Riciclo del cartone e del legno: idee creative

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Fin da piccola ho sempre amato il riciclo: non inteso come la differenzazione dei rifiuti in sé, ma piuttosto al riuscire ad utilizzare in modo alternativo quello che altrimenti si sarebbe trasformato in un rifiuto.

Un esempio banalissimo, che probabilmente avrai fatto anche tu da piccolo, è il riciclo delle scatole di cartone. Ne buttiamo via tantissime senza probabilmente renderci conto che quelle scatole potrebbero trasformarsi in perfetti contenitori per il riordino: io le utilizzo per tenere in ordine le scarpe, i coperchi dei contenitori per il freezer e per fare ordine nei cassetti.

Ti piacerebbe leggere qualche idea per riciclare le scatole in cartone che ti permetta di ridurre i rifiuti e di risparmiare sull’acquisto dei contenitori “organizer”? Questo articolo è dedicato proprio a questo argomento.

Come riciclare le scatole di cartone

A seconda della misura della scatola e delle tue necessità, puoi riciclare questi prodotti trasformandoli in contenitori. Qualunque sia la misura, taglia con cura le alette superiori (quell di apertura/chiusura della scatola) aiutandoti con una forbice o un taglierino.

Per rendere la scatola più carina e meno “grezza” puoi utilizzare dello scotch da imballaggio per coprire le parti tagliate oppure, se preferisci, puoi riciclare dei ritagli avanzati delle carte utilizzate per confezionare regali che potrai fissare con della colla oppure con del nastro adesivo.

A questo punto, a seconda della grandezza della scatola, potrai utilizzarla in uno dei seguenti modi:

  • Per il riordino della dispensa: contenitore portaspezie, contenitore per farina, bustine di lievito e prodotti per dolci.
  • Per il riordino in cucina: le scatole di piccole/medie dimensioni sono perfette per tenere in ordine quello che teniamo dentro i mobiletti della nostra cucina. Io le uso per tenere in modo ordinato i coperchi dei contenitori per freezer, ma anche le bustine del thè e della camomilla.
  • Per il riordino degli armadi: puoi utilizzare le scatole per tenere in ordine le scarpe, le sciarpe, le t-shirt e le lenzuola.
  • Per il riordino dei casetti: soprattutto per i cassetti del comò, le scatole sono di grande aiuto. Di media dimensione sono perfette per tenere in ordine i capi di intimo (come slip, reggiseni e calzini).
  • Per il riordino della scrivania: utilissime soprattutto le scatole di piccole dimensioni (per esempio quelle degli smartphone, realizzate in un materiale più rigido) le puoi utilizzare per dare (finalmente!) un pò di ordine a tutti quei piccoli prodotti che solitamente tieni nella scrivania o nella cassettiera: caricabatterie per cellulari, chiavette USB, cavetti vari, graffette, elastici, matite e penne, ecc…
  • Per il riordino della cantina/garage: se classificate e ordinate con cura, sono perfette per tenere in ordine viterie, le lucine di Natale, i vasi per le piantine, semi, piccoli attrezzi da giardinaggio e prodotti simili.
  • Per creare dei mobiletti: se hai a tua disposizione dei cartoni “spessi” (per imballaggi di grandi dimensioni) puoi utilizzarli per realizzare dei piccoli mobiletti in cartone per la casa: librerie, divani e mobiletti da appendere. Ricorda che il cartone è molto resistente! Ci sono aziende che realizzano mobili e sedie proprio con questo materiale (e li vendono a caro prezzo!).

Ti ricordo infine che il cartone si presta perfettamente anche per dei lavoretti creativi da fare con i nostri bambini e nipotini: tagliandolo potranno divertirsi a creare dei piccoli contenitori per la cameretta oppure dei piccoli quadretti da colorare con i pastelli o pennarelli. Un’idea creativa per i più piccoli? Disegna su un cartone i personaggi del presepe e lascia che li ritaglino e li colorino a proprio piacimento.

Il riciclo dei mobili in legno

Un’altra mia grande passione è quella di rimettere a nuovo dei vecchi mobiletti in legno: negli anni ho ridato vita a vecchi bauli, cornici, tavoli, porte, finestre e dispense.

Se hai un piccolo spazio dove poter eseguire questi lavori, ti consiglio di provare almeno una volta nella vita. Lavorare il legno è molto semplice: basta rimuovere la vecchia vernice con un pò di carta vetrata, soffiare via la polvere e riverniciare utilizzando anche delle semplici vernici ad acqua. Non “puzzano”, si asciugano rapidamente e ti permettono di rimettere a nuovo vecchie porte, cornici o altri mobiletti.

Queste semplici tecniche ti permettono di risparmiare rinnovando anche i mobili di casa spendendo davvero poco: giusto il costo delle vernici! La soddisfazione sarà tantissima ed il risparmio assicurato. E l’ambiente ti ringrazierà.

Se l’idea del riutilizzo di materiali ti piace, scopri altre idee per riciclare diversi materialie prodotti nel blog di DimmiCosaCerchi.it

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

Riciclo del cartone e del legno: idee creative