Christoph Waltz, dalla tv al successo dei film con Tarantino

La carriera di Christoph Waltz, l'attore austriaco interprete dello spietato colonnello Landa in 'Bastardi senza gloria'.

Probabilmente solo poche lo conoscevano prima del 2009, anno in cui usciva il brillante Unglorious Basterds: stiamo parlando di Christoph Waltz, l’attore austriaco divenuto celebre tra il grande pubblico grazie all’interpretazione del colonnello nazista Hans Landa, nel film diretto da Quentin Tarantino. Waltz è nato a Vienna nel 1956 da genitori attivi nel mondo dello spettacolo. Nei primi anni della sua carriera ha preso parte a progetti in Germania, Austria e Svizzera, soprattutto per il piccolo schermo (è comparso anche in una puntata del Commissario Rex), recitando in diversi film per la televisione.

IL SUCCESSO
Il grande salto verso la popolarità mondiale è coinciso con la collaborazione con Tarantino in occasione del film Bastardi Senza Gloria, campione d’incassi nel 2009 con 321 milioni di dollari: in questa pellicola Waltz da fondo a tutta la sua abilità interpretativa, recitando in francese, tedesco, inglese ed italiano (benché parli solo le prime tre) e guadagnandosi un meritato premio oscar come migliore attore non protagonista, oltre a un Golden Globe. Il fortunato sodalizio con il regista americano è proseguito nel 2012 con Django Unchained, un western che vede Waltz nei panni del dottor King Schultz. Anche questa volta la sua recitazione è stata premiata con un Oscar e un Golden Globe, oltre che con un BAFTA.

UNA FACCIA DA CATTIVO
La recitazione di Christoph Waltz si presta in maniera molto efficace al ruolo del “villain”, il cattivo: lo testimoniano chiaramente le interpretazioni del colonnello Landa, subdolo e spietato calcolatore, e Ernst Stavro Blofeld, il malvagio personaggio dell’ultimo episodio cinematografico di James Bond. Dal 2009 l’attore di Vienna è stato incluso nel cast di produzioni di successo prevalentemente nel genere action e nella commedia: nel 2012 ha recitato ne I tre moschettieri, nel 2014 è stata la volta del film di fantascienza The Zero Theorem diretto da Terry Gilliam, e sempre lo stesso anno si registra la sua interpretazione nel divertente Come ammazzare il capo… e vivere felici. Accanto a questi ruoli, Waltz ha dato dimostrazione delle sue qualità di attore drammatico in Carnage di Roman Polansky e Big Eyes di Tim Burton. Nel 2015 lo abbiamo visto in Spectre con Daniel Craig nel ruolo di Ernst Stavro Blofeld, il cattivo di turno. Inoltre è stato annunciato il suo debutto alla regia, con la pellicola The Worst Marriage in Georgetown, attualmente in fase di lavorazione.

VITA PRIVATA
Relativamente alla vita privata, Christoph Waltz è padre di tre figli, avuti dalla prima moglie, dalla quale si è separato per unirsi con l’attuale compagna, la costumista Judith Holste. La coppia viaggia spesso tra Los Angeles, Berlino e Londra, città dove entrambi i coniugi amano soggiornare e lavorare. Benché abbia un passaporto tedesco e conduca una vita itinerante, Waltz dichiara di sentirsi viennese al 100%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Christoph Waltz, dalla tv al successo dei film con Tarantino