Siglinde, chi è e cosa fa la mamma di Jannik Sinner

Giovanissimo talento del tennis, legatissimo alla famiglia, Jannik Sinner ha appeso gli sci ai chiodi a 13 anni per dedicarsi al tennis

Giovane, tra i migliori tennisti italiani della sua generazione, profondamente legato alla famiglia: Jannik Sinner ha solo 21 anni ma è già un campione. Il suo best ranking lo ha visto raggiungere la posizione numero nove a novembre 2021. È riuscito a disputare i quarti di finale di due prove del Grande Slam: Roland Garros e Australian Open.

Ma non solo tennis, perché in passato ha ottenuto ottimi risultati anche in un altro sport. È molto legato alla famiglia: la mamma Siglinde, il papà Hanspeter e il fratello Mark.

Siglinde, chi è e cosa fa la mamma di Jannik Sinner

Siglinde è la mamma di Jannik Sinner, insieme al marito Hanspeter (entrambi di madrelingua tedesca) lavora presso il rifugio Fondovalle in Val Fiscalina. Lui in cucina e lei in sala. Se del figlio si conoscono tanti dettagli, in merito soprattutto al suo percorso sportivo, della famiglia si sa meno. Anche se nel corso degli anni non sono mancate dichiarazioni da entrambe le parti rilasciate ai giornali.

Ad esempio era stato proprio Jannik Sinner che, a novembre 2020 quando l’Alto Adige era in zona rossa, prima di partire alla volta dell’Australia avrebbe voluto salutare i suoi genitori. In quella occasione aveva spiegato (come riportato da il Corriere della Sera): “Mi spiacerebbe partire per l’Australia senza avere visto la mia famiglia: il tennis arriva molto dopo l’affetto e la salute delle persone a cui voglio più bene”.

Nelle interviste questo giovane talento del tennis ha spesso raccontato del legame con la sua famiglia, ma anche di come gli siano stati accanto durante la sua vita. Su Instagram Jannik pubblica soprattutto scatti legati al tennis, con sportivi (come Bebe Vio e Matteo Berrettini), ma scorrendo si trova anche una bella foto di lui da piccolo in braccio alla mamma: “Mi sento così fortunato ad avere la mamma migliore. Buona festa della mamma”, aveva scritto. Parole che raccontano di affetto e famiglia.

Mamma Siglinde ha 56 anni (58 il papà) a Repubblica aveva raccontato di come all’inizio della vita sportiva il figlio avesse preso un’altra strada, prima di dedicarsi al tennis: “I primi sci – aveva detto mamma Siglinde – mio figlio li ha messi a tre anni. È naturale: nasci nella neve e vuoi provare a sentire quanto è calda”. Poi per quel piccolo campione la svolta e il tennis è diventata la sua strada. A stargli accanto, sempre, la famiglia: mamma e papà e il fratello Mark.

Jannik Sinner, dallo sci al tennis: evoluzione di un campione

Jannik Sinner sembra essere una di quelle persone tenaci e caparbie che mettono tutto loro stessi in ciò che fanno. E lui non solo ha raggiunto obiettivi importanti, ma è riuscito a farlo in due sport così diversi come lo sci e il tennis.

La sua carriera sportiva, infatti, è preso il via proprio con gli sci ai piedi. Ha iniziato a sciare a soli quattro anni e nel corso del tempo ha ottenuto delle belle soddisfazioni: basti pensare che a otto anni è diventato campione italiano di gigante, a 12 si è piazzato secondo.

Ma poi la sua strada ha cambiato rotta e il tennis, l’altro sport che praticava, diventa quello che vuole fare. E la determinazione si vede già lì: a 13 anni quando decide di “appendere gli sci ai chiodi”. Sempre appoggiato dai suoi genitori che lo hanno accompagnato da lontano in tutto questo percorso sportivo ricco di soddisfazioni. Ora di fronte a lui ci sono ancora pagine bianche, tutte da scrivere.

Una foto Instagram di diversi anni fa di Jannik Sinner con sua mamma
Fonte: Instagram
Una foto Instagram di diversi anni fa di Jannik Sinner con sua mamma