Ogni quanto lavare i capelli? Ecco come mantenerli puliti più a lungo

C’è chi li lava tutti i giorni e chi riesce a lavarli una sola volta a settimana. Ma a parte il tipo di capello, qual è il segreto? Scopriamolo!

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Farsi lo shampoo è una delle sensazioni di pulito migliori che si possano provare. Passare le mani tra i capelli, corti o lunghi che siano, e sentirli morbidi e setosi, profumati o svolazzanti sulle spalle. Ma c’è chi, anche dopo un solo giorno, sente la necessità di lavarli, perché li sente sporchi, non freschi.

Ma farlo così spesso, fa bene? La risposta è no, sarebbe meglio non lavarli così di frequente. Infatti i capelli, così come il cuoio capelluto, sono rivestiti di sebo che ha una funzione protettiva, filmando il fusto e rendendolo lucido e morbido.

Il problema si pone quando c’è una eccessiva produzione, che sfocia in capelli grassi e dal tipico effetto unto e lucido. E a quanto pare, lavare eccessivamente i capelli risolverebbe il problema momentaneamente, perché a lungo andare potrebbe addirittura peggiorarlo, aumentando la sua produzione. Infatti, avere il sebo è una cosa normale e naturale e, anzi, deve essere presente. Andando a lavare troppo frequentemente i capelli per eliminarlo, il cuoio capelluto reagirebbe al contrario, producendone ancora di più.

L’ideale sarebbe detergerli al massimo a giorni alterni, ma possibilmente anche ogni due. Ovviamente però, l’estetica vuole la sua parte e non è sempre possibile evitare di lavarli. Infatti, per allungare i tempi tra uno shampoo e l’altro, sarebbe meglio cercare di resistere  il più possibile.

Esistono però dei trucchetti per ovviare a questo problema, per essere presentabili pur non avendo i capelli freschi di shampoo. Innanzitutto, portarli legati aiuta a non vederli sporchi o disordinati e le acconciature da fare sono davvero tante. Una coda alta, ad esempio, uno chignon o delle trecce. Inoltre, utilizzare prodotti per lo styling, come ad esempio il gel, o la lacca aiutano a mascherare un capello non più fresco ma, al tempo stesso, si nota che è stato applicato del prodotto.

 

Un prodotto “salvavita”, in questi casi, è lo shampoo secco: un prodotto simile alla lacca, da vaporizzare all’attaccatura dei capelli, lasciare agire qualche secondo e poi frizionare, per levare la patina bianca. Infatti, al contrario della lacca, l’erogatore spruzza una sorta di polvere che assorbe il sebo e dà l’aspetto di capelli puliti ed estremamente volumizzati.

È infatti utile anche per ravvivare la piega e ridare volume alla chioma, anche in caso di capelli fini. Attenzione a non esagerare, perché altrimenti l’effetto sarà quello di capelli spenti o opachi. Ovviamente non bisogna abusare di questi prodotti perché i capelli non sono realmente puliti e sarebbe meglio lavarli il giorno dopo. Un utilizzo troppo frequente, inoltre, potrebbe portare a forfora ed irritazioni.

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ogni quanto lavare i capelli? Ecco come mantenerli puliti più a ...