La frangia sta bene a tutte? Ecco quando sarebbe meglio non farla o cambiare stile

È questo il momento della frangia: complici le star, è partito l’assalto al parrucchiere per cambiare look. Ma sta davvero bene a tutte?

Camilla Cantini Beauty blogger

In questi giorni si fa tutto un gran parlare di frangia… complici le star che sembrano averci dato un taglio, prima tra tutte Michelle Hunziker, seguita a ruota da Charlotte Casiraghi e anche Belen Rodriguez è stata avvistata nelle stories di Instagram.

La frangia sembra essere la nuova moda da sfoggiare per questo autunno inverno, sembra dare un’aria sbarazzina, fresca e giovanile al look e sui profili social degli hairstylist non è difficile vedere come le foto ormai abbiano quasi tutte questo dettaglio. Ma la frangia sta davvero bene a tutti? O sarebbe meglio ripensare all’idea di copiare i vip e dedicarci ad un taglio che incornici meglio il nostro viso valorizzandolo?

Sia ben chiaro, ognuno del proprio look fa come meglio crede e la moda non dovrebbe imporci né farci desistere dal provare qualcosa che ci piace o ci incuriosisce, alla fine sono capelli e ricrescono. Bisogna poi tener conto che, in linea di massima, esiste una frangia che valorizza ogni viso, basta solo trovare quella giusta, che non vada ad accentuare alcuni difetti o peculiarità del viso, ma ad armonizzarlo. Ci sono poi persone che, invece, scelgono una frangia nonostante tutto e nonostante sia sconsigliata, ma che si vedono bene così, dandogli un tocco particolare, un’aria importante, forte ed audace. Ma se siete indecise sulla frangia ed avete qualche dubbio se potrebbe starvi bene o no, ecco su quali tipologie di viso è meno indicata e quale stile evitare.

Quando la frangia non aiuta il viso tondo o con guance evidenti

Un viso tondo o paffuto, con una classica frangia dritta e piena, rischia di sembrare ancora più tondo, specie se leggermente più lunga e stondata ai lati. Questa tipologia di frangia, infatti, tende a seguire le linee già rotondeggianti del viso, evidenziando una guancia non proprio snella e rendendo l’effetto finale, otticamente troppo a palloncino. Meglio optare per una frangia a tendina, lunga, che sfini il volto e dia l’idea di allungarlo verso il basso, per ribilanciarlo. Ad ogni modo, nel caso in cui non vogliate rinunciare alla frangia, banditi i tagli corti o i caschetti con frangia: l’effetto finale sarebbe di un accorciamento ottico del viso e si andrebbero a sottolineare proprio le rotondità che invece sarebbero da ribilanciare.

Fonte: Instagram

Per un viso squadrato, meglio evitare la frangia dritta e piena, grafica

Su un viso squadrato, neanche a dirlo, la frangia dritta e piena, regolare e definita, non è la scelta migliore. Un taglio così geometrico non farebbe altro che enfatizzare una mandibola importante e rendere ancora più spigolosi e duri i tratti. Idem per la frangetta corta, che anche in questo caso non ribilancia le proporzioni. Un taglio sfilato sui laterali è ciò che ci vuole per nascondere le spigolosità di queste tipologie di viso, andando ad addolcirlo. Al tempo stesso, questa tipologia di volto spesso porta con sé una fronte ampia e quindi una frangia sfilata, asimmetrica e non troppo corta, che si incurva verso i lati del viso, può essere una scelta giusta per renderlo più morbido.

Quando il viso piccolo non è valorizzato dalla frangia

Come per il viso tondo, anche un viso piccolo potrebbe risultare appesantito da una frangia. Mi viene subito in mente Edna, personaggio del cartone Gli Incredibili: non vi sembra tutta testa e capelli? Ecco, su un volto piccolo questo potrebbe essere l’effetto di una frangia classica. Tanti capelli sul volto non farebbero altro che nasconderlo ed incupirlo, senza far risaltare occhi, naso, zigomi e bocca. Ma niente paura! Se proprio la frangia vi piace, provate a dare una svolta al vostro look con un taglio corto ed asimmetrico, che liberi il viso mettendolo in evidenza, accompagnandolo da una frangia corta e scalata, perfetta per puntare l’attenzione sugli occhi e sul vostro volto, che non sarà così nascosto.

Fonte: Instagram

Fronte importante, frangia sì o frangia no?

Io, portatrice sana di fronte ampia ed alta, mi sono sempre sentita dire: “con la frangia staresti benissimo! Così si nasconde un po’ la fronte!” E poi è accaduto, l’ho fatta. Memore dei miei 16 anni, in cui portavo i capelli lisci e nero corvino con riflessi blu. L’ho fatta su un viso con qualche chilo in più, un taglio corto alle spalle e capelli mossi (e chi ha più la pazienza e il tempo di stare a lisciare tutti i giorni i capelli?). Ecco, avevo risolto il problema della fronte ampia, certo, peccato che adesso il viso sembrasse ancora più paffuto, io che ho sempre avuto il viso lungo! Morale della favola: frangia sì, se avete una fronte ampia, ma attenzione al taglio di capelli che andrete ad abbinare, che deve sempre essere armonico, per non rischiare di ottenere l’effetto opposto da quello desiderato ed accorciare troppo il volto. Attenzione anche alla frangia corta su una fronte ampia, perché sottolineerebbe ancora di più questa caratteristica, come a dire “Hey, guarda, ho la fronte talmente lunga che anche la frangia mi sta corta!”. Via libera quindi ad una frangia piena e lunga, che la nasconda, con un taglio però altrettanto lungo, in modo da non aggiungere un’altra caratteristica che porti il viso ad essere troppo accorciato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La frangia sta bene a tutte? Ecco quando sarebbe meglio non farla o ca...