Borse sotto gli occhi “da rientro”: i rimedi fast

Il rientro dalle vacanze si fa più duro del previsto e al mattino gli effetti della carenza di sonno sono evidenti? Niente paura, ecco alcuni rimedi veloci

Se in vacanza ti sei abituata a un ritmo sonno veglia disteso e lungo, al rientro non potrai che svegliarti con le famigerate borse sotto gli occhi almeno per le prime settimane. Ma non disperare, a tutto c’è un rimedio. Per prima cosa è bene verificare quali siano le cause di questo inestetismo: hai dormito poco, oppure la tua alimentazione è ricca di sale e alcol? A volte le cause sono da ricercare in alterazioni come problemi alla tiroide o allergie a qualche alimento particolare.

Una volta escluse queste possibilità, ricominciare a dormire seguendo una certa regolarità è sicuramente utile, ma non è un rimedio che agisce in modo veloce. Dormire bene e con un cuscino abbastanza alto contrasta la formazione delle borse: da sdraiati i capillari si gonfiano e il siero si deposita nel grasso della zona perioculare. Se questa situazione si ripete spesso, può rendere permanenti le antiestetiche borse sotto gli occhi.

Tra i rimedi a lungo temine c’è anche l’alimentazione che deve essere variegata, con poco sale e zucchero e ricca di vitamine A, vitamina C e betacarotene, che rafforzano i capillari, tonificano e drenano. Preferisci agrumi, kiwi, frutti gialli e rossi, carote, peperoni, cetrioli e verdure a foglia verde. La regolarità premia l’aspetto, ma sicuramente gli effetti non si vedono nell’immediato.

Perciò quando ti alzi al mattino con le borse sotto gli occhi cosa è meglio fare? Ecco alcuni rimedi veloci:

  1. Se proprio hai i secondi contati, uno dei vecchi rimedi è quello di tenere due cucchiaini nel freezer o nel frigorifero e al mattino appoggiarli sulle palpebre per qualche minuto: il freddo attiva la micro circolazione con l’effetto sperato di togliere il gonfiore. Così succede anche quando metti del ghiaccio in un canovaccio pulito e lo metti a contatto con gli occhi. Tuttavia meglio non eccedere con gli impacchi ghiacciati.
  2. Se hai qualche minuto in più, puoi farti un impacco fresco immergendo dei batuffoli di cotone nel latte fresco: una ventina di minuti e le borse diventano un ricordo.
  3. Le soluzioni smart che comportano circa 10 minuti di seduta sono semplicissime ma efficaci e si avvalgono di due rimedi naturali conosciuti fin dall’antichità. Basta tagliare due fette sottili di patate, porle sugli occhi e rilassarsi il tempo necessario e il gioco è fatto. La patata possiede proprietà lenitive e antiinfiammatorie grazie alla presenza di un tipo di enzima, detto catecolasi, che può eliminare le impurità e le tossine e l’amido aiuta a eliminare anche le rughe: un vero toccasana per la zona perioculare!
  4. Un altro supporto per i nostri occhi è il cetriolo. Ricco di amminoacidi, di vitamina C, di acqua e sali minerali è utile sulle palpebre, e anche nell’alimentazione: ricco di silice, rinforza e rinvigorisce i tessuti donando elasticità e tonicità, ma aiuta a eliminare le tossine e contrasta la ritenzione idrica. Una buona abitudine alimentare.
  5. Infine, tra le soluzioni “easy and fast” ci sono gli impacchi di camomilla e malva: la malva ha proprietà lenitive, mentre la camomilla possiede sostanze come flavonoidi e camazulene addolcenti, rinfrescanti e decongestionanti. Di sera oltre a bere una buona tisana rilassante, è bene far riposare anche i tuoi occhi.
Borse sotto gli occhi “da rientro”: i rimedi fast
Borse sotto gli occhi “da rientro”: i rimedi fast