Le donne si tagliano i capelli quando si lasciano. Ecco perché

L'hashtag #Breakuphair è diventato una tendenza, un simbolo della cultura pop. Ma le sue origini sono molto più antiche e parlano la lingua delle nostre emozioni

I capelli incorniciano il vostro volto e caratterizzano il nostro aspetto. È con loro che giochiamo per creare nuovi look, è a loro che dedichiamo tutta la nostra attenzione quando abbiamo voglia di apparire perfette, o imperfette come siamo. Dal colore, al taglio, alla pettinatura, sono loro in qualche modo a parlare di noi e a definire la nostra personalità.

E sono sempre loro che rappresentano i momenti più importanti della nostra vita. Vi è mai capitato, per esempio, di tagliare i capelli o di stravolgere il vostro hair look dopo la fine di una relazione sentimentale? Siamo certe di sì.

E non l’abbiamo fatto per seguire una tendenza che affonda le origini nella cultura pop, né tanto meno per perpetuare un cliché che ormai è riconosciuto all’unanimità. Lo abbiamo fatto perché il desiderio lo sentivamo dentro, perché quel taglio netto rappresentava la fine e l’inizio. La rinascita.

Tagliare i capelli dopo la fine di una relazione: perché lo facciamo?

Fermo restando che quel desiderio di cambiare e stravolgere il nostro look, partendo dai capelli, lo abbiamo provato tutte, abbiamo indagato sulle motivazioni che ci spingono a fare questo passo. Prima, però, una premessa è doverosa, ed è quella che riguarda l’importanza che i capelli hanno per noi, anche se spesso non ce ne rendiamo conto.

La verità è che la nostra chioma ci caratterizza, parla di noi e della nostra personalità. Racconta chi siamo e chi vogliamo essere e lo fa soprattutto attraverso i cambi look, le sfumature di colore che diamo ai capelli e i nuovi tagli. Non dovrebbe stupire poi molto che per sancire un cambiamento importante, come quello della chiusura di un capitolo amoroso, utilizziamo proprio i nostri capelli.

Questo piccolo gesto, che abbiamo visto nei film, tra le celebrities, e che abbiamo sperimentato in prima persona, è intanto qualcosa che facciamo solo ed esclusivamente per noi stesse. Per celebrare l’inizio di una nuova vita, fatta di sfide e conquiste. Per ricordarci che è nostro il potere di cambiare, migliore ed evolverci.

Il fenomeno del break up hair

Una rapida ricerca sui social network, ci mostra che non siamo sole. L’hashtag #breakuphair, che tradotto vuol dire “capelli da rottura”, è diventata una vera e propria tendenza che parla di noi e di quella voglia che ci spinge a fare una resa dei conti con il passato proprio attraverso il cambio look.

Le motivazioni che ci spingono a farlo, probabilmente, le conosciamo già perché parlano delle nostre emozioni, quelle che provengono dal cuore. E la psicologia, in questo caso, lo conferma. Secondo Renee Engeln, docente di psicologia alla Northwestern e alla Loyola University, tagliare la chioma, in maniera più o meno drastica, rappresenta in tutto e per tutto il simbolo di svolta, quello che ci serve a determinare chi siamo e chi vogliamo essere.

La Engeln, anche autrice del libro Beauty Sick: How the Cultural Obsession with Appearance Hurts Girls and Women, ha affermato che “Fare un cambiamento radicale (che passa dal taglio di capelli nda) può essere un modo per comunicare qualcosa in modo immediato, è un po’ come dire ‘sto mettendo in discussione ogni parte della mia vita, e voglio iniziare dal mio aspetto”.

Insomma i nostri capelli parlano per noi e per le nostre emozioni. Raccontano chi siamo e ciò che proviamo. E nel caso di una rottura sentimentale, esprimono la nostra rinascita, attraverso un nuovo look.