Manutenzione periodica degli elettrodomestici

Per risparmiare e rendere più efficienti i nostri elettrodomestici occorre effettuare una manutenzione periodica. Ma non pensare che ci vogliano grandi abilità o che sia un'operazione che richiede tanto tempo, in molti casi puoi farlo da sola in poco tempo

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Per risparmiare e rendere più efficienti i nostri elettrodomestici occorre effettuare una manutenzione periodica. Ma non pensare che ci vogliano grandi abilità o che sia un’operazione che richiede tanto tempo, in molti casi puoi farlo da sola in poco tempo: ecco come!

Manutenzione elettrodomestici: ecco come farla

Sono molti gli elettrodomestici che necessitano di una manutenzione periodica. Si tratta di operazioni da effettuare mensilmente o, meglio ancora, settimanalmente. Non occorre fare tutto insieme, puoi tranquillamente programmare questo compito in giorni diversi in modo da fare tutto poco alla volta.

Frigorifero: la manutenzione del frigorifero è più semplice di quanto si possa pensare. L’operazione più importante è quella dello sbrinamento, che andrebbe effettuato almeno una volta al mese. Inoltre sarebbe bene pulire settimanalmente i ripiani e il filtro in modo da garantirti igiene e performance risparmiando sprechi energetici. È molto importante anche accertarsi che il frigo sia sufficientemente distante dalla parete per garantirne una corretta aerazione posteriore prevenendo così il surriscaldamento. È anche importante pulire, almeno una volta al mese, la serpentina posteriore del frigorifero.

Lavatrice e lavastoviglie: per quanto riguarda questi due elettrodomestici è di vitale importanza pulire bene il filtro una volta alla settimana. Inoltre è fortemente consigliabile usare un prodotto anti calcare in modo da evitare che comprometta il corretto funzionamento. Per mantenere puliti i filtri interni e le guarnizioni, una volta al mese avvia un ciclo “a vuoto” con un buon prodotto detergente specifico abbinato ad un lavaggio ad alte temperature (90°). Eviterai l’accumulo di sporco nei tubi di scarico, evitando anche i cattivi odori che questi accumuli provocano.

Ferro da stiro: anche la manutenzione del ferro da stiro è importante. Oltre ad utilizzare sempre l’acqua distillata in modo da evitare che si otturino i forellini di uscita del vapore, puliscilo settimanalmente eliminando i residui dalla piastra e dai forellini del vapore. Se non utilizzi l’acqua distillata, utilizza mensilmente un prodotto specifico per la pulizia del ferro da stiro come questo.

Aspirapolvere: a sacco o senza non ha molta importanza, se l’aspirapolvere funziona male ti obbligherà a consumare molta più energia e a dedicare più tempo alla pulizia aumentando anche i consumi di corrente elettrica. Il filtro va smontato dopo ogni utilizzo o una volta alla settimana e pulito bene con un pennellino o un panno cattura-polvere. Anche la parte inferiore (quella che aspira, per intenderci) va privata da ogni residuo di sporco, briciole e capelli. Se hai la fortuna di avere un giardino ed un compressore, una volta al mese smonta i filtri e soffiali per bene per eliminare ogni traccia di polvere e peli.

La caldaia: la manutenzione per la tua sicurezza

La manutenzione della caldaia è indispensabile non solo per limitarne i consumi, ma per la sicurezza tua e della tua famiglia. È un aspetto davvero importante: i controlli vanno fatti con cadenza annuale.

A meno che tu non abbia le giuste competenze, affidati ad un professionista, ad una ditta specializzata che si occupi del controllo dei fumi, dell’efficienza e che ti avverta subito se qualcosa non va.

Personalmente mi sento di sconsigliare il fai da te, perchè è una questione delicata e da non sottovalutare. Il rischio è quello di incidenti, anche gravi, e sono certa che tu non lo voglia!

Manutenzione del forno, forno a microonde e piano cottura

Se il forno o il microonde funzionano male, i consumi saliranno molto e, di conseguenza, la bolletta sarà più salata. Per fortuna ci sono semplici gesti che puoi fare per garantirne la corretta manutenzione.

Forno: ogni volta che termini la cottura, togli le teglie e lavale subito insieme alle altre stoviglie. Se necessario tienili un po’ a bagno in modo da ammorbidire le incrostazioni. Le pareti, invece, andrebbero pulite con un detergente apposito almeno una volta al mese e, per evitare l’accumulo di sporco sulle pareti (che porta a dispersione di calore) puliscilo dopo ogni utilizzo quando il forno è tiepido.

Microonde: per quanto riguarda il microonde la pulizia delle pareti interne andrebbe fatta con cadenza quindicinale. Oltre a questo è necessario asportare il piatto girevole e il supporto in modo da lavarli insieme alle stoviglie. Ti consiglio di eliminare la polvere anche dalla griglia posteriore in modo da evitare surriscaldamenti.

Piano cottura: anche la manutenzione del semplice piano cottura è importante. I fornelli, le piastre e i relativi supporti vanno puliti almeno due volte alla settimana. Questo ti consentirà di evitare che si otturino i fori da cui fuoriesce la fiamma e otterrai una cottura meno dispendiosa e più omogenea.

Macchina del caffè e altri elettrodomestici

È importante mantenere sempre puliti ed efficienti anche i piccoli elettrodomestici come la macchina per il caffè, la piastra per i toast, il frullatore, il mixer e tutto ciò che utilizzi per preparare le tue migliori ricette.

La macchina del caffè in particolare merita attenzione perchè se piena di calcare o otturata non solo consumerà di più, ma ti produrrà un espresso dal gusto spiacevole. in commercio esistono delle bustine apposite di anti-calcare che vanno sciolte nella vaschetta dell’acqua. Fatto questo, ti basterà azionare la macchina come se dovessi farti un caffè e lasciarla svuotare totalmente. Successivamente dovrai effettuare altri cicli con acqua pulita in modo da eliminare ogni residuo.

Tutto ciò che ha una piastra va pulito bene a freddo dopo ogni utilizzo in modo da non ritrovarsi residui nel cibo e allo stesso tempo evitare sprechi di energie.

I frullatori, i mixer e le planetarie vanno smontate completamente almeno una volta alla settimana e lavati con cura in lavastoviglie (assicurati che si possa fare) o a mano, con un normale detersivo per piatti.

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

Manutenzione periodica degli elettrodomestici