Come realizzare un libro sensoriale

Per aiutare i tuoi bimbi a sviluppare la propria creatività, punta sui libri tattili: ecco come realizzarne di bellissimi con il fai da te!

Hai mai sentito parlare di libri tattili? Si tratta di libri sensoriali ideali per stimolare la curiosità e creatività dei bambini, un ottimo strumento per apprendere svariati concetti. Sono libri belli e colorati e davvero molto utilizzati, soprattutto per lo sviluppo tattile dei bambini. Avvicinare i più piccoli al mondo dei libri è di fondamentale importanza: aiuta moltissimo, non solo a rendere il mondo che ci circonda un luogo tutto da scoprire, ma anche imparare a distinguere i colori, le immagini e, ovviamente, i materiali. Un bambino può iniziare a prendere confidenza con i libri tattili già a pochi mesi, addirittura quattro o cinque.

Anzi, prima si inizia e meglio è! All’inizio i bambini potrebbero sembrare poco interessati e coinvolti dalla novità, ma fidati che a un anno di vita non potranno più farne a meno. I libri sensoriali per bambini assomigliano molto ai classici con immagini molto colorate e brevi storie e, in un certo senso, è proprio così. La vera differenza sta proprio nel materiale di cui sono composti: stoffe varie e rilievi. Il feltro è il materiale più utilizzato per la realizzazione dei libri sensoriali. Sì, da piccolissimo un bambino ha la necessità di andare alla scoperta di tutto ciò che lo circonda e lo sviluppo delle abilità e competenze si sviluppa attraverso una serie di fasi: sono proprio queste a permettergli di scoprire e prendere piena consapevolezza del mondo che lo circonda.

Man mano che cresce, e intorno ai cinque mesi di vita, il bambino impara a interagire con gli oggetti toccandoli e afferrandoli, ma anche osservandoli e portandoli alla bocca: tutte queste azioni, completamente spontanee e naturali, servono per capire di che materiale sono fatti i libri. Dunque, il libro tattile è indispensabile per queste fasi della vita, ovvero le iniziali e più importanti. Quelle che aiutano i più piccoli a scoprire la realtà per come è esattamente. Questo genere di attività, ovviamente, è molto utile per suscitare emozioni e sensazioni, le quali possono essere piacevoli o meno, a discrezione del bambino in questione.

Libri tattili: a cosa servono esattamente?

Il libro tattile non è per nulla uno strumento ormai superato, anzi, mette a disposizione il suo vantaggio creativo. Poi, è l’ideale per stimolare la creatività dei più piccoli, unendo l’utile al dilettevole. Unisce due principi fondamentali per la crescita: quello manipolativo e quello oggettuale ed è un ottimo metodo per educare alla lettura. Questa, infatti, appare ormai così poco diffusa, a tratti quasi dimenticata, ma è fondamentale per una buona presa di coscienza e conoscenza di ciò che ci circonda. Tendenzialmente, i libri tattili sono realizzati con diversi materiali: plastica, lacci, rilievi, feltro, bottoni e molto altro. Tutto ciò che è possibile toccare concretamente. Inoltre, includono la presenza di diverse trame, colori, immagini.

I libri tattili, sono stati superati negli ultimi anni da moltissime innovazioni tecnologiche: smartphone, tablet, pc, playstation e molto altro. Allo stesso tempo, però, rimangono uno degli strumenti fondamentali per l’apprendimento dei bambini piccoli, nonché uno dei più sfruttati dagli insegnanti. Ciò non significa assolutamente che l’evoluzione tecnologica non vada sfruttata per l’apprendimento dei più piccoli, ma sono se proposta in maniera costruttiva. Molto spesso, purtroppo, non è assolutamente così se si considera che uno smartphone viene dato a bambini di un anno per farli distrare. Nonostante e svariate avvisaglie, oggigiorno vediamo bambini sempre più piccoli completamente ipnotizzati davanti allo schermo di un tablet, proprio come se si trattasse di una cosa del tutto normale.

Invece, sarebbe il caso di proporre ai più piccoli giochi più istruttivi e consoni alla loro età. La tecnologia può essere un bene, ma solo se usata con intelligenza. I libri tattili sono ovviamente un grande strumento di apprendimento, ma è bene porre molta attenzione anche in questo caso: trattandosi di bambini molto piccoli, è bene essere scrupolosi circa i materiali utilizzati. Ad esempio, se stai creando il tuo libro sensoriale home made, è bene utilizzare materiali non pericolosi, tantomeno così piccoli da poter essere ingeriti facilmente da un bambino di pochi mesi.

Libri tattili fai da te

Sin da piccolissimi, i bambini dovrebbero imparare a sviluppare un buon rapporto con la lettura. Ovviamente, si spera in un rapporto duraturo! Ad ogni modo, sta proprio a noi adulti cercare di creare nel bambino curiosità rispetto al mondo esterno, utilizzando proprio i libri tattili. Infatti, i libri tattili possono essere utilizzati in svariati modi: i più piccoli possono sfogliare il libro, sentire la consistenza delle pagine, prendere confidenza con nuovi materiali e divertirsi davanti ad immagini coloratissime. Nelle cartolerie, ma anche nelle librerie, è possibile trovare libri tattili di qualsiasi materiale e colore, ricchi di storie divertenti, immagini colorate. Insomma, chi più ne ha, più ne metta! Storie perfette per tutti i bambini e per tutti i gusti. Ma se sei una persona creativa e desideri realizzare qualcosa di davvero unico ed inimitabile, puoi pensare di comporre un libro tattile fai da te utilizzando tutti i materiali che hai a disposizione a casa. Un libro sensoriale personalizzato sarà sicuramente molto apprezzato dal tuo piccolo. E allora, mamme creative fatevi sotto!

Libri tattili con lettere e numeri

Come imparare l’alfabeto e a contare? È molto semplice: con un bellissimo libro tattile fai da te. Colorato e divertente, proprio come piace ai più piccoli! Imparare non sarà più noioso grazie a questo metodo di apprendimento creativo e curioso. Dopo aver scelto il materiale che più preferisci, procedi e ritaglia lettere e numeri da incollare. Questo tipo di libro è ideale per i bambini che frequentano le scuole elementari che, comunque, hanno già avuto un primo contatto con le tabelline e l’alfabeto. Sfrutteranno questo libro tattile fatto in casa per perfezionare le loro conoscenze. Anche tu che sei adulta, ti farai trasportare da questo mondo ludico e magico!

Libri tattili in feltro

Il feltro è uno dei materiali più utilizzati per la realizzazione dei libri tattili. Puoi realizzare un libro sensoriale feltro molto divertente e colorato, ma allo stesso tempo istruttivo per il tuo bambino. Realizzarlo è, tutto sommato, abbastanza facile: realizza un libro che possa essere sfogliato e fai in modo che, allo stesso tempo, ogni pagina possa essere staccata e riattaccata a piacimento dei bambini. Ovviamente, tutto questo è possibile utilizzando un grosso nastro che tiene legate insieme le schede. Così facendo, avrai la possibilità di aggiungere storie nuove ogni qualvolta lo vorrai. Ti starai chiedendo, però, come cucire questo libro tattile in feltro, giusto? E hai proprio ragione! Non sono necessarie grandi doti, ma solo un po’ di precisione e accuratezza. Utilizza dei fogli in feltro Velour: morbido, piacevole al tatto e molto semplice da cucire.

Creare le pagine è un vero gioco da ragazzi: procurati del feltro colorato e ricava una serie di quadrati allegri e divertenti. Ogni rettangolo, piegato ovviamente in due, sarà di 35×16 centimetri, circa. A questo punto, puoi scegliere di posizionare su ogni pagina una serie di sagome raffiguranti oggetti, piante, fiori, animali e ciò che più ti ispira. Ripassa i contorni di ogni oggetto con una matita per renderli il più reale possibile. Con la macchina da cucire, poi, passa sopra le linee fatte a matita e con alcuni bottoncini automatici fissa le sagome al feltro. In questo modo, le figure potranno essere attaccate e staccate dai bambini. Lungo i bordi, è bene applicare una serie di occhielli per poter rilegare l’intero libro ordinatamente. Per realizzare i bordi, è bene tagliare un rettangolo di feltro di circa 8×16 centimetri e legare il tutto con nastro che passa attraverso gli occhielli.

Libro tattile realizzato con materiale riciclabile

Se sei una mamma tutta “green”, puoi anche pensare di realizzare un libro tattile con materiale riciclabile. Fa bene al tuo bambino e sicuramente all’ambiente! Ritaglia una serie di pagine da del cartoncino e ricoprile con del feltro di tanti colori diversi. Su ogni pagina va realizzata un’illustrazione, piuttosto che una sagoma o una figura, anche in rilievo se si desidera, utilizzando i materiali più disparati. Ad esempio, se stai realizzando una pecorella, puoi utilizzare benissimo della lana di un vecchio maglione che ormai non utilizzi più da diverso tempo. questo renderà il libro molto più interessante, soprattutto al tatto del bambino.

Se ne sei capace, sarebbe bene cucire il libro in ogni sua parte, in modo da evitare che si rompa facilmente. Non porti limiti, viaggia anche tu con la fantasia e crea storie nuove e divertenti per il tuo bambino. Ricorda sempre, però, di utilizzare materiali sicuri e che stimolino i sensi dei più piccoli: sbizzarisciti, dal più morbido fino ad arrivare al più ruvido. Tra i materiali riciclabili che puoi utilizzare abbiamo: piume sintetiche, lana, vecchia carta da regalo, tulle e tutto ciò che hai a portata di mano. Tutti i materiali possono essere rivisitati! L’obiettivo è proprio quello di far sperimentare al piccolo, attraverso le storie ed i sensi, nuove realtà.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come realizzare un libro sensoriale