Sbalzi ormonali: si combattono con queste semplici regole

Soffrire di sbalzi ormonali è una condizione per nulla piacevole. I sintomi che l'accompagnano, infatti, possono limitare molto le proprie giornate

Gli sbalzi ormonali possono influire molto negativamente sulla nostra vita quotidiana. Diversi sono infatti gli effetti collaterali più comuni come ad esempio l’aumento di peso, la cefalea, l’infertilità, la depressione, la stanchezza, l’insonnia, la scarsa libido fino ad arrivare anche alla perdita dei capelli o, nel migliore dei casi, al loro diradamento. Fortunatamente, però, anche se si è soggetti a sbalzi ormonali è possibile correre ai ripari. Esistono, infatti, diversi modi per bilanciare gli ormoni in maniera naturale neutralizzando una volta per sempre gli sbalzi ormonali ed uno degli effetti indesiderati più comuni, il mal di testa .

Consumare una carota cruda al giorno fa bene. Infatti, una quantità eccessiva di estrogeni nel corpo può portare sbalzi ormonali. Le carote crude contengono una particolare fibra che aiuta l’organismo a disintossicarsi dall’eccesso di estrogeni. Tale suggerimento è utile specialmente per le donne che soffrono di sindrome premestruale. Sarebbe bene, poi, limitare gli oli vegetali, ricchi di omega-6 e spesso responsabili di infiammazioni. Mangiare fegato è un’ottima abitudine grazie al suo alto contenuto di vitamina A.

Scelte alimentari e stile di vita scorretti possono portare ad un superlavoro per le ghiandole surrenali. Questo è da evitare in quanto essendo tutti gli ormoni interconnessi tra loro, quelli tiroidei lavorano a fianco a quelle surrenali. Di conseguenza se queste sono stressate anche la tiroide sarà negativamente influenzata, con i relativi sbalzi ormonali. Invece di affaticare il corpo con un’attività fisica eccessiva è consigliabile camminare in mezzo alla natura. Questa pratica ristora e tonifica l’organismo bilanciando anche gli ormoni. E’ provato che camminare riduce il cortisolo, ovvero l’ormone dello stress .

Mantenere l’idratazione del corpo è importante. Questo però non va fatto solo bevendo acqua ma assumendo anche cibi da cui oltre cha l’acqua si possono trarre i nutrienti. Alcune posizioni dello yoga favoriscono il bilanciamento degli ormoni. Risulta utile specialmente mantenere le gambe contro il muro per alcuni minuti al giorno. Importante si dimostra consumare uova . Specialmente il tuorlo, infatti, contiene alcuni elementi preziosi per eliminare gli sbalzi ormonali come la vitamina A, D e selenio, necessari per convetire da inattivi ad attivi gli ormoni della tiroide.

Sbalzi ormonali: si combattono con queste semplici regole