione di un buon caffè, tuttavia ha dato vita ad un nuovo problema di tipo ambientale: come possiamo riciclare le capsule? La maggior parte di quelle attualmente in commercio va infatti smaltita con l’indifferenziata, a meno che non si mettano in atto alcune piccole accortezze.

Riciclare le capsule di caffè

Le capsule di caffè sono inquinanti, su questo non possiamo proprio discutere. Molto più del macinato contenuto in pacchi più o meno grandi, che producono decisamente meno spazzatura rispetto al confezionamento singolo con cui vengono vendute le capsule. Se possiamo dunque fare qualcosa per ridurre l’impatto ecologico della nostra abitudine quotidiana, perché non approfittarne?

A seconda della macchina del caffè che abbiamo in casa (o in ufficio), possiamo acquistare diverse tipologie di capsule. Ci sono modelli compostabili e perfettamente biodegradabili, che possono essere smaltiti tranquillamente nell’umido, ma sono ancora la minoranza.

Per la maggior parte, le capsule sono in plastica o in alluminio. Le prime, con un po’ d’accortezza, possono essere svuotate e ben pulite dai residui del caffè per poi essere conferite nella raccolta della plastica. Lo stesso è possibile fare con quelle in alluminio (purché non siano di un materiale composito che prevede sia alluminio che plastica).

Si tratta di un procedimento che richiede tempo, soprattutto se siamo abituati a consumare molti caffè ogni giorno. Il rischio è quello di cedere alla pigrizia e gettare tutto nell’indifferenziata, ma non sarebbe certo una scelta ecologica. Una soluzione semplice ed economica è lo svuota capsule. È un accessorio che dovrebbe trovare posto in tutte le nostre cucine, proprio perché rappresentano un’alternativa green al dover compiere manualmente l’operazione di svuotamento.

Svuota capsule in alluminio
La scelta ecologica per riciclare le capsule di caffè in alluminio

Svuota capsule, la scelta green

Bastano pochi istanti per trasformare un prodotto di scarto non riciclabile in un contenitore da gettare nella raccolta dell’alluminio. Lo svuota capsule è un piccolo accessorio che permette di dare una svolta ecosostenibile alla pausa caffè. Funzionante solamente con capsule in alluminio compatibili Nespresso, ha un meccanismo semplicissimo: È formato da due cilindri in plastica che si incastrano l’uno sull’altro: non devi far altro che posizionare la capsula usata con il lato piatto rivolto verso il basso e inserire il cilindro superiore, premendolo con entrambe le mani.

Questo movimento comporta l’apertura della capsula e il suo svuotamento – i residui di caffè vanno a finire nel contenitore inferiore, che può contenere fino a 12 capsule. Questi residui possono essere gettati nell’umido oppure diventano un ottimo fertilizzante per le piante, così da non sprecare neanche una briciola del preziosissimo caffè. Lo svuota capsule è in materiale resistente e lavabile in lavastoviglie, ed è anche un bell’accessorio di design, da tenere proprio accanto alla macchina da caffè.

Svuota capsule in alluminio
La scelta ecologica per riciclare le capsule di caffè in alluminio

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Così è possibile riciclare le capsule di caffè in alluminio