Camminare in montagna fa bene: tutti i vantaggi

Camminare in montagna è un'attività davvero molto salutare per chi la pratica. Sembra, infatti, che sia addirittura meglio della corsa per bruciare i grassi

Sembra proprio che camminare in montagna faccia bene a tutti. Si tratta, infatti, di un’attività fisica adatta sia a grandi che piccoli e che fa davvero bene alla salute. Camminare in montagna, in immersione completa nella natura e a stretto contatto con essa, allontana sicuramente lo stress che contraddistingue la vita di tutti i giorni. Questo è già un primo beneficio della montagna da non sottovalutare assolutamente. Bisogna, comunque, iniziare in maniera graduale tenendo sempre sotto controllo la respirazione ed utilizzando l’attrezzatura corretta, senza dimenticare di ascoltare il proprio corpo.

Il primo beneficio che sicuramente il nostro organismo trae dal camminare a piedi è quello di dimagrire (qualora si sia in condizioni di sovrappeso) o, comunque, tenere il peso sotto controllo. Sembra, infatti, che si brucino molti di quelli che sono noti come grassi di riserva, proprio quelli che è necessario perdere durante il dimagrimento. Naturalmente si eliminano molte più calorie (circa il 40% in più) quando per camminare in montagna si scelgono percorsi in salita. Sembra poi che camminare sia molto meglio che correre. La corsa, infatti, tende a sciogliere prima i carboidrati e poi i grassi. Anche chi soffre di diabete può trarre giovamento da questa pratica.

Camminare in montagna apporta benefici all’apparato cardiovascolare. Infatti praticare questa attività con una certa continuità può aiutare nella prevenzione di alcune gravi malattie come l’ictus o l’infarto. Inoltre con il tempo ed il giusto allenamento si fa sempre minore fatica e si contribuisce a migliorare la respirazione. Gambe e glutei trovano grande giovamento dal camminare in montagna. Vengono, infatti, tonificati e migliorano il loro aspetto. Se, poi, si usano i bastoni da trekking, anche le braccia possono trarre benefici dalle camminate in montagna.

Le tensioni negative che si sono accumulate lasciano definitivamente il corpo quando si inizia a camminare in montagna. Addio, quindi, anche allo stress. Meno tensioni mentali equivalgono, poi, ad una maggiore rigenerazione per il corpo. Infine, camminare in montagna è un ottimo metodo per sentirsi realmente vivi. Il silenzio della natura può aiutare a migliorare il rapporto con il proprio corpo. Si riescono così ad apprezzare le bellezze mozzafiato e i bellissimi fiori che la natura ci riserva a titolo completamente gratuito.

Camminare in montagna fa bene: tutti i vantaggi