Come rianimare fiori e piante al rientro dalle vacanze

Se, come prevedibile, al rientro dalle ferie le vostre piante non saranno in splendida forma, ecco qualche consiglio per rianimare queste povere creature rimaste troppo a lungo senza acqua, con il terriccio completamente secco, gli steli disidratati, le foglie floscie e opache:

– Prima di tutto, l’acqua che utilizzate per rianimare una pianta deve essere a temperatura ambiente. Quella fredda potrebbe provocare uno shock termico
– Immergete il vaso  fino a una metà della sua altezza in un secchio pieno d’acqua e lasciatelo per 3-4 ore. Poi fatelo sgocciolare su uno straccio e rimettetelo nel sottovaso 
– Eliminate i rami e le foglie secche, in modo che possa avvenire la produzione di nuovi rami  
Recidete i "fili", ossia quei rami lunghi e sottili che si sono sviluppati perché la pianta prendesse più luce
Spolverate le foglie, cresceranno più sane. Basta usare uno straccio bagnato col quale pulirete foglia per foglia. 
– Nebulizzate le chiome con acqua distillata o comunque non calcarea (l’acqua piovana o quella raccolta dal condizionatore).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come rianimare fiori e piante al rientro dalle vacanze