Bici senza pedali: la nuova frontiera dell’equilibrio su due ruote

La balance bike, popolare nel Nord Europa, trasforma i bimbi in piccoli ciclisti con naturalezza e senza sforzo

A cura di

Dopo i mesi di torpore invernale, non c’è niente di meglio che passare qualche ora fuori casa con i propri bambini. Giocare all’aria aperta fa bene al corpo e alla mente, perché oltre a rafforzare le difese immunitarie, l’attività fisica ha effetti benefici sullo sviluppo cognitivo e relazionale.

Tra tutti i giochi da fare all’aperto, uno dei più popolari è sicuramente andare in bicicletta: sfrecciare su due ruote regala infatti una sensazione di libertà impagabile. La bici, però, può diventare anche una fonte di frustrazione; per i più piccoli, imparare a stare in equilibrio richiede tempo e tanta pratica, e non è raro, per un genitore, perdere la pazienza o farsi prendere dall’ansia per la paura di una brutta caduta. La soluzione c’è e arriva dal Nord Europa: stiamo parlando della bici senza pedalibalance bike (letteralmente “bici dell’equilibrio”), uno strumento che ha rivoluzionato l’approccio al mondo della bicicletta. Nei prossimi paragrafi scoprirete perché dovreste farla provare ai vostri bambini.

Addio rotelle: perché la bici senza pedali è la scelta migliore

Come suggerisce il nome stesso, questa speciale bicicletta ha esattamente la stessa struttura di una bici tradizionale, ma è priva di pedali: per utilizzarla, i piccoli ciclisti non devono fare altro che spingersi con i piedi reggendosi al manubrio. I genitori abituati alla classica bicicletta con le rotelle potrebbero avere qualche perplessità e perfino pensare che questo strumento sia pericoloso. In realtà, data l’assenza di supporti, i bambini saranno costretti ad allenare l’equilibrio fin dal primo tentativo, confrontandosi da subito con i movimenti tipici della bici “da grandi”, che le rotelle aggiuntive non permettono di sperimentare. In questo modo, passare alla normale bicicletta sarà istintivo e per nulla traumatico, perché il bambino avrà già imparato le abilità motorie necessarie.

Se ancora non siete convinti, pensate che la velocità che si può raggiungere con una bici senza pedali rimane moderata e gestibile, proprio perché l’unica spinta è data dalle gambe; al contrario, la bici con pedali e rotelle permette di sfrecciare molto più velocemente, e il rischio di perdere il controllo è di gran lunga maggiore.

Come individuare le dimensioni adatte?

La maggior parte delle bici senza pedali in commercio è pensata per bambini di età compresa tra i 18-24 mesi e i 5-6 anni, dopodiché si può passare alla bici tradizionale. Per essere sicuri che il modello scelto sia adatto al vostro bambino, assicuratevi che, una volta in sella, i suoi piedini arrivino al terreno senza fatica. Se desiderate acquistare la bici online, però, vi basterà basarvi sulla lunghezza dell’interno gamba di vostro figlio. Chiedetegli di stare diritto contro una parete e di reggere un libro tra le gambe; a questo punto, utilizzate un metro per misurare la distanza tra il cavallo e il pavimento: se l’altezza minima del sellino è inferiore al valore ottenuto, la bici potrà essere inforcata in tutta sicurezza.

Una bici senza pedali per ogni esigenza

La popolarità della bici senza pedali è in aumento: anche i modelli disponibili in commercio, dunque, sono sempre di più, motivo per cui non è difficile trovare quello più adatto alle proprie esigenze e alle proprie tasche. Chi ha un debole per i giocattoli tradizionali, ad esempio, può puntare su una balance bike in legno. Se invece preferite puntare sulla durata, magari perché pensate di passare la bici a un eventuale fratellino o sorellina, vi consigliamo di optare per un modello in acciaio o in alluminio: le bici di questo tipo sono più simili a quelle per adulti che a un giocattolo, e sono pensate per essere più resistenti a urti e cadute, ma anche all’umidità del parco giochi.

Bici senza pedali: la nuova frontiera dell’equilibrio su due&nbs...