Dieta Cambridge, perdi 2,5 chili in una settimana

Con la dieta Cambridge perdi 2,5 kg a settimana e torni in forma in breve tempo riattivando il metabolismo

Arriva dall’Inghilterra la dieta Cambridge, un regime alimentare che consente di perdere sino a 2,5 chili a settimana.

Si tratta di una dieta molto particolare, arrivata al successo in Gran Bretagna grazie ad alcune star dei reality, fra cui Jennifer Ellison, che è riuscita a perdere moltissimi chili in breve tempo grazie a questo regime dimagrante. Il suo segreto è proprio la dieta Cambridge che da subito ha scatenato un acceso dibattito, fra chi la trova particolarmente efficace e ne è entusiasta e chi invece reputa che sia dannosa.

Di certo questo regime alimentare è particolarmente rigido e non è adatto a tutti. Per questo prima di iniziare a seguire la dieta è fondamentale consultare uno specialista per capire se si tratta della scelta giusta in base ai propri obiettivi e al quadro clinico.

Come funziona la dieta Cambridge? Per prima cosa è importante sapere che questo schema alimentare è costituito da diversi step, che vanno da un minimo di 500 calorie ad un massimo di 1500 al giorno. Gli alimenti vanno pesati e il conteggio delle kcal è piuttosto rigido.

Cosa si mangia? Nella prima fase soprattutto alimenti in forma liquida o semisolida, come zuppe, porridge e frullati. Vengono totalmente eliminati gli zuccheri e i carboidrati allo scopo di portare l’organismo ad uno stato di chetosi, spingendolo a bruciare i grassi in eccesso per ottenere l’energia necessaria. Ogni giorno è necessario bere almeno due litri d’acqua e i pasti si possono integrare con il consumo di apposite barrette proteiche.

Nella seconda fase della dieta vengono consumati soprattutto i cosiddetti “sostituti del pasto”, ossia polveri  e barrette che si possono acquistare presso dei centri specializzati. Infine si accede all’ultima fase che è quella di mantenimento, in cui vengono reintrodotti gradualmente tutti gli alimenti.

La dieta Cambridge ha diviso gli studiosi. Alcuni sono convinti che questa dieta sia ottima per aiutare le persone che non riescono a perdere peso, riattivando il metabolismo e comportando un dimagrimento veloce. Altri invece considerano questo regime alimentare squilibrato e dannoso per la salute, perché causerebbe carenze alimentari. Di certo la mancanza di carboidrati e fibre può provocare qualche effetto collaterale come secchezza delle fauci, vertigini, stanchezza, alito cattivo, nausea, insonnia e stipsi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta Cambridge, perdi 2,5 chili in una settimana