Dieta, le migliori della settimana dal 5 all’11 settembre

Quali sono i cibi migliori da portare in tavola con l'avvicinarsi dell'autunno? Ecco i consigli degli esperti

Ormai l’estate è agli sgoccioli, con le ultime giornate assolate che presto lasceranno spazio ai colori della terra e ai sapori incredibili dell’autunno. È proprio in questo periodo che possiamo trovare alcune delizie da portare in tavola, per fare il pieno di benessere e di squisitezza. Scopriamo, con l’aiuto dei nostri esperti, quali sono i cibi migliori da inserire nella dieta e i loro benefici per l’organismo.

Fichi, per un intestino in salute

Sono tra gli ultimi frutti dell’estate, un regalo preziosissimo per iniziare alla grande la nuova stagione: i fichi sono un’ottima fonte di sali minerali come il ferro, il potassio e il magnesio, ma anche di vitamine A, B e C. La loro colorazione, nella varietà a buccia scura, è dovuta alla presenza di antocianine, ovvero importanti antiossidanti che ci aiutano a rimanere in buona salute. Insomma, sono un vero concentrato di sostanze benefiche per l’organismo, tra cui si annovera una notevole quantità di fibre insolubili.

Le fibre sono alleate dell’apparato digerente, aiutando a combattere la stitichezza e a migliorare la flora batterica intestinale. Inoltre, una volta arrivate nello stomaco, aumentano di volume donando un utilissimo senso di sazietà e rallentando l’assorbimento degli zuccheri. Tuttavia, bisogna fare attenzione a non eccedere: proprio per la loro azione lassativa, i fichi possono dare disturbi intestinali. Ne è anche sconsigliato il consumo in caso di problemi ai reni, perché contengono ossalati che promuovono la formazione di calcoli.

Riso viola, ricco di antiossidanti

L’autunno è anche la stagione del riso, e di varietà ce ne sono tantissime tra cui scegliere. Una particolarmente pregiata è il riso viola, proveniente dalle regioni asiatiche e coltivato già da millenni: sebbene da crudo abbia un colore nero, dopo la cottura assume bellissime sfumature viola, da cui il suo nome. Tutto merito, proprio come nei fichi, di pigmenti conosciuti come antocianine. Queste sostanze hanno proprietà antiossidanti, e secondo diversi studi scientifici possiedono azioni antinfiammatorie e antitumorali.

Per il resto, il riso viola ha un ottimo contenuto di fibre, vitamine e sali minerali: in particolare, è ricco di ferro che aiuta a combattere la stanchezza e a migliorare la concentrazione. Essendo un prodotto a base di carboidrati, si tratta di un alimento da cui l’organismo riesce a ricavare energia e quindi dovrebbe sempre far parte (in alternativa alla pasta) di una dieta sana ed equilibrata. E dal momento che non contiene glutine, può essere consumato anche da chi soffre di celiachia, in sostituzione dei tanti altri cibi derivati da cereali che possiedono questa sostanza.

Burro di arachidi, calorico ma buonissimo

Il burro di arachidi è una crema spalmabile molto consumata negli Stati Uniti, che ha trovato spazio anche nella nostra dieta. Si tratta di un prodotto derivato dalla macinatura delle arachidi, da cui eredita le importanti proprietà nutritive. Questo alimento viene infatti considerato un superfood, per la ricchezza di proteine, vitamine (soprattutto quelle del gruppo B) e sali minerali come sodio, calcio, potassio e magnesio.

Ma stiamo parlando anche di un cibo particolarmente calorico: basti pensare che una porzione da 100 grammi contiene circa 625 kcal. È per questo che non si dovrebbe eccedere nel suo consumo, a maggior ragione se si sta seguendo una dieta ipocalorica e a basso contenuto di grassi. Il burro di arachidi può essere un ottimo spuntino per chi fa sport, dal momento che aiuta a ripristinare i sali minerali perduti e fornisce una sferzata di energia.