Come rimettere in sesto la bici

A primavera inoltrata è ora di togliere la bici dal ripostiglio e dedicarsi a lunghe pedalate nei pomeriggi assolati. A dirla così, sembra semplice. Ci sono però una serie di accorgimenti che è necessario osservare per non ritrovarsi in mezzo a una strada di campagna con la bici rotta. Ecco qualche consiglio per rimettere in sesto al meglio quella che sarà un’amica fedele fino alle prime brezze d’autunno. 

– Per prima cosa gonfiate le gomme per verificare che non siano bucate. Controllate poi in che condizioni sono i copertoni e se eventualmente sono da sostituire.

– Dedicatevi a una pulizia sommaria e preliminare per rimuovere fango, polvere ed eventuali ragnatele. Per il telaio potete ricorrere a un pennello non troppo duro, da usare a secco e da accompagnare eventualmente con un panno morbido. Se è molto sporca sarà necessario far ricorso a una spugna e a un secchio d’acqua. Asciugate poi la bici accuratamente con una pelle di daino.

– Dovete adesso occuparvi della manutenzione della catena, uno dei passaggi più "antipatici" di tutto il processo. Stendete dei fogli di giornale o vecchi stracci sul pavimento per sistemarvi la bici e sporcare il meno possibile. Munitevi di un recipiente con benzina o gasolio e di un pennello a setole dure. Intingete il pennello nella benzina e cominciate a spennellare la catena. Attenzione agli schizzi, che non mancheranno! Tolta ogni traccia di sporco dalla catena e da tutti gli altri componenti, non vi resta che asciugare il tutto prima di passare alla fase della lubrificazione.

– La lubrificazione è fondamentale per garantire alle parti in movimento il massimo della scorrevolezza e della durata. Miscelate l’apposito lubrificante (olio teflonato o altro) con della benzina (3 parti di benzina per 2 parti d’olio) e spalmate il composto ottenuto sulla catena con un pennellino non troppo duro. Esistono in commercio prodotti oliatori con cui passare, goccia a goccia, tutte le maglie della catena. Il trattamento va ripetuto per tutte le parti parti che originano attriti quali leve e archetti dei freni, l’interno delle guaine, i cuscinetti dei pedali.

– Pulite e lubrificate le parti in movimento del sistema dei freni, controllate le molle dei cavi e l’archetto e verificate di non aver stretto eccessivamente le viti. Osservate il cavetto d’acciaio con attenzione e, se mostra segni di usura, sostituitelo  prima che si rompa. Controllate che i pattini dei freni non siano consumati. Nel caso, sistituiteli.

– Pulite frequentemente i contatti della dinamo dell’impianto di illuminazione. Nel caso di una luce applicabile, controllate che la pila sia carica.

– Controllate che tutte le viti, i dadi e i bulloni siano ben stretti, con particolare attenzione alle viti di tutti gli organi della trasmissione.

Lucidate le parti non verniciate, quali manubrio, tubo del sellino, pedivelle, forcella, copri-catena, cerchioni e raggi delle ruote con un apposito prodotto per le parti cromate.

Applicate un cestino davanti al manubrio, utile per trasportare la spesa o la borsa, ma attente a non farvela scippare! 

Come rimettere in sesto la bici