Quando coltivare i pomodori

Conoscere come e quando coltivare i pomodori è importante per portare tutto l'anno sulla tavola un alimento versatile ricco di vitamine e sali minerali

Quando coltivare i pomodori? Ogni stagione porta determinati frutti e fiori. In estate moltissimi prodotti della terra completano il loro ciclo produttivo. Il pomodoro è un concentrato di salute e ha forme diverse secondo le differenti varietà. La sua vivace colorazione è dovuta a due pigmenti: la licopina (color rosso) e la carotina (color giallo). Coltivare i pomodori è molto semplice, perché la pianta si adatta a qualsiasi tipo di terreno, anche se predilige un terreno dal Ph lievemente acido. E’ una pianta che gradisce il caldo, la temperatura ideale è 20-23°C.

In genere si preferiscono acquistare le piantine di pomodoro dal vivaio e trapiantarle nel terreno. Il periodo adatto è fine aprile quando le gelate sono lontane e il clima è più caldo. Una volta stabilito quando coltivare i pomodori, si preparano delle file nel terreno distanti 70-120 cm l’uno dall’altra. Si mette del fertilizzante, si bagna la terra e poi si trapiantano le piantine scavando delle buche profonde 10-15 cm. Nella fase di germinazione le annaffiature sono normali, più copiose in seguito.

E se si decide di partire dai semi, quando coltivare i pomodori? In questo caso il processo è più laborioso. Occorrono dei vasetti del diametro di 8-10 centimetri. In ogni vasetto vanno messi 3-4 semi. Il periodo per fare questa operazione è verso la fine dell’inverno. Le sementi devono essere custodite in un luogo chiuso. Soltanto in primavera, è possibile trasferire i vasetti all’esterno della casa facendo attenzione a non esporle direttamente al sole e al freddo della notte. Una volta che le piantine hanno raggiunto l’altezza di 15 centimetri, si possono trapiantare nell’orto o direttamente in un vaso e sistemarlo sul terrazzo.

Il pomodoro è un protagonista in tavola, la raccolta avviene dai primi giorni di maggio a tutto agosto. Tuttavia in molte zone, in cui il clima è sempre mite, la produzione non subisce praticamente alcuna interruzione durante tutto l’anno. A seconda delle varietà, vi sono tipi di pomodori che proliferano continuamente, altri che arrestano presto il loro sviluppo. Alcune piante durante la crescita necessitano di supporti per potersi arrampicare. Man mano che si sviluppano in altezza i pomodori vengono fissati al sostegno con dei lacci. Oltre alla conserva si può preparare il pesto di pomodori secchi, per condire pasta e tartine da servire come sfizioso antipasto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quando coltivare i pomodori