“Sono pentito”: Will Smith si scusa dopo lo schiaffo. E Chris Rock rompe il silenzio

Will Smith ha condiviso un video in cui si scusa pubblicamente per lo schiaffo a Chris Rock alla notte degli Oscar

Sono passati quattro mesi da quel gesto che aveva avuto risonanza mondiale, e per il quale Will Smith è stato (giustamente) condannato: adesso l’attore è pronto a porgere pubblicamente le sue scuse a Chris Rock, dichiarandosi “profondamente pentito” per avergli dato uno schiaffo. E il comico, nelle stesse ore, ha rotto il silenzio sull’accaduto.

Will Smith, il messaggio di scuse

Finora aveva preferito mantenere il massimo riserbo su una vicenda che ha avuto pesanti ripercussioni sulla sua carriera, ma il tempo scorre e Will Smith ha avuto modo di riflettere a fondo su quello schiaffo che, alla notte degli Oscar, ha dato a Chris Rock sotto gli occhi del mondo intero. E proprio da queste riflessioni è nato il suo bisogno di chiedere scusa, di fare ammenda pubblicamente per un gesto di cui è estremamente pentito e che non può in alcun modo trovare giustificazione. Così, l’attore ha condiviso sui suoi canali social un video in cui torna ad affrontare questo scottante argomento.

“Sono profondamente pentito. Il mio comportamento è stato inaccettabile” – ha ammesso Will, ripensando a ciò che ha fatto dopo aver ascoltato quella battuta su sua moglie Jada – “Ho cercato di contattare Chris e per il momento non è pronto a parlarmi. Quando lo sarà, si farà sentire lui. Io sono qui che lo aspetto. Intanto voglio dirti che sono molto dispiaciuto e voglio chiederti scusa. Ma voglio chiedere scusa anche alla mamma di Chris, alla sua famiglia e soprattutto a Tony Rock [il fratello minore del comico, ndr]: con lui avevo un rapporto stupendo, ma quel che ho fatto è irreparabile”.

Will Smith ha voluto anche spiegare perché nel suo discorso alla notte degli Oscar, quando ha accettato la statuetta per il suo magnifico ruolo in Una famiglia vincente, non avesse accennato a quanto accaduto solo pochi minuti prima: “In quel momento ero furioso e molto confuso” – ha rivelato. Solo in seguito, riuscendo a riflettere a mente fredda sul suo gesto, ha capito ciò che aveva fatto. Per questo è stato lui stesso a lasciare l’Academy, ancor prima che ne venisse bandito per 10 anni, come conseguenza per le sue azioni.

Chris Rock rompe il silenzio sullo schiaffo di Will Smith

Solo un paio di giorni prima che arrivassero le pubbliche scuse di Will Smith, anche Chris Rock è tornato sulla vicenda. Lo ha fatto con il suo modo irriverente, racchiudendo la sua delusione in una battuta che aveva un retrogusto amaro. “Non sono una vittima” – ha affermato durante il suo spettacolo al Madison Square Garden di New York – “Chiunque dica che le parole fanno male, non è mai stato preso a pugni in faccia. Ma mi sono scrollato di dosso quella roba e sono andato a lavorare il giorno dopo. Non vado in ospedale per un taglietto”.

Forse le parole di Will Smith apriranno una breccia nel loro ormai gelido rapporto: il suo accorato tentativo di porgere il suo ramoscello d’ulivo potrebbe finalmente mettere fine ad una vicenda che ha scosso Hollywood, e da cui non poteva venirne niente di buono. Il primo passo è stato fatto, ma dopo un gesto del genere non ci si può certo aspettare che la delusione venga cancellata con un colpo di spugna.