Consigli e suggerimenti per l’arredamento della cucina

Non sapete come arredare la cucina? Ecco una semplice guida che vi aiuterà a sfruttare gli spazi al meglio

Foto di Mara Locatelli

Mara Locatelli

Giornalista e Seo content creator

Giornalista, scrittrice, Seo copy. Collaboro con aziende per migliorarne la visibilità on line. L’arredamento è uno dei miei temi: in cantiere una newsletter su interior design.

Per imparare a capire come arredare la cucina di casa, devi considerare tutti gli elementi che concorrono a soddisfare le tue esigenze e conciliarli con lo spazio e il budget di cui disponi. Questo significa rinunciare allo stile? Tutt’altro. Oggi ci sono infinite soluzioni per arredare una cucina elegante e super attrezzata anche quando sei costretto a muoverti in ambienti dalle dimensioni ridotte.

La differenza, in termini di spesa, che corre tra arredare una cucina economica e scegliere invece proposte di maggiore qualità, spesso si ripaga con una maggiore durata dell’arredo. Considera che una cucina di buona qualità resiste in maniera impeccabile a un utilizzo quotidiano per almeno 25 anni  e che quelle di lusso durano anche tutta una vita, e poi fai i tuoi conti.

Arredare una cucina: cosa considerare

Le idee di arredamento per una cucina sono sempre tante e possono offrire l’ispirazione giusta per identificare lo stile da adottare. Ma, al di là dell’estetica, una cucina di nuova concezione deve fornire proposte contenitive adeguate, con soluzioni geniali per ottimizzare lo spazio di ambienti difficili o ristretti. Deve offrire piani di lavoro sufficienti e contenere tutti gli elettrodomestici necessari per un utilizzo comodo della stanza. Queste sono caratteristiche fondamentali che si devono sposare con una corretta disposizione dei mobili della cucina.

Ecco perché se dai un’occhiata alle novità nel settore troverai tante innovazioni intelligenti: dalle cucine oversize, cioè con lo zoccolino più basso e la cassa più alta rispetto alla misura standard, ai top dalla profondità maggiorata che regala una superficie di lavoro aumentata rispetto al solito, dai piani scorrevoli che nascondono alla vista i fornelli fino ad arrivare addirittura a piani cottura integrati direttamente nel top. Pensa che questi sono solo alcuni esempi delle tante proposte innovative che ogni anno arricchiscono il mercato di idee rivoluzionarie per arredare una cucina di concezione moderna, ma declinata nello stile che più ti piace.

Chiedere i preventivi della cucina a diversi brand

Detta così, può sembrare che arredare una cucina richieda doti strategiche da giocatore di scacchi. In realtà è solo questione di fermarsi a riflettere su quello che si ha a disposizione – budget e spazio – e utilizzarlo al meglio, senza sprechi inutili.

Il modo migliore per decidere come arredare la cucina è fare un giro per negozi e show room, farsi preparare un preventivo e poi valutare, sconti inclusi, quanta differenze c’è tra le proposte di varie fasce di prezzo.

L’importante è entrare in ogni negozio con le idee chiare su quello che si può e non si può fare nella tua casa, ma sempre con la planimetria dalle misure corrette (posizione degli allacci inclusi) alla mano. Qui trovi tante informazioni per cominciare la tua ricerca con maggiore consapevolezza, per non essere in completa balia del venditore. Senza qualche certezza di base su come arredare la cucina, rischi solo di perdere tempo e di tornare a casa con le idee ancora più confuse e tanta insoddisfazione.

La migliore disposizione dei mobili in cucina

La cucina perfetta è quella che si adatta al tuo spazio come il vestito sartoriale cucito addosso. Se però devo indicarti la migliore disposizione dei mobili in cucina, ti dico senza alcuna esitazione che arredare una cucina a forma di ferro di cavallo ti permette di progettare il triangolo di lavoro ottimale, avere anche molto spazio per la conservazione e per la preparazione sul piano di lavoro. Non sai cos’è il triangolo di lavoro in cucina? Semplice: quando decidi come arredare la cucina, ricordati sempre che se predisponi tre diverse zone di attività chiave in questa sequenza:

  • quella della dispensa, attorno al frigorifero,
  • quella della preparazione, attorno al lavello,
  • quella della cottura attorno a fornelli e forno,

renderai più efficienti i movimenti ed eviterai di girare a vuoto, muovendoti avanti e indietro per la stanza per raggiungere quello che hai disperso senza senso.

Scegli il layout adatto per arredare la tua cucina

Affrontiamo subito la questione della disposizione mobili in cucina, perché una volta cha hai la tua planimetria pulita sotto gli occhi, devi progettare lo sviluppo della cucina tenendo conto di allacci, finestre, porte, termosifoni.

Se stai decidendo come arredare una cucina dopo una ristrutturazione, è fondamentale attendere di approvare il progetto e la disposizione dei diversi elementi una volta che le maestranze avranno confermato eventuali spostamenti di allacci, di termosifoni, porte e via così.

La scelta dei layout di solito si riassume in 4 tipologie che ti permettono di disporre i mobili della cucina così da sfruttare al meglio la conformazione della stanza, sia che si tratti della cucina classica oppure di una cucina aperta sul soggiorno.

Tra le principali disposizioni di mobili in cucina, ci sono soluzioni adattabili alla perfezione con stanze di tutte le forme e dimensioni.

  • In genere, l’ambiente lungo e stretto si adatta alla classica cucina in linea. Se ti sembra una soluzione vecchia, ricorda che, quando possibile, oggi si tende ad abbattere una parete per trasformare l’ambiente tipico delle abitazioni datate in una moderna cucina aperta sul soggiorno, così da avere più spazio e luce. Se invece la stanza lunga è sufficientemente larga per uno sviluppo a specchio si può attrezzare una cucina parallela.
  • Le altre possibilità di disposizione dei mobili in cucina sono i layout a forma di L e quella a forma di U. Entrambi i layout sono adatti anche in ambienti piccoli dove serve ottimizzare lo spazio. Naturalmente, hanno una resa straordinaria quando si scelgono per arredare una grande cucina, anche a pianta aperta.

Idee di arredamento per la cucina in linea

Quando hai una stanza stretta, valutare le idee di arredamento per la cucina in linea è una scelta obbligata. Ma non credere di dover rinunciare allo stile o ai comfort. La progettazione di questo layout nelle cucine moderne mira a ottimizzare l’efficienza dello spazio senza rinunciare alla funzionalità o all’estetica. Quando ragioni su come arredare una cucina con questa conformazione devi pensare in verticale: i mobili installati su una sola parete possono essere molto più capienti ed eleganti se sfrutti tutta l’altezza fino al soffitto.

Gli arredi a tutta altezza ti permettono infatti di riporre sia quello che utilizzi saltuariamente sia quello che usi quotidianamente, nascondendo tutto alla vista per un effetto ordinato e pulito. Pensaci: quello spazio lasciato vuoto sopra i pensili è una zona sprecata dove si raccoglie la polvere. Invece, se sostituisci i tradizionali mobili a mezza altezza attraverso proposte innovative, puoi anche adottare idee insolite come ante in vetro pensate per riporre ed esporre le stoviglie o la cristalleria belle da vedere.

Come arredare la cucina a L

Adottare le idee di arredamento di una cucina a L ti permette di organizzare perfettamente qualsiasi spazio, sia piccolo che grande. Se pensi che il punto ad angolo sia solo spazio sprecato è perché non hai visto di che cosa sono capaci i designer di cucine. Oggi i brand propongono soluzioni geniali che trasformano l’angolo in una risorsa preziosa: dai mobili con i cestelli estraibili che si allungano all’esterno alle colonne capaci di ospitare delle dispense degne di uno chef. Sappi che disporre i mobili della cucina a forma di L ti permette di utilizzare lo spazio in maniera ottimale.

Puoi muoverti e lavorare agevolmente anche perché puoi sviluppare il famoso triangolo di lavoro – dispensa, lavaggio, fuochi – senza alcuna difficoltà. Se temi che il layout a L possa rimpicciolire la tua cucina piccola, opta per un arredamento dai colori chiari o neutri che regalano un’impressione di maggiore ariosità. Se poi utilizzi questa disposizione dei mobili in una cucina a pianta aperta, in un living open space, lo spazio libero che si crea davanti rende la cucina accessibile da ogni punto.

Idee di arredamento per la cucina a U

C’è chi crede che la disposizione dei mobili a U sia adatta solo a una cucina spaziosa, come quella delle grandi case di campagna. Invece, si rivela una soluzione straordinaria tutte le volte che non sai come arredare una piccola cucina quadrata.

Lo sviluppo a ferro di cavallo ti aiuta a massimizzare lo spazio, avendo sempre tutto a portata di mano, con cassetti e ante sotto e sopra, e un piano di lavoro che può anche correre tutto attorno. Puoi optare per uno stile country e magari sistemare il lavello in uno dei due angoli o sotto la finestra, oppure puntare sul look ultra dinamico di una cucina contemporanea, con geometrie minimali e un’estetica sobria.

Questo layout a forma di U si presta anche a sfruttare tutte le potenzialità di una cucina di dimensioni medio grandi, visto che al centro può ospitare un tavolo da pranzo, un’isola autonoma oppure un piano snack per la colazione che fa da ponte come una piccola penisola.

Diciamo che il grande vantaggio di questa disposizione dei mobili a ferro di cavallo è proprio la flessibilità: funziona sempre al di là della grandezza della tua cucina.

Gli elementi necessari per arredare una cucina di design

Oggi le idee di arredamento per la cucina moderna si concentrano sull’aspetto elegante di un ambiente da condividere anche con gli ospiti e non più da vivere solo in famiglia. Ed è un’esigenza ancora più sentita quando si tratta di arredare la cucina a pianta aperta. Infatti, il bello di arredare una cucina affacciata sul soggiorno è proprio il fatto di poter esibire un ambiente che prima veniva nascosto, perché considerato di servizio.

Queste necessità sono una priorità per il design contemporaneo che in fase di progettazione coniuga la scelta scrupolosa dei materiali con la ricerca di innovazioni funzionali, pratiche e di grande impatto estetico.

Le soluzioni contenitive sono spesso nascoste alla vista e i piani di lavoro permettono una facile manutenzione, con una resa estetica davvero scenografica che regala sensazioni di ordine e pulizia. Nella cucina di design vince infatti l’eleganza dell’essenzialità personalizzata da superfici coordinate, con materiali che regalano piani di lavoro in variazioni di colori e texture straordinarie.

I nuovi top realizzati in materiali compositi sono capaci di riprodurre alla perfezione l’effetto dei materiali naturali. Puoi rivestire il piano della cucina con top che sembrano vera pietra, cemento o marmo, con il grande vantaggio di non incappare nella fragilità o nella porosità dei materiali naturali. E puoi utilizzarli anche come paraschizzi così da ottenere una armoniosa uniformità che aggiunge quel pizzico di eleganza in più alla tua cucina di design.

Quando progetti come arredare la cucina pensa sempre al futuro

La chiave per decidere come arredare una cucina è valutare le cose con calma, pensando bene al suo uso attuale e futuro. Un single, che deve arredare la cucina di una casa dove si sta poco ai fornelli, ha esigenze diverse da quelle delle coppia che ama invitare spesso gli amici a cena  o della famiglia che desidera uno spazio ampio dove preparare e consumare i pasti: magari sogna anche un luogo per i figli che fanno compiti o per l’home working.

Quello che intendo dire è non fermarti all’immediato: non si rimane single per sempre, così come anche le coppie giovani spesso diventano famiglie numerose. Considera se le tue esigenze di oggi, nel giro di poco tempo possono mutare e quindi fai attenzione a valutare delle idee di arredamento per una cucina versatile.