Cose da non fare mai a letto

20 errori imperdonabili che si possono fare sotto le lenzuola. Ecco come evitarli

Voglia di originalità sotto le lenzuola? Ben venga la fantasia, ma occhio a non esagerare. Certe trovate possono sortire l’effetto opposto e fare scappare il partner a gambe levate. Prima di assestargli una frustata sulla schiena, a sorpresa, per dire, verificate se la cosa lo attizza o no. Lo stesso discorso vale per morsiconi e pizzicotti, travestimenti o parolone. Alcune uscite potrebbero smorzare il suo entusiasmo. Ecco una piccola classifica di tutte le cose da non fare mai a letto. Dalle più strambe alle più classiche.

20 – Orgasmo enigmatico
Pensate che tacere durante il sesso sia sexy e vi regali un’aura di mistero? Vi sbagliate. In quel momento lui non ha voglia di stare a interpretare il segnali del vostro viso e decriptare le microespressioni. Vuole semplicemente sentirvi. Sentirvi vicine e sapere – con certezza – se vi sta regalando piacere o no. Se vi ammutolite come se steste facendo il sudoku, che messaggio gli date?

19 – Resta di stucco, c’è il barbatrucco
Signore, diciamocelo, truccarsi con perizia è già abbastanza complesso. Pertanto non è consentito per nessuna ragione al mondo utilizzare il make up per altre parti del corpo che non siano il viso. No al mascara sui peli pubici, no al rossetto per ravvivare il colore dei capezzoli, no al correttore per occhiaie per quel brufolino sui glutei. Immaginatevi i segnacci e le sbavature di trucco sulle lenzuola e trattenetevi.

18 – Scusa cara, sono a dieta
No alle sorpresone sotto le lenzuola. Prima verificate sempre che lui sia dell’idea. Con tatto, girandoci intorno, senza necessariamente svelare troppo di quello che intendete fare. Se lui mostra segni di apprezzamento, buttatevi. Se no, astenetevi. Quindi mai e poi mai presentarsi a lui, urlando «tadaaa», tutte cosparse di sostanze appiccicose tipo marmellata, Nutella, miele, panna montata, melassa e chi più ne ha più ne metta. Non siete fritelle. Lui potrebbe non avere alcuna voglia di passare manciate di minuti a leccarvi come un cagnolino con l’osso. E se anche lo facesse, dopo potrebbe correre in bagno in preda alla nausea. Riflettete prima di spalmare.

17 – Scurdammoce o passato
Mai e poi mai fare riferimento agli ex. Guai a voi se tirate fuori l’argomento durante l’intimità. Guai a voi se osate dire frasi tipo «lui mi faceva sempre così» o «con il mio ex facevamo cosà, era divertente, vuoi provare?». E soprattutto guai a voi se durante il rapporto vi sbagliate e lo chiamate con un altro nome. Vedove? Levate la foto del defunto dal comodino, per cortesia.

16 – Ops, ha cambiato colore!
Gli uomini, si sa, adorano ricevere sesso orale. Adorano anche la bocca delle donne, magari sottolineata da un bel rossetto. Prima di dipingervi le labbra di rosso e regalargli quel bacio così particolare e intimo, però, assicuratevi che lui gradisca. Ritrovarsi con il pene rossastro o luccicante del vostro gloss potrebbe infastidirlo.

15 – No smoking
Accendersi la sigaretta subito dopo, sotto le lenzuola, è molto da film ma poco pratico. Sono morte un paio di dozzine di coppie così. E non è detto che lui sopporti il fumo ma soprattutto il vostro alito al tabacco.

14 – Cos’è questo odore?
Dovrebbe essere superfluo specificarlo, ma tant’è… Gli odori corporei possono essere molto forti. E molto fastidiosi. Prima di un incontro intimo assicuratevi di essere lavate e profumate. Togliersi gli scarponi dopo una giornata sugli sci, buttarsi sotto le coperte con i piedi sudaticci e ammiccare a lui dicendo «Caro, vieni qua che ci scaldiamo» è una pessima idea. Doccia prima di ogni cosa.

13 – Fido, a cuccia!
Il cane o il gatto che vi fissano mentre fate sesso? Pessima idea. Fido o Fufi saranno tanto teneri e carini per voi, ma chi ha voglia di essere scrutato duranta la propria performance? Chiudete la porta, l’intimità è fondamentale.

12 – Porca sì, porcospino no
Disinibite sì, sciatte no. Fate le vostre battaglie femministe altrove. A letto una depilazione ben fatta è la cosa più gradevole al tatto. E se lui vi dice «non sei depilata? non importa» non significa che dovete dare il via libera alla setola selvaggia. Può tollerare il peletto una volta, ma propinargli la pelliccia sempre lo disgusterà. Statene certe.

11 – Pipino, pisellino, serpentello…
No ai nomignoli. Il suo pene è la cosa più importante per lui in quei momenti. Evitate di sminuirlo affibbiando nomignoli (magari sciocchi o diminutivi) al simbolo della sua mascolinità.

10 – La sindrome da Hello Kitty
Volete vestirvi tutta la vita da adultescenti e decorarvi con gadget di Hello kitty che fanno tanto ragazzina? Liberissime. Ma evitate di parlare come una bambina nei momenti dell’amore. Smorzerebbero chiunque. Siamo a letto insieme, mica all’asilo Mariuccia.

9 – Giù quelle mani
Aggrapparsi alle sue maniglie dell’amore durante l’amplesso: stupido. Non è divertente, è un modo per sottolineare i suoi difetti. E infondergli insicurezza durante l’amplesso vi si ritorcerà contro.

8 – Resta chiuso qui, pensiero
Quando si tratta di sesso, non fate vostro il ritornello dei Pooh. Ci sono certi pensieri che devono restare nascosti. Mentre si è in “summo monte” uscirsene con «stavo pensando: se domani andassimo al cinese anziché a mangiare la pizza?» è davvero demenziale. Ma anche tirare fuori subito dopo frasi tipo: «Hai chiamato l’amministratore di condominio?» che tanto si capisce che fino a poco fa pensavate alla rata del riscaldamento e non al vostro lui. Evitate come la peste di chiedere «ti è piaciuto?». Se avrà qualcosa da dirvi di significativo parlerà, gli interrogatori sull’intensità dell’orgasmo cancellano il piacere appena provato.

7 – Non siamo a Sanremo
Canticchiare durante i preliminari mentre gli state regalando un sensualissimo massaggio ai piedi con olio tiepido? Ripensateci. Non penserete mica che il fatto che abbiate (o crediate di avere) una gran voce lo ecciti! Sono altre le cose che gli alzano il morale. Spolverate l’ugola sotto la doccia, sotto le lenzuola non si sbraita, al massimo si sussurrano paroline dolci o piccanti.

6 – Chettiridi?!
Simpatia e senso dell’umorismo sono una grandiosa arma di seduzione. Ma il materasso non è il palcoscenico di Zelig. Non esagerate a fare le simpaticone, non sparate battute a raffica. Il troppo stroppia. Il sesso (soprattutto per lui, che soffre di ansia da prestazione) è una cosa seria. E per carità, abbiate la grazia di non scoppiare a ridere se lui durante il gioco vi confida qualche fantasia o vi regala qualche epiteto.

5 – Ti devo mettere la museruola?
Non si sa bene chi abbia messo in giro la voce che mordersi è sexy. Una volta, due, nei posti giusti, nei momenti giusti, con delicatezza. Azzannare il partner e lasciarli il segno dei vostri denti nella carne non vi garantirà l’appellativo di panterona del materasso. Tenetevi i denti in bocca, soprattutto quando vi avvicinate alle parti intime e in caso di rapporto orale.

4 – No al sesso taglia unica
Non è come per le t-shirt taglia unica che si trovano al mercato, buone per la palestra, come pigiama per la notte, sui jeans o per fare i lavoretti in casa. Nel sesso non c’è una cosa che va bene per tutti e per tutte le occasioni. A quell’altro piaceva essere sculacciato? Non è detto che anche lui gradisca. Quell’altro si eccitava con le parolacce? Questo magari si fa il segno della croce e scappa. Non c’è un manuale, imparate a sintonizzarvi.

3 – Non sei una pellicola da sviluppare
Accendi quella luce, che diamine! La stanza da letto non è una camera oscura. Gli uomini si eccitano nel vedere il corpo di una donna, non negarlgi questo piacere. Se la tua ossessione è fare sempre l’amore al buio, significa che sei inibita e le donne di ghiaccio sotto le lenzuola non piacciono a nessuno. «Lui non si lamenta mai». Ah no? Si vede che ha trovato un’altra che fa l’amore con lui con le luci accese.

2 – Ma no, ma sì, ma su, ma dai
Il sesso non è una trattativa internazionale sulla Striscia di Gaza. Smettetela di mercanteggiare le vostre prestazioni sotto le lenzuola. Quello lo faccio, quello no, quello forse, quello solo se insisti e via dicendo. Lasciatevi andare, sperimentate. Fate sempre in tempo a dire “stop” se qualcosa va storto. Se l’amore di coppia non è libero, la curiosità per quel che non gli date voi lo spigerà altrove. Fatevi due conti.

1 – Selvagge sì. Assatanate no
Non esagerate. Va bene essere libere e sperimentatrici, selvagge come leonesse, spiritose e disinibite. Non va bene recitare la parte delle “porche” quando non lo siete (se ne accorgerebbe chiunque). Non va bene strafare (si ammoscerebbe chiunque). Non cavalcatelo come una amazzone impazzita. Non urlate come scimmie della giungla. Non sommergetelo di parolacce. Agli uomini piacciono le maiale ma anche le sante. La vera saggezza è essere un po’ l’una e un po’ l’altra cosa.

Fonte: DiLei

Cose da non fare mai a letto