A 81 anni sale sul suo Tintanic per i profughi ucraini

Tutti lo conoscono come Major Mick ed è un maggiore dell'esercito in pensione che sta navigando i fiumi e i mari del Regno Unito a bordo di una barca fatta in casa per i rifugiati ucraini

Sta succedendo proprio adesso nel Regno Unito: un uomo di 81 anni sta navigando i mari e i fiumi di tutto il Paese a bordo di una barca di latta da lui costruita. Il motivo? Raccogliere i fondi per tutte le persone che stanno  scappando dalla guerra in Ucraina.

La storia di Michael Stanley, conosciuto nel Paese come Major Mick, sta facendo il giro del web. La sua impresa è già iniziata ed è testimoniata da fotografie dell’uomo che naviga le acque del Paese a bordo di una piccola imbarcazione soprannominata Tintanic II.

Una missione, quella dell’81enne, spinta dalla volontà di fare qualcosa di concreto per aiutare i rifugiati ucraini che scappano dall’invasione russa. Scopriamo insieme la sua storia.

Chi è l’uomo che sta navigando il Regno Unito a bordo di una barca fatta in casa

Le fotografie stanno già facendo il giro del web a suon di like e condivisioni. Ritraggono lui, l’uomo di 81 anni che indossa un completo stravagante con tanto di stampa della Union Jack e che saluta sorridente ai passanti mentre naviga a Birdham, nel West Sussex. Si tratta di Michael Stanley, un maggiore dell’esercito in pensione che ha scelto di iniziare la sua ultima sfida per aiutare gli altri, per supportare i rifugiati ucraini con una raccolta fondi.

Il maggiore Stanley, conosciuto come Major Mick, è in realtà un grande navigatore. Nel 2020, infatti, si è distinto per aver completato i 100 miglia di canottaggio del canale di Chichester e per aver percorso, sempre in canoa, altri corsi d’acqua in più di 20 località di tutto il Regno Unito.

E ora, proprio sull’acqua è tornato a remare, questa volta, però, per una buona causa. L’impresa è cominciata venerdì 29 aprile dal Chichester Yacht Club a Birdham, prima tappa del tour, a bordo dell’imbarcazione che lui stesso ha ribattezzato Tintanic II e che è stata addobbata con bandiere ucraine che fanno riferimento alla sua missione.

La missione della navigazione di Major Mick

Non è la prima volta che il maggiore Stanley si adopera per gli altri. I media inglesi, infatti, hanno raccontato che in passato l’uomo si è lanciato in altre missioni di solidarietà. Secondo quanto riporta la BBC il veterano che vive a Chichester, ha venduto la sua barca per 480 sterline donando poi i soldi in beneficienza.

Ora ha un altro obiettivo però, quello di raccogliere almeno 5000 sterline che saranno poi donate a Children on the Edge, un’organizzazione di beneficenza senza scopo di lucro che aiuta i bambini più emarginati del mondo e che attualmente sostiene i rifugiati della guerra in Ucraina.

Non essendo più in possesso della sua vecchia barca, il maggiore Michael Stanley ha costruito una nuova imbarcazione fatta in casa che lo accompagnerà in questa avventura.

Sarà questo il mezzo di trasporto con il quale attraverserà i canali, i fiumi e i mari del Regno Unito. Le tappe si concluderanno con circa 50 miglia di navigazione, tempo permettendo, e si snoderanno tra il fiume Beaulieu nella New Forest, il fiume Medina sull’Isola di Wight e il Serpentine ad Hyde Park di Londra. Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a Major Mick!

Michael Stanley sulla sua barca fatta in casa

La missione di Michael Stanley per i rifugiati ucraini