Gianfranco Vissani, chef: biografia e curiosità

Chi è Gianfranco Vissani? Scopriamo tutto ciò che riguarda la vita e le curiosità di questo noto personaggio per il suo impiego all'interno del mondo culinario

Gianfranco Vissani è un cuoco molto noto all’interno del mondo della cucina, impegnato anche nelle mansioni di gastronomo, ristoratore e critico gastronomico. Inoltre la sua attività si estende anche alla scrittura di vari libri e la conduzione di diversi programmi televisivi durante la sua carriera. Principalmente la sua produzione scritta si concentrerà su ricettari e libri riguardanti la cucina. Nasce il 22 novembre dell’anno 1951, nel comune di Civitella del Lago, situato nella regione Umbria e all’interno del territorio del comune di Baschi. Il suo percorso di studi superiore è caratterizzato dalla passione per la cucina, infatti frequenterà l’istituto alberghiero nella citta di Spoleto , riuscendo ad ottenere la qualifica di aiuto cuoco nell’anno 1967. Per quanto concerne il biennio di specializzazione, che gli avrebbe permesso di ottenere il diploma e la qualifica di capocuoco, si può dire che non lo ha frequentato per niente. Al posto di fare ciò ha preferito optare per la scelta di lasciare la sua regione di provenienza, ossia l’Umbria, per potersi dedicare al lavoro all’interno di vari alberghi e ristoranti sparsi in tutta Italia e nelle maggiori città turistiche, come Venezia , Genova, Napoli e perfino Firenze. In questo modo ha anche la possibilità di iniziare a conoscere ed approfondire maggiormente la sua conoscenza culinaria e gastronomica italiana.

Una volta terminato il periodo di apprendistato e gavetta in alcuni dei più rinomati ristoranti d’Italia ha avuto modo di poter continuare la sua carriera all’interno del mondo della cucina e della gastronomia italiana prendendosi carico del ristorante tenuto dal padre. Quindi torna in Umbria nel 1974 e inizia l’attività di ristoratore nella città d’origine. Il suo ristorante, casa Vissani, gestito solamente da lui, riesce ad ottenere moltissime recensioni positive da parte della critica culinaria, tanto che nel 1982 il giornale l’Espresso gli assegna un voto di tre cappelli, risultano il migliore ristorante recensito dalla testata giornalistica per quasi venti anni; altro riconoscimento molto importante è quello ottenuto dalla Guida Michelin che li assegna due stelline nel 2007 e quella del Gambero rosso, che nel 2012 gli assegna una votazione di 95 su 100. Ma la sua attività non si limita solamente alla ristorazione, infatti intraprende un percorso che lo porterà a viaggiare moltissimo per il mondo, facendogli visitare città in Europa, Stati Uniti e Giappone, per poter eseguire le sue lezioni di cucina, ma anche eventi esclusivi, dimostrazioni alle testate giornalistiche e gare gastronomiche. Quindi la carriera di Gianfranco Vissani, dal punto di vista culinario è in forte ascesa e le sue attività lo tengono decisamente molto impegnato.

Oltre a tenere lezioni di cucina e fare gare culinarie, ha iniziato a collaborare con il mondo della televisione e della radio dirigendo rubriche dedicate al suo settore di specializzazione. Durante gli anni novanta partecipa infatti a molte trasmissioni della RAI, come ad esempio Unomattina, Domenica In e Linea Verde, che viene diretta dallo stesso Vissani con la collaborazione di Paolo Brosio. Dopo questa esperienza televisiva ha modo di far parte della giuria del programma televisivo la prova del cuoco, ossia un programma dove venivano preparati dei piatti di vario tipo, che venivano giudicati da due giurie. Per lo stesso programma ebbe modo anche di curarne l’anteprima durante la stagione televisiva del 2010 – 2011. Poi nel 2012 passerà all’emittente televisiva La7 per poter condurre un programma intitolato Ti ci porto io, insieme a Michela Rocco. Tale programma televisivo andava in onda solitamente ogni domenica e cercava di far scoprire ai telespettatori i cibi e le prelibatezze culinarie di ogni regione. Il programma durò solamente due stagioni, dopo di che l’emittente televisiva decise di chiuderlo per sostituirlo con un programma intitolato Fuori di gusto.

Dopo la sua esperienza alla guida di un programma, ebbe modo di entrare a far parte del cast di una sorta di celebrity talent nel 2013, sancendo il sui ritorno alla RAI . Il programma televisivo si chiamava Altrimenti ci arrabbiamo e veniva condotto da Milly Carducci. All’interno della trasmissione alcuni personaggi famosi dovevano imparare alcune discipline tra le più disparate con l’aiuto di alcuni insegnanti, per poi esibirsi davanti al pubblico che decideva con il televoto chi vinceva.Da citare anche il fatto che ha partecipato anche ad una puntata della quanta edizione del noto show MasterChef facendo l’ospite e il suo ritorno come giudice nella trasmissione La prova del cuoco, che lo terrà impegnato per circa una stagione televisiva, ossia quella che va dal 2016 al 2017. Degna di nota è anche la sua produzione scritta, composta principalmente da libri dedicati alla cucina; il suo primo scritto viene pubblicato nel 1998 dalla Edizione Rai ERI e si intitola La tradizione reginale nella cucina di Vissani. Inoltre, è da citare anche il fatto che nel 2011 decide di trasferirsi nella città di Gravina, situata nella regione pugliese, in provincia di Bari; in questo luogo gli viene data la possibilità di poter gestire un ristorante che era stato sequestrato alla malavita del posto, il ristorante si chiama Antica masseria dell’alta Murgia.

Gianfranco Vissani, chef: biografia e curiosità