Chi è Aurora Leone dei The Jackal, concorrente di Pechino Express

Aurora Leone è attrice e autrice del collettivo dei The Jackal, concorrente di Pechino Express 2022 e al centro delle polemiche qualche mese fa perché cacciata dalla Partita del Cuore in quanto donna

Aurora Leone e Gianluca Colucci, in arte Fru, partecipano alla nuova edizione di Pechino Express 2022, il format condotto da Costantino Della Gherardesca che quest’anno passa da Rai Due a Sky Uno, ogni giovedì in prima serata, alle 21,15.

I concorrenti partiranno per la Rotta dei Sultani e dovranno affrontare 7000 km tra Turchia, Uzbekistan, Giordania ed Emirati Arabi e per l’occasione la coppia formata dai due membri dei The Jackal porterà il nome “Gli sciacalli”.

Aurora Leone, dai The Jackal a Pechino Express

Nata a Caserta nel 1999, ha ereditato la passione per la recitazione dal padre, che per lei ha scritto un testo con cui ha avuto inizio il suo percorso artistico. Dopo la partecipazione ad alcuni contest e aver realizzato un suo spettacolo, Aurora sbarca a Italia’s Got Talent 9, dove si fa conoscere proprio grazie al suo monologo e arriva quinta. Da lì al sodalizio con i The Jackal il passo è breve: l’attrice inizia a lavorare con il collettivo di cui fanno parte anche Ciro e Fru, che nel 2021 hanno partecipato a LOL – Chi ride è fuori. Con i The Jackal ha inizio un nuovo capitolo della sua carriera che la vede apprezzata da un pubblico vasto, dai giovanissimi ai più adulti. E proprio per la sua popolarità tra i giovani è stata chiamata a partecipare al travel-reality condotto da Costantino Della Gherardesca.

Aurora Leone e la polemica per la Partita del Cuore

Aurora Leone dei The Jackal meno di un anno fa è sulla bocca di tutti per un brutto episodio che la vede protagonista. La giovane è stata infatti cacciata dalla Partita del Cuore dopo essere stata invitata ad alzarsi da tavola durante la cena perché, in quanto donna, non poteva stare seduta con gli altri artisti e giocatori uomini.

“Io e Ciro (Priello, sempre dei The Jackal, ndr) ci siamo seduti al tavolo con la nazionale cantanti e una volta lì l’organizzatore ci ha detto che io non potevo star seduta lì”, racconta su Instagram dopo l’episodio. Aurora Leone è uno dei talenti comici femminili più apprezzati grazie alla sua partecipazione come attrice e come autrice al team dei The Jackal, il gruppo che spopola sul web con i suoi video divertenti e irriverenti.

Nelle stories successive all’accaduto ha spiegato che in un primo momento pensava che l’appunto le fosse stato rivolto perché non apparteneva alla squadra della Nazionale cantanti. Lei e Ciro si sono dunque alzati per sedere a un altro tavolo ed è lì che è emersa la vera natura dell’invito ad alzarsi.

“Sei una donna, non puoi stare seduta qui. Queste sono le nostre regole”, è quanto le viene detto. Quando la situazione si scalda con Ciro Priello che interviene per difendere la collega, i due vengono cacciati dall’albergo.

“È una situazione che ha del paradossale, io avevo una convocazione, non ero lì per fare una cortesia a nessuno, mi è stata anche chiesta la misura per il completino. La mia presenza lì era al pari di tutti”, prosegue Aurora nel suo racconto, in cui specifica di aver subito avuto il supporto dei cantanti presenti, tra cui anche Eros Ramazzotti.

Aurora Leone, l’appoggio di Eros Ramazzotti

Il cantante è intervenuto su Instagram poche ore dopo l’accaduto per manifestare il suo appoggio ad Aurora.

Ciao a tutti. Noi della NIC ( Nazionale italiana cantanti)
Non siamo stati coinvolti direttamente nella vicenda scaturita dal comportamento di due persone dello staff. Stavamo parlando tra di noi mentre cenavamo, abbiamo sentito delle voci alzarsi senza capire cosa stesse succedendo. Io ho provato a recuperare la situazione che era oramai precipitata. Domani mattina avremo un incontro con Aurora e Ciro per spiegare meglio la dinamica dell’avvenimento e scusarci pubblicamente dell’accaduto.
NOI NON SIAMO SESSISTI e tantomeno RAZZISTI o OMOFOBI, anzi, ognuno fa qualcosa per chi ha bisogno (da anni e in tempi non sospetti) sinceramente per un comportamento incauto di due persone dello staff, non possiamo passare per quello che non siamo.
W sempre la solidarietà
W le donne che sono parte fondamentale della nostra vita.