La Regina salta l’apertura: il segreto che non sarà rivelato nemmeno dopo la sua morte

La Regina Elisabetta salta l'apertura del Parlamento, in 70 anni è la terza volta: Carlo al suo posto con William. E il segreto che si porterà nella tomba

La Regina Elisabetta, con molta riluttanza, a 96 anni ha dovuto accettare il consiglio dei medici e salta la cerimonia di apertura del Parlamento. Durante i 70 anni del suo regno è accaduto solo due volte, nel 1959 e nel 1963, perché era incinta. Mentre emerge un dettaglio della sua vita privata che deve rimanere segreto e sarà protetto a ogni costo da occhi indiscreti anche dopo la sua morte.

Regina Elisabetta, quante volte ha saltato l’apertura del Parlamento

Dunque, la Regina Elisabetta si è vista costretta ad annullare la sua partecipazione all’apertura del Parlamento inglese, compreso il suo discorso. Come detto, è accaduto solo due volte che Sua Maestà non fosse presente all’importante evento istituzionale e il motivo, all’epoca era molto più sereno. Nel 1959 la Sovrana era incinta di Andrea, nel 1963 di Edoardo. Lo scorso anno Elisabetta non rinunciò all’impegno, nonostante suo marito Filippo fosse mancato da meno di un mese. Allora fu accompagnata al trono dal Principe Carlo.

Regina Elisabetta assente, come si svolge l’apertura del Parlamento

Proprio quest’ultimo ha assunto un ruolo di primo piano quest’anno all’apertura del Parlamento. È lui infatti che sostituisce Elisabetta che in qualche modo ha voluto iniziare il passaggio di consegne tra lei e il figlio maggiore, prossimo Re britannico. A sua volta Carlo ha voluto al suo fianco William che è destinato a succedergli sul trono e che non ha mai partecipato prima alla cerimonia. Il Principe del Galles comunque non siede sul trono che dunque simbolicamente resta vuoto. La Regina ha modo di seguire l’evento in televisione.

Regina Elisabetta, problemi di salute

L’apertura del Parlamento è uno dei doveri pubblici più significativi della Sovrana e prevede la lettura del discorso della Regina, che delinea le politiche del suo governo e la proposta di legge per la nuova sessione parlamentare. Quest’anno il discorso lo legge Carlo al posto di Elisabetta.

La decisione di non prendere parte alla cerimonia è arrivata a poche ore dall’evento. Fino a poco tempo fa Buckingham Palace aveva dichiarato che la Regina spera di poter partecipare, ma i suoi problemi a deambulare e lo sforzo fisico che avrebbe richiesto la sua presenza ha spinto i medici a sconsigliarle di presenziare.

Kate Middleton assente al Parlamento

Il suo portavoce ha dichiarato: “La Regina continua ad avere problemi di mobilità episodici e, in accordo con i suoi medici, ha deciso con riluttanza che domani non parteciperà all’apertura del parlamento statale. Su richiesta di Sua Maestà, e con l’accordo delle autorità competenti, il Principe del Galles leggerà il discorso della Regina a nome di Sua Maestà, alla presenza anche del Duca di Cambridge”. Camilla è presente come consigliere privato e futura Regina consorte, mentre Kate Middleton non è presente.

Carlo sostituisce la Regina Elisabetta

Il Principe Carlo ha quindi letto il discorso di sua madre e durante la cerimonia è rimasto seduto accanto alla Corona della Regina, sul trono che un tempo era occupato da suo padre, il Principe Filippo. Carlo ha potuto contare sul sostegno di suo figlio William e di Camilla che per l’occasione ha indossato un completo blu con soprabito ricamato in bianco. Elisabetta ha seguito l’evento in televisione dal castello di Windsor e il suo staff ha fatto sapere che ha continuato a svolgere i suoi impegni da Palazzo, preparandosi al quotidiano incontro con Boris Johnson.

Regina Elisabetta, il segreto inviolabile

Intanto, in occasione del Giubileo di Elisabetta il 19 maggio verrà trasmesso un documentario sulla vita privata della Sovrana, dove verranno svelati alcuni dettagli delle sue abitudini che di solito vengono taciute. Tra queste c’è quella di scrivere un diario che le occupa 15 minuti ogni giorno. Questo taccuino è top secret per tutti e nessuno ne ha l’accesso. Se ora la Regina riesce a custodire il suo segreto, il problema sarà quando verrà a mancare. È infatti fondamentale che il diario non cada in mani estranee e che le riflessioni privatissime di Elisabetta restino tali. Lungimirante com’è, Sua Maestà ha predisposto che le sue riflessioni rimangano segrete anche dopo la sua morte.

Principe Carlo Camilla apertura Parlamento

Il Principe Carlo con Camilla alla cerimonia di apertura del Parlamento