Case sugli alberi per vivere nella natura

Sono una realtà in crescita e sempre più amata. Questi spazi sono dei veri e propri rifugi per scappare dalla quotidianità

Leonora Sartori

Leonora Sartori Esperta di design

Dalla Francia alla Russia per arrivare fino al Giappone, le case sugli alberi sono una realtà in crescita e sempre più amata. Fra boschi e giardini questi spazi sono dei veri e propri rifugi per scappare dal tran tran quotidiano. Luoghi dove dare libero sfogo all’immaginazione e dove entrare il più possibile in contatto con la natura e i sogni.

Treehouse

Nel giardino di casa

Lo studio di architettura Alexey Kozyr firma il progetto di questa casa sull’albero in Russia nella periferia di Mosca. Un piccolo spazio tutto al femminile, voluto da una giovane donna e realizzato nel giardino di casa dei suoi genitori. Creata da sapienti mani di ebanisti è installata su un alto e robusto pino porta i colori dell’albero. Un po’ uovo, un po’ favo di api, nella sagoma riconduce a un nido, ma anche ai tipici cestini di vimini russi.
la cabane de Voiron

Il sogno di ogni bambino

Si trova in Francia, nei pressi di Grenoble, questa casa sull’albero che funge da stanza giochi, ma anche da camera da letto aggiuntiva. Una struttura di 12 m², pensata da una coppia per i loro tre bambini e sospesa su un ampio giardino, opportunamente corredata con tutti gli accorgimenti di sicurezza necessari. Costruita con solido legno di pino la casa sull’albero, che dispone anche di un tetto spiovente, è inoltre stata trattata per resistere a neve, sole, pioggia e vento.
The Tree Bach

Lo spazio per gli amici

Più che una romantica casa sull’albero questo spazio è un vero e proprio rifugio dove andare a bere una birra in compagnia di fidanzata e amici. Siamo in Nuova Zelanda e questa struttura, realizzata dall’ingegnere Jono Williams, riprende le tipiche bach neozelandesi. Posizionata su una collina, in una parte del giardino centrale fra casa del proprietario e quella dei suoi genitori, ha una struttura portante rinforzata ed è ancorata a tre alberi di pino. 10 m² ben solidi all’interno del quale è presente un comodo divano e un sistema di riscaldamento.

 

Brockloch Tree House

Il rifugio di una coppia

In Scozia, 3 sistemi integrati fra loro compongono la dimora di una romantica coppia. Nello spazio più ampio troviamo la camera da letto, una piccola zona living e la cucina. Nel secondo, il bagno con il corridoio di collegamento e nel terzo tutti gli impianti elettrici. Piccole finestrelle sulla superficie delle pareti permettono alla luce di filtrare. Rivestita in legno di abete proveniente da una foresta vicina, ha un sistema di isolamento per tetto e pareti che rende gli ambienti fruibili anche quando le temperature scozzesi si abbassano.

 ツリーハウス

In Giappone gli affari si fanno sull’albero

Sul Lago Kawaguchi nel Giappone orientale una dimora fra gli alberi ha la doppia funzione di sala riunioni e spazio da vivere con la famiglia. Realizzata da Tsuyoshi Yomoya, famoso in Giappone come costruttore di case di questo tipo, non è ancorata e posizionata come le precedenti a un solido fusto, ma ha una struttura autoportante che la sostiene in prossimità di una foresta di faggi. Nessun albero di questo tipo, infatti, poteva sostenerla e così si è pensato di posizionarla su pali. Per comporla legno di cipresso grezzo proveniente dall’Australia ideale per resistere alla particolare umidità del luogo.

Salva

Salva

Leonora Sartori Esperta di design Giornalista e scrittrice, amante dei designer coraggiosi, dello stile jungalow e delle carte geografiche alle pareti. È l’editor in chief italiana del magazine di Houzz dal 2015. Con oltre 40 milioni di utenti al mondo, Houzz è la più grande piattaforma di architettura e design: nato nel 2009 negli Usa è oggi presente in 14 paesi.

Case sugli alberi per vivere nella natura