Dieta, le migliori della settimana dal 25 al 31 gennaio

Scopriamo i consigli migliori per una dieta ideale alla stagione invernale

La stagione invernale mette spesso a dura prova il nostro organismo. Tra raffreddamenti e un inevitabile calo di energie, è facile lasciarsi andare e accumulare qualche chilo di troppo. Eppure, grazie ad una corretta alimentazione possiamo ritrovare il nostro benessere e perdere peso facilmente.

In inverno dobbiamo dare ampio spazio alle verdure, scegliendo ovviamente tra l’ampia varietà degli ortaggi di stagione, per poter godere al massimo dei loro benefici. Via libera a cavoli, broccoli, finocchi, rape e barbabietole, alimenti ricchi di nutrienti fondamentali per la salute. Il prof. Pier Luigi Rossi, medico specialista in scienza dell’alimentazione e medicina preventiva ad Arezzo e docente all’Università di Bologna, spiega perché questi cibi sono così importanti.

Innanzitutto, la presenza di fibre alimentari (tra cui inulina, cellulosa ed emicellulosa) garantisce un corretto transito intestinale e una miglior igiene dell’intestino. Naturalmente, consumare le verdure crude è un ottimo modo per fare il pieno di queste preziosissime sostanze e per approfittare della loro quantità di acqua, importante per il funzionamento dei reni. Gli ortaggi invernali sono poi ottime fonti di antiossidanti e di vitamine, tra cui l’acido folico e la vitamina C – fondamentale, quest’ultima, per il sistema immunitario.

Tra le verdure di stagione che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola c’è la scarola: si tratta di una varietà di insalata dal colore verde brillante e dal sapore leggermente amarognolo, ricca di proprietà nutrizionali. Oltre alle fibre, che sono un vero alleato per chi vuole dimagrire, contiene importanti quantità di vitamine e sali minerali. È una fonte preziosa di folati, utili principalmente in gravidanza per proteggere la salute del feto.

Contiene inoltre molta vitamina A, che ha un ruolo importante per la vista: secondo una revisione pubblicata sul Journal of Nutrition, contribuisce a ridurre il rischio di problemi visivi come la cecità notturna, i disturbi della retina e la degenerazione maculare. La scarola è poi ricca di vitamina K, che interviene in molti processi metabolici – contribuisce alla coagulazione del sangue e all’assorbimento del calcio a livello delle ossa.

In questa stagione, infine, è quantomai importante prestare attenzione alle nostre difese immunitarie. L’alimentazione ha un ruolo fondamentale, perché il 60-70% del nostro sistema immunitario è localizzato nell’intestino: avere un microbiota in salute ci permette dunque di affrontare l’inverno con una marcia in più, e addirittura di proteggerci dalle complicazioni legate al Covid-19.

Sono molti i nutrienti che contribuiscono al corretto sviluppo del sistema immunitario: le fibre, le vitamine C, D ed E, il selenio, lo zinco, il ferro e gli acidi grassi omega-3 agiscono a livello intestinale e nutrono la flora batterica, donandoci una protezione in più. È ancora una volta il prof. Pier Luigi Rossi a spiegarci perché queste sostanze sono così importanti se si contrae il Coronavirus: nella prima fase della malattia, è facile constatare una perdita dell’appetito che può portare ad un peggioramento delle nostre difese immunitarie. È quindi importante adottare una dieta leggera, ma ricca di quei nutrienti utili per la flora batterica.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 25 al 31 gennaio