Orecchini senza buco: come si mettono e i modelli più diffusi di ear cuff

Conosci gli ear cuffs? Scopri cosa sono gli orecchini senza buco e come indossarli

Foto di Daniela Iniziato

Daniela Iniziato

Web writer / Copywriter

Sono Daniela, web writer freelance. Scrivo articoli SEO, testi per siti internet, social e altro. Vivo scrivendo per realizzare la mia idea di libertà.

Se ti piace l’idea di ornare le tue orecchie con tanti gioielli, ma ti fa ancora molta paura entrare in uno studio di piercing, allora gli ear cuff sono la soluzione per te. Progettati per essere posizionati sui bordi delle orecchie senza ricorrere a buchi, gli ear cuff oggi sono disponibili in tantissime forme, materiali e stili.

Gli orecchini senza buco hanno conquistato un posto di assoluto rilievo tra gli accessori estivi. Versatili, nelle forme più tradizionali o stravaganti, ti permettono di dare libero sfogo al tuo look.

Anche se appartieni a quella generazione a cui hanno bucato i lobi già in tenera età, potresti non avere più il coraggio di farne altri. Con gli ear cuff puoi aggiungere alle orecchie tutti i gioielli che preferisci, dai semplici cerchietti alle file di brillantini, senza fare altri buchi e senza dover rinunciare alla tua idea di stile.

Storia degli orecchini ear cuff

Chi pensa che la tendenza di usare gli orecchini senza buco sia pressoché recente, si sbaglia di grosso. In realtà, i primi ear cuff risalgono al 2000 a.C. e lo dimostrano i ritrovamenti fatti in alcuni luoghi di sepoltura delle isole britanniche.

Si tratta dei Kaffa, ornamenti in ottone formati da un anello da appendere sopra l’orecchio che terminava con un disegno che finiva sotto al lobo. I kaffa erano piuttosto semplici, il che fa pensare che non fossero destinati a personaggi ricchi, ma piuttosto indossati da chiunque.

A contrario, quelli indossati in Asia intorno al 1200 a.C. e anche in Grecia intorno al 350 a.C. erano decisamente progettati per mostrare la ricchezza appartenente a chi li indossava. Questi ear cuff antichi erano realizzati in metalli preziosi e incastonati con pietre di valore, come perle, un sicuro segno di status.

L’idea di sfoggiare gli ear cuff, o kaffa, come status symbol continuò per tutto il XVII e il XVIII secolo. Infatti, i ritratti del periodo mostrano orecchini senza buco incastonati di diamanti, rubini o zaffiri che si arricciano come fiori intorno alle orecchie.

Indossarli significava dare una dimostrazione di ricchezza esattamente quanto vestire con abiti realizzati con stoffe pregiate o avere a disposizione una dama di compagnia.

Nell’America degli anni ‘50 del secolo scorso, le donne, ancora una volta, erano legate all’idea di voler mostrare il loro status sociale e avere diamanti che penzolavano da due lobi non era abbastanza.

Il famoso designer di gioielli francese Marcel Boucher, insieme a sua moglie Sandra creò gli Earrite, un tipo di orecchini con diamanti incastonati che serpeggiava dietro l’orecchio con motivi progettati ad hoc per scendere sotto il lobo o appoggiarsi sulla sua punta.

Le sue creazioni ebbero un enorme successo tra artiste del calibro di Marilyn Monroe e Carmen Miranda, che furono fotografate con i gioielli ambiti realizzati da Boucher.

Declino e rinascita degli ear cuff

Gli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 hanno visto gli ear cuff adottare un carattere più punk, grazie alle interpretazioni di Alexander McQueen e Jean-Paul Gaultier. Tuttavia, ben presto aveva perso la sua allure ed era stato ridotto a un accessorio d’argento a buon mercato da acquistare alle bancarelle.

Poi, improvvisamente intorno al 2013, le case di alta gioielleria, desiderose di attirare un pubblico più giovane, hanno iniziato a sperimentare con la creazione di ear cuff lussuosi e contemporanei.

Così, anno dopo anno, sono apparsi sui red carpet orecchini senza buco che non passano certo inosservati a illuminare il volto delle star del cinema più imitate del momento, tra cui la giovane attrice Jennifer Lawrence.

E da allora la popolarità degli ear cuff non è diminuita. Dai delicati cerchi incastonati di diamanti alle enormi creazioni stravaganti, questo gioiello dimenticato è diventato un caposaldo del guardaroba contemporaneo.

Perché gli ear cuff sono così amati

L’ear cuff è l’epitome della versatilità. Oggi sono disponibili in una gamma di forme e stili diversi e non richiedono buchi ai lobi, dando libero sfogo a come indossarlo.

Indossare un orecchino senza buco dal design oversize è un modo semplice per dichiarare il proprio stile e non richiede il passaggio attraverso il dolore al lobo (anche se fare un piercing è molto semplice e dopo pochi giorni non fa più male).

Orecchini ear cuff: significato

Se provi a tradurre letteralmente “ear cuff”, troverai come significato “polsino dell’orecchio”. Può sembrare una traduzione un po’ bizzarra, che non ti lascia capire di cosa si stia parlando. Inoltre, anche gli auricolari senza filo, così in voga oggi, vengono chiamati in inglese con lo stesso nome.

Nel nostro caso, l’ear cuff non è altro che un orecchino senza buco, cioè un gioiello che si appoggia alla parte superiore dell’orecchio, oppure ne abbraccia le cartilagini laterali in alcuni casi, restando fermo al suo posto, anche se non passa attraverso il classico foro che si fa al lobo.

Orecchini ear cuff: come si mettono

Gli orecchini senza buco si attaccano all’orecchio in due stili diversi: attorno all’elica o dietro l’orecchio. Gli ear cuff da cartilagine avvolgono la piega dell’orecchio e possono essere indossati in diverse posizioni.

I modelli che si attaccano dietro l’orecchio, invece, seguono semplicemente la base del padiglione, agganciandosi alla parte superiore. Entrambi gli stili sono molto comodi da indossare tutto il giorno.

Se si opta per uno stile semplice a cerchietto, la cosa più difficile nell’indossare un ear cuff è semplicemente imparare a indossarlo. Infatti, se non indossati correttamente, gli ear cuff possono risultare piuttosto scomode o non essere sufficientemente bloccati, facendoli cadere.

Per prima cosa è necessario inserire il cerchietto  fai scivolare sulla zona più sottile dell’orecchio, che di solito si trova nella parte superiore, quindi farlo scorrere verso il basso finché si ferma naturalmente, senza il rischio che si sfili.

A questo punto, è possibile aggiungerne altri, per creare una fila di anelli, anche se di formato e struttura differente. Chi vuole, può anche scegliere anche di lasciarli agganciati alla parte superiore dell’orecchio, stringendo leggermente in modo che non cada.

Modelli di orecchini senza buco

Gli ear cuff oggi si trovano in una varietà di materiali e stili diversi. Puoi trovarli realizzati in metallo, plastica, legno o stoffa. La maggior parte degli orecchini senza buco più eleganti sono realizzati in argento sterling, oro e acciaio.

Le pietre preziose aggiungono bellezza agli ear cuff. Possono essere perle, coralli, rubini, topazi e diamanti. Le possibilità di scelta e di utilizzo sono infinite: da un accessorio giornaliero per le giovanissime a un gioiello di classe da sfoggiare per un’occasione importante.

Possono essere indossati in entrambe le orecchie o solo su una e sono disponibili in una varietà di stili. Puoi anche indossare ear cuff non abbinati e insieme ad altri orecchini con foro per un look moderno ed elegante.

Attirerai sicuramente l’attenzione abbinando un ear cuff con catene a un’acconciatura coi capelli raccolti o se hai un taglio corto. Alcuni modelli si posizionano sull’orecchio e poi si fissano ai capelli. Se vuoi essere audace, questo potrebbe fare al caso tuo.