Chi era Fiammetta La Guidara, la giornalista simbolo della F1

Classe 1970, Fiammetta La Guidara era una giornalista sportiva molto apprezzata

Apprezzata giornalista  di motori, con una bellissima e ricca carriera alle spalle, Fiammetta La Guidara è mancata improvvisamente a 50 anni. Romana, classe 1970, era nata il 25 settembre.

Professionista molto stimata, nel corso della carriera ha raccontato il mondo dei motori dal Motomondiale alla Formula 1. Lo ha fatto collaborando con le riviste Autosprint, InMoto e Moto Sprint, ma non solo perché ha lavorato anche in televisione come telecronista e ha ricoperto il ruolo di addetta stampa per la Federazione Motociclista Italiana.

La notizia della sua morte improvvisa ha lasciato senza parole in una giornata durante la quale il mondo sportivo ha dovuto dire addio anche a Fausto Gresini, pilota motociclistico e campione del mondo scomparso il 23 febbraio.

Giornalista professionista, Fiammetta La Guidara sin da giovane ha vissuto in questo ambiente, basti pensare che il padre è lo scrittore e giornalista Franco La Guidara. Giornalismo e motori sono due grandi passioni che l’hanno portata sin da giovane a collaborare  con diverse realtà editoriali come Motosprint e il mensile della Federazione Motociclistica Motitalia, solo per citare due delle riviste con cui ha lavorato nel corso della sua lunga carriera. Sul fronte due ruote, invece, a soli 16 anni ha preso il patentino A per poter guidare le moto con cilindrata 125.

Nel lungo curriculum anche la telecronaca, di fatto Fiammetta La Guidara è stata la prima voce femminile a raccontare un campionato motociclistico in Italia e lo ha fatto su Nuvolari canale di Sky dove ha esordito nel 2003. E poi la realizzazione di una serie di documentari nelle case motociclistiche  dal titolo Segreti di fabbrica.  La carriera più recente l’ha portata, tra i tanti progetti, a seguire il campionato italiano CSAI Karting e il Campionato Italiano di Velocità di Motociclismo nelle classi Superbike, Supersport 600 e 125.

Legata a Tarcisio Bernasconi, direttore sportivo della squadra corse Cupra Racing: la coppia era convolata a nozze il 29 maggio del 2019 a Varese alle Ville Ponti. Tantissimi i messaggi di cordoglio dal mondo del giornalismo e da quello sportivo per una giornalista che con la sua professionalità e il talento è stata in grado di lasciare il segno. Pare che il decesso, come riportato dal Corriere della Sera,  sia avvenuto per complicazioni legate a una gravidanza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi era Fiammetta La Guidara, la giornalista simbolo della F1