5 stanze per maniaci dell’ordine

Una casa perfetta senza niente fuori posto? Scopri i trucchi più utili per tenere in ordine gli ambienti

Foto di Mara Locatelli

Mara Locatelli

Giornalista e Seo content creator

Giornalista, scrittrice, Seo copy. Collaboro con aziende per migliorarne la visibilità on line. L’arredamento è uno dei miei temi: in cantiere una newsletter su interior design.

Con i ritmi frenetici e gli impegni della routine quotidiana non è facile avere una casa sempre impeccabile, soprattutto quando per la fretta si tendono a rimandare le piccole cose. Invece, il segreto di chi sa come tenere in ordine la casa senza fare fatica è proprio non rimandare mai. Insieme a qualche altra buona abitudine, che oggi cercheremo di memorizzare, imparare come organizzare i diversi ambienti è fondamentale anche per facilitare la vita di chi si occupa di fare le pulizie. I trucchi per riordinare la casa si riassumono nel caro vecchio detto: non rimandare a domani quello che puoi fare oggi.

Facile a dirsi, ma se il tempo manca?

Il primo passo è circondarsi di soluzioni per lo storage. Armadi, ceste, mobili contenitore, cassetti, scaffali sono necessari per riuscire a tenere in ordine le stanze, a patto che non si trasformino nell’alibi per l’accumulo compulsivo. Ammettiamolo, abbiamo più oggetti di vario genere di quanti ce ne servano davvero. La gran parte di quello che possediamo non solo è inutilizzato ma molte cose nemmeno ricordiamo di averle. Ecco perché conviene adottare il metodo Marie Kondo e cominciare a fare una pulizia seria, separando quello che ci serve e che usiamo dal resto. Da questo resto avanzato possono uscire sia materiali che, se smaltiti correttamente, forniscono risorse riciclabili, sia doni per chi ne ha davvero bisogno.

I trucchi per tenere in ordine la casa

Per non scoraggiarsi, l’ideale è affrontare il compito a piccoli passi. Il punto di arrivo è riuscire a tenere in ordine la casa senza fatica. Il punto di partenza è un piano che ti permetta di affrontare una stanza alla volta. Puoi dedicare un giorno alla settimana a riordinare una camera alla volta, con una puntuale operazione di decluttering, affronta un cassetto alla volta, un ripiano alla volta e via via svuota, ripulisci e riordina.

Vedere la differenza tra uno scaffale riordinato e un altro ancora sottosopra ti incoraggerà a proseguire. Mentre fai questo lavoro devi essere razionale, non cedere all’istinto dell’accumulo, piuttosto prepara una cesta destinata agli oggetti che esiti a buttare o a donare e che una volta terminate tutte le operazioni di riordino della casa andrai a ricontrollare.

Con un po’ di senso pratico ti rendi conto che, se devi spostare una massa di soprammobili per raggiungere il raccoglitore con i documenti della casa o che non puoi arrivare alla libreria senza prima scavalcare ceste di giocattoli, significa che in casa tua o ci sono troppi oggetti superflui o mancano i mobili dove racchiuderli.

Un buon sistema per entrare nel mood giusto ed efficace per riordinare la camera, il salotto o  qualsiasi altra stanza della casa è vederle secondo il Feng Shui: l’ingresso rappresenta le tue relazioni con gli altri, il soggiorno è il tuo cuore, la cucina il tuo stomaco, la camera da letto la tua privacy, gli armadi il tuo corpo, la cantina è il tuo passato e la soffitta il futuro. Se visualizzi queste aree quando entri in ciascun ambiente, questo esercizio ti aiuterà a imparare meglio come tenere in ordine la casa, organizzarla e ripulirla.

Soluzioni per tenere in ordine l’ingresso

Nell’ingresso lo spazio di solito è ridotto. Per ottimizzarlo, opta per l’efficace trio: mensole, armadio e specchio. Quando l’altezza lo consente, fa sempre comodo realizzare un controsoffitto parziale da usare come ripostiglio per le valigie o per gli addobbi natalizi, albero e presepe compresi. Se l’ingresso non è abbastanza ampio da ospitare un armadio guardaroba per cappotti, borse e scarpe, puoi creare una piccola cappottiera ricavando un mobile ad angolo con una struttura in cartongesso.

Un’altra soluzione per tenere in ordine l’ingresso è sistemare una panca contenitore che nasconde le scarpe all’interno e sopra offre l’attaccapanni per le giacche. Aggiungi consolle su cui appoggiare tre piccoli cestini, uno per raccogliere la posta, uno per le monete e un terzo per chiavi e telecomandi di garage e cancelli: vedrai che senza seminare questi oggetti in giro sarà più facile tenere in ordine la casa. Non hai spazio per il mobile? Basta creare una composizione di mensole su cui sistemare i cestini, magari accanto a uno specchio sempre strategico all’ingresso. Ricorda, se hai dei bambini metti a terra un grande solo per le loro scarpe: impareranno a essere autonomi anche nel tenere in ordine le loro cose.

Tenere in ordine la casa: comincia dalla cucina

Le cucine oggi non sono più quelle di un tempo. Sono ambienti che sorprendono con soluzioni innovative e organizzazioni geniali pensate per semplificarci la vita. I grandi elettrodomestici si nascondono dietro le ante dei mobili, i piani cottura sono quasi invisibili, gli angoli sono allestiti con meccanismi a estrazione e rotazione a 360°, i cassetti sono dotati di separatori e contenitori estraibili così che ogni utensile trovi il suo posto, gli schienali sono attrezzati con vassoi estraibili che permettono di tenere in ordine perfino l’occorrente per la colazione, pronti per essere staccati e portati al tavolo. Con simili premesse tenere ordinata una stanza come la cucina non diventa davvero facile.

Dimezza le stoviglie

Sai che utilizziamo mediamente un terzo delle stoviglie che possediamo? Del resto è difficile immaginare di usare 30 tazze, 120 piatti,  25 ciotole, 80 bicchieri a meno di non organizzare ricevimenti tutto l’anno. Quindi, soprattutto se non hai una cucina enorme, tieni solo la quantità di piatti, ciotole, tazze, bicchieri e utensili di cui hai davvero necessità. Se possiedi dei servizi che vuoi usare nelle occasioni speciali, spostali in un armadio di un’altra stanza, per esempio la madia in soggiorno, così da liberare spazio utile nei mobili in cucina. A quel punto, impila i piatti per categoria così che siano immediatamente visibili, perché tutto ciò che si confonde diventa difficile da trovare e da rimettere a posto.

Operazione piano di lavoro deserto

Non accumulare disordine sul tuo piano di lavoro, quando è vuoto diventa più facile da tenere in ordine e sempre ben pulito. Il grande problema del piano di lavoro è la gestione dei piccoli elettrodomestici. Fai tua questa buona regola: sono tollerati solo quelli di uso quotidiano. Quindi non tenere centrifuga, tostapane, bollitore e frullatore in bella vista, se il massimo della tua colazione quotidiana è un caffè al volo. Metti via tutto nell’armadio, insieme a friggitrice, nonna papera e planetaria. Riponi più in fondo o nel ripiano più alto del pensile i piccoli elettrodomestici che non usi mai (sei proprio sicura di non voler regalare qualcosa a chi ne saprebbe fare buon uso?) e più a portata quelli che ti possono servire.

Metti ordine anche nella dispensa

Se la cucina è ordinata, dispensa compresa, basta il colpo d’occhio per sapere che cosa manca. Se è tutto sparso, diventa impossibile orientarsi. Nei generi alimentari è fondamentale fare un controllo completo ogni sei mesi e verificare i cibi in scadenza. Considera di organizzare l’interno di armadi e cassetti con alzatine e divisori regolabili per creare aree a tema tra dolce, salato, spezie, conserve, pasta e cereali. Acquista contenitori ermetici per mettere i pacchetti aperti di prodotti da forno ed evitare la diffusione di briciole.

Occupati anche del frigorifero, una volta messo in ordine e pulito, dentro e fuori, può essere uno spazio che ti aiuta a tenere in ordine la cucina con più facilità.

Come mettere in ordine il soggiorno

Insieme al bagno, il soggiorno dovrebbe essere la stanza più ordinata della casa perché è quella dove accogliamo gli ospiti che possono arrivare all’improvviso. Invece, spesso rischia di diventare un caos solo per il fatto che ci si trascorre più tempo e che non sempre il salotto è arredato con una quantità di mobili proporzionata a tutti gli oggetti, spesso inutili, che si accumulano.

Quando ciò che è esposto supera quanto è contenuto dentro a mobili, librerie e parete attrezzata, significa che è necessario dedicarsi a un accurato decluttering. Non ci sono trucchi per tenere in ordine la casa, infatti, se prima non si fa tabula rasa. Inizia con librerie, consolle e tavolini. Quindi passa al tavolino da caffè e al mobile con tv e videogiochi. Svuotali, valuta gli oggetti da conservare e poi mettili al loro posto.

Evita di impilare le riviste. Quando hai scelto quelle che davvero vuoi conservare, investi in un portariviste, in una grande cesta o scegli lo scaffale della libreria dedicata. Pensa anche a elementi di arredo funzionali come un mobiletto composto da contenitori o cassetti, meglio se ha un ripiano inferiore dove riporre riviste, scatole o cestini per cataloghi e telecomandi. Giornali, libri, fumetti, dvd che non usi, prendono solo polvere e fanno disordine possono avere una seconda vita: non esitare a donarli a biblioteche, ospedali, studi medici, penitenziari.

Prendi due capienti contenitori, ceste o box di plastica. In uno metti tutto ciò che non fa parte del soggiorno – come per esempio i giocattoli dei figli da spostare in camera da letto o i caricatori del telefono da tenere nel mobile all’ingresso – e in un altro tutto quello che si può regalare o buttare. Hai soprammobili e souvenir di viaggio sparsi ovunque? Il segreto di una stanza ordinata e pulita sta nel ridurre la loro quantità. Controllali uno per uno e sbarazzati di quelli che non ti piacciono più o non ti evocano ricordi particolari.

Indipendentemente da quanti siete in famiglia, tenere in ordine la casa e il soggiorno è più facile se hai sufficiente spazio per archiviare oggetti. Dopo aver ripulito il tuo soggiorno e sistemato quello che vuoi conservare, valuta la possibilità di aggiungere qualche mobile contenitore: oggi ci sono tavolini e pouf con vani portaoggetti che possono aiutarti a tenere in ordine il soggiorno senza alterare lo stile della stanza.

Come riordinare la camera da letto

Serve sempre un po’ di strategia per tenere in ordine la casa, e anche in una piccola camera da letto bisogna ingegnarsi per assicurarsi che ogni centimetro di spazio sia utilizzato bene. I vantaggi saranno molti, tra cui l’effetto accogliente e rilassante di una stanza ordinata dove è più facile riposare bene.

Inizia a riordinare la camera partendo dai comodini. Rimuovi qualsiasi cosa non sia necessaria e mettila in un cestino, questo significa togliere i libri che hai già terminato di leggere, gli orecchini che hai indossato tre giorni prima, lo sciroppo per la tosse che non hai più da settimane, matite e agendine. Ripeti la stessa operazione su ogni superficie: comò, panca, scrivania, poltrona, mensole… Poi passa all’interno, esamina i cassetti di scrivania, tavolo del trucco, comodini e comò e tira fuori tutto e suddividi il contenuto come sai: conservare, donare, buttare.

Uno dei trucchi per tenere in ordine la casa è avere mobili funzionali. Anche se ti piace lo stile minimale, puoi scegliere comodini che abbiano almeno un cassetto. Senza vani per lo storage è facile creare disordine impilando tutto. L’ideale invece è contenere gli oggetti visibili sulla superficie a una quantità minima indispensabile.

Sul comodino puoi tenere la vaschetta dove appoggiare i gioielli che togli prima di dormire, il libro con gli occhiali e la scatola dei fazzoletti. Puoi persino montare la lampada alla parete per non ingombrare la superficie dei comodini.

Per avere una stanza ordinata, questo deve essere il criterio che ti guida quanto affronti ogni mobile, postazione trucco compresa. Resisti alla tentazione di rimettere tutto nei cassetti, suddividi e soprattutto getta senza esitazione i prodotti che hanno compiuto un anno di vita. Procurati gli organizer, quelli per i cassetti ti saranno utili in diversi mobili. Un divisore per i cassetti della scrivania crea categorie separate per avere ogni cosa ha il proprio posto e lo stesso vale nel cassetto della postazione trucco. Oltretutto i separatori ti aiutano a impilare gli oggetti e quindi ti permettono di inserirne di più. Con le superfici svuotate e i cassetti ben organizzati, avrai la soddisfazione e la comodità di riordinare la camera rapidamente. Rimane da affrontare il compito di mettere in ordine l’armadio, ma questo è un argomento complesso che merita un capitolo a parte.

Soluzione per una stanza da bagno ordinata

Le dimensioni del bagno non contano, anche se è piccolo puoi comunque renderlo più organizzato, accogliente e funzionale. Per tenere in ordine la stanza da bagno bisogna cominciare a fare pulizia dentro gli armadietti. Quindi, suddividi i prodotti in tre categorie: conservare, regalare e gettare. Prendi il gruppo di oggetti e prodotti da conservare e crea una successiva separazione in base al tipo o all’utilizzo. In questo modo sarà più facile e immediato andare a colpo sicuro quando cerchi qualcosa.

Un bagno ben organizzato è più facile da pulire e da tenere in ordine. Scegli, quindi, quanto spazio dare al comparto parafarmacia, dove conservare cerotti, dentifricio, liquido per le lenti di contatto e così via: che sia un ripiano, un’anta o un mobiletto intero, usalo solo per quella categoria di prodotti. Non riempirlo troppo e non cercare di creare impossibili giochi di incastri se vuoi evitare che gli oggetti cadano quando lo apri o cerchi qualcosa.

Dopo aver ripulito e messo in ordine la stanza da bagno potresti accorgerti di avere bisogno di spazio extra. Una bella idea è aggiungere la scala portaoggetti che porta un look naturale a ogni stile d’arredo, ma soprattutto si adatta ai piccoli ambienti e fornisce spazio aggiuntivo. Oltre agli asciugamani, ai suoi pioli puoi appendere i cesti di filo metallico per riporre prodotti per l’igiene o accessori ingombranti, come phon e piastra per capelli.

Gli organizer trasparenti per il make up possono aiutarti a tenere in ordine il piano con i prodotti per le beauty routine quotidiana, liberando così spazio dentro a mobiletti e cassetti. I piccoli cesti di rattan appoggiati al pavimento sono un’idea elegante per conservare i rotoli di carta senza creare disordine.

Gli armadietti sotto il lavandino sono ottimi per riporre i detersivi: metti sul fondo le scorte e davanti tieni un contenitore o una bacinella da estrarre per usare i prodotti che servono per la pulizia quotidiana del bagno.

Infine, ricorda, seguire la regola less is more è sempre uno dei migliori trucchi per tenere in ordine la casa.