Nadia Toffa, la Brigliadori torna a parlare di cancro e di Pechino Express

Mentre l'Italia dice addio a Nadia Toffa, la Brigliadori è tornata a parlare di cancro e di Pechino Express

Eleonora Brigliadori torna a parlare di tumore su Facebook dopo la morte di Nadia Toffa. Una serie di post in cui, fra l’altro, fa riferimento anche a Pechino Express, il programma da cui venne esclusa in seguito agli attacchi contro la conduttrice delle Iene quando aveva già annunciato di avere il cancro.

In questi due anni di calvario, in cui ha intrapreso una battaglia estenuante contro il male, Nadia ha combattuto anche con chi la criticava. Mentre lei raccontava il percorso di cura e la voglia di sorridere, nonostante tutto, su Instagram, alcuni avevano parlato di “spettacolarizzazione”. Parole che, come ha svelato anche la D’Urso, avevano ferito molto la Toffa e per cui si sono scusati in questi giorni.

Fra i momenti più duri per Nadia però c’è stato senza dubbio quello del commento di Eleonora Brigliadori. Ma andiamo con ordine: la Toffa in passato si era scontrata con l’ex attrice mentre realizzava un servizio sul discusso Metodo Hamer.

La pratica, definita dannosa e pericolosa dall’Airc, afferma che ogni patologia si può curare risolvendo il problema che la genera. Eleonora Brigliadori da anni sostiene questo metodo, contestando invece la validità di chemioterapia, operazioni e radioterapia.

Lei e Nadia si erano scontrate duramente di fronte alle telecamere e, quando la Toffa aveva annunciato in diretta di avere il cancro, la Brigliadori aveva pubblicato su Facebook un commento agghiacciante. “Chi è causa del suo mal pianga se stesso – aveva scritto – il destino mostra le false teorie nella vita e dove la salute scompare la falsità avanza”.

Le parole della showgirl, che oggi si fa chiamare Aaron Noel, avevano fatto indignare il web e la Rai aveva deciso di escluderla da Pechino Express, programma a cui doveva partecipare insieme al figlio Gabriele Gilbo. In questi giorni in cui l’Italia piange la morte di Nadia Toffa, guerriera contro il cancro e donna meravigliosa, la Brigliadori è tornata a parlare di tumore.

In un commento in risposta ad un fan si legge: “La cura per il cancro esiste, ma non si può replicare bisogna conoscere i principi, questo io insegno ognuno deve prima insegnarlo a se stesso”.

E ancora: “Ma quando le persone vengono date solo per ingannare con la convinzione di scoprire il marcio e vedono che tu sei trasparente sotto il sole allora davvero impazziscono. È così che è nato questo corto circuito – continua Eleonora -, perché non hanno trovato nulla di quello che credevano di trovare e hanno dovuto inventarselo di sana pianta e quando uno opera nella menzogna, la menzogna è una forza distruttiva che crea uno sconquasso nei mondi spirituali e distrugge colui che la porta”.

In un altro post emergono invece nuove convinzioni riguardo Pechino Express e uno strano legame con i vaccini. “Per partecipare a Pechino Express nel 2018 a me e a mio figlio hanno chiesto di fare 12 vaccini – svela la Brigliadori su Facebook – io avevo già firmato il contratto gli avevo portato i documenti delle vaccinazioni forse era solo questo che volevano da me avvelenare il mio sangue?”.

Nadia Toffa, la Brigliadori torna a parlare di cancro e di Pechino&nbs...