Dieta, le migliori della settimana dal 31 gennaio al 6 febbraio

Dimagrire e ritrovare il benessere: ecco i consigli per scegliere la dieta giusta per ogni esigenza

Una corretta alimentazione è alla base di uno stile di vita salutare, che aiuti non solamente a dimagrire ma anche a proteggere il benessere dell’organismo. Ma quando si tratta di scegliere cosa portare in tavola, i dubbi sono molti: quali sono i cibi migliori per restare in forma? Scopriamo alcuni interessanti consigli dei nostri esperti.

La dieta del minestrone

In inverno fa sempre molto piacere consumare un pasto caldo, e il minestrone lo è per eccellenza. È un delizioso piatto unico, che combina le proprietà nutrienti di tantissime verdure diverse, ciascuna con i propri effetti benefici sull’organismo. E se vi dicessimo che portarlo in tavola ogni giorno aiuta persino a dimagrire? Questo è l’obiettivo della dieta del minestrone, ideata dal prof Marcello Mandatori, docente presso l’Università Tor Vergata di Roma. Con un piccolo sforzo, si possono perdere dai 3 ai 6 chili in pochissimo tempo.

A rendere così efficace questa dieta è la combinazione di verdure dalle proprietà disintossicanti, diuretiche e remineralizzanti. Insomma, la scelta perfetta per liberarsi di qualche chilo di troppo e tornare in forma per la temuta prova costume. Naturalmente c’è qualche regola da rispettare, come l’eliminazione di prodotti da forno e degli zuccheri raffinati, ma il risultato è garantito. E soprattutto non ha controindicazioni (ad eccezione di chi soffre di colon irritabile, a causa della presenza di molte verdure). Scopri qui la ricetta completa per la dieta del minestrone.

Uova, sì o no? La risposta degli esperti

Le uova sono una delle fonti più importanti di proteine ad elevato valore biologico, tuttavia hanno anche un notevole contenuto di colesterolo (presente nel tuorlo, ovvero la parte rossa). E per tanto tempo ci è stato detto che il colesterolo è nemico della salute cardiovascolare: livelli troppo alti nel sangue rappresenterebbero un fattore di rischio di patologie come ictus e infarto. Quindi, le uova fanno bene oppure è meglio evitarle? E quale sarebbe la quantità consigliata da consumare su base settimanale? A rispondere sono gli esperti.

Sono ormai alcuni anni che approfondite ricerche hanno smentito le vecchie linee guida, le quali “imponevano” un limite all’assunzione di alimenti ricchi di colesterolo. Quest’ultimo è infatti importante per l’organismo, anche se un eccesso è effettivamente pericoloso. Tuttavia, nella maggior parte dei casi l’ipercolesterolemia ha origini genetiche ed è solo in minima parte influenzata da ciò che mangiamo. Quindi, nessuna paura nell’aggiungere uova alla dieta: sulla frequenza, meglio verificare caso per caso, in base alle altre abitudini alimentari.

L’importanza delle fibre nella lotta al cancro

La dieta è importante anche quando si sta combattendo una battaglia dura come quella contro il tumore. Recenti studi hanno infatti evidenziato il suo ruolo nell’aumentare l’efficacia dell’immunoterapia, una delle cure più innovative per varie forme di neoplasia. In particolare, ad essere utili sono le fibre: preziose alleate per la salute intestinale, agiscono sul microbiota e potrebbero rendere in questo modo il sistema immunitario più “ricettivo” alle terapie oncologiche.

Una ricerca del MD Anderson Cancer Center di Houston ha evidenziato come una dieta ricca di fibre abbia migliorato la risposta all’immunoterapia nel 66% dei partecipanti (affetti da melanoma metastatico). “Sappiamo che il microbiota intestinale influisce sull’attività del sistema immunitario. Tuttavia non conosciamo ancora tutti i dettagli di come questo avvenga” – spiega Luigi Nezi, direttore dell’Unità di Microbiome and antitumor immunity dell’IEO di Milano – “Il nostro studio ha offerto delle prime risposte”.