Il tonico è il miglior alleato della tua skincare routine, scopri perché!

Il tonico è il cosmetico che quasi nessuno si ricorda di usare, ma che può davvero cambiare la tua pelle. Scopri perché e come utilizarlo!

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Sempre più spesso sentiamo parlare di tonico, ma sono ancora poche le persone ad averlo inserito nella propria skincare routine. Sembra un prodotto inutile, un’acqua da utilizzare dopo la detersione e che ci porta a credere che non siano soldi ben spesi. Invece, il tonico è forse l’alleato di bellezza migliore per la nostra pelle, dai numerevoli benefici, visibili già dopo poche settimane di utilizzo.

È vero, fino a qualche anno fa i tonici erano composti principalmente di alcool e, invece che aiutare la pelle, tendevano a disidratarla e seccarla e, talvolta, ad occludere i pori. Ma oggi le formulazioni proposte sono molto cambiate ed anzi, è difficile trovare un prodotto che lo contenga. Sono l’incontro perfetto tra acqua idratante e lozione specifica, infatti sono arricchiti di ingredienti attivi a seconda delle varie problematiche e tipologie di pelle.

Sono una grande fan dei tonici all’acido glicolico, perché riescono a minimizzare davvero i punti neri!

Quali sono le sue principali funzioni?

Innanzitutto, il tonico serve per equilibrare il PH della pelle, che è acido. Molti prodotti che utilizziamo, infatti, tendono a sbilanciarlo, con conseguenti effetti per la pelle come secchezza o iper produzione di sebo. Ma il tonico serve anche per eliminare ogni residuo di sporcizia e di trucco, specie dalle zone che spesso dimentichiamo di risciacquare bene con l’acqua, come ai lati del naso, attaccatura della fronte, vicino alle orecchie e sul collo. Ed è utile anche per rimuovere ogni residuo di detergente, che sia acqua micellare, gel o latte detergente, che possono risultare aggressivi proprio perché il loro compito è quello di eliminare lo sporco dalla pelle. Ricordatevi, cari maschietti, che il tonico è essenziale anche per voi! Aiuta infatti ad eliminare smog ed agenti inquinanti che la vostra pelle, spesso meno curata di quella femminile e non protetta da barriere come il makeup che spesso contiene spf, è più soggetta ad assorbire sostante nocive!

Ultimo, ma non meno importante, lo step del tonico è essenziale per riequilibrare la pelle come ultimo risciacquo prima di proseguire con la skincare routine. Proprio come per i capelli, che sarebbe opportuno risciacquare un’ultima volta con aceto di mele o acqua demineralizzata, così per la pelle del viso. L’acqua del rubinetto, infatti, spesso è ricca di calcare che si deposita sulla nostra pelle. Avete mei visto le lavatrici piene di calcare? Ecco, pensate che dei residui potrebbero essere anche sulla vostra pelle, se non prendete l’abitudine di utilizzare il tonico. In definitiva, il tonico pulisce e riequilibra la pelle e la prepara a ricevere i successivi trattamenti, per far penetrare meglio e più in profondità tutti i principi attivi di sieri e creme che andremo ad applicare successivamente.

Fonte: 123rf

Come scegliere il tonico viso e come applicarlo?

Oggi esiste una grande varietà di tonici per il viso e se prima era prerogativa di pelli grasse ed impure, adesso ne esistono per pelli sensibili, secche ed anti-age. Sono infatti arricchiti di principi attivi e sostanze in grado di curare la pelle, penetrando in profondità ed apportando un reale beneficio già dopo qualche utilizzo. Ne risulterà una pelle più compatta, rimpolpata e rassodata, così come promette il nome, ed in più risulterà subito più luminosa e sana.

Per le pelli sensibili evitare assolutamente prodotti a base di alcool, estremamente disseccanti, e prediligere formulazioni prive di profumo, parabeni e petrolati. Via libera a camomilla, lavanda, calendula, aloe idratanti e lenitive, da evitare invece gli acidi come il salicilico ed il glicolico.Per le pelli impure e grasse, invece, gli acidi sono grandi alleati, se usati correttamente e con parsimonia. Questa tipologia di tonici, infatti, ha un’effetto esfoliante delicato che va ed eliminare lo strato superficiale di cellule morte ed aiuta a restringere i pori ed a combattere le impurità. In particolare, l’acido salicilico è indicato per chi presenta una pelle impura con brufoletti, perché tende a disinfettarla, disinfiammarla e riequilibrarla. Il glicolico invece è utile anche per pelli più adulte, perché aiuta a contrastare le macchie scure date dall’età, dal sole, ma anche le macchie da acne, cicatrici ed aiuta ad affinare la grana della pelle e rendere meno visibili i pori. Ricordate sempre di applicare un filtro solare quando utilizzate i tonici a base di acido, specie se in maniera continuativa. In estate poi, sarebbe meglio sospendere l’utilizzo durante il periodo dell’esposizione solare diretta. Esistono poi tutta una serie di prodotti anti-age ed idratanti a base di retinolo, bava di lumaca, acido ialuronico, pantenolo e tante altre sostanze nutrienti ed emollienti, perfetti da usare anche al mattino per un’azione meno profonda rispetto agli acidi.

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il tonico è il miglior alleato della tua skincare routine, scopri&nbs...