Massimo Ranieri padre a quasi 71 anni: il suo desiderio più grande

Massimo Ranieri è pronto a diventare padre per la seconda volta: un sogno che lo accompagna da un po' di tempo

Prima il ritorno a Sanremo a 25 anni dall’ultimo, poi il desiderio di un altro figlio. Alla soglia dei 71 anni – che compirà il prossimo 3 maggio – Massimo Ranieri è pronto a diventare padre per la seconda volta. Quella del genitore, in fondo, è una dimensione che non ha mai vissuto appieno. Il noto artista infatti ha un’altra figlia, Cristiana Calone, nata da una relazione non ufficiale, ma ai tempi decise di non riconoscerla. “Quando è nata non ho colto quel dono che la vita mi stava offrendo”, ha dichiarato lui. Quel dono prezioso invece oggi l’artista è pronto a riceverlo, e farà di tutto per esaudire il suo più grande desiderio.

Massimo Ranieri, il desiderio di diventare padre

Il cantante napoletano, in un’intervista al Messaggero, ha raccontato il desiderio di diventare padre per la seconda volta. Ranieri, che presto vedremo sul palco dell’Ariston con la canzone Lettera al di là del mare, sente infatti la mancanza di quel tassello importante, non vissuto completamente con la prima figlia. L’artista partenopeo vorrebbe infatti godersi fino in fondo le sfaccettature della paternità. “Per fortuna l’uomo anche a una certa età può procreare e io, lo dico con grande sincerità, spero tanto di riuscirci“.

Ranieri ha raccontato poi che quello di avere un figlio è un desiderio che accarezza da tempo, e con ironia ha anche ammesso di essere abituato – considerando la vita d’artista che conduce – alle notti insonni che gli toccherebbero. Dunque occuparsi di un bambino non sarebbe affatto un peso. “A breve. Non dico domani, ma è quello che voglio assolutamente fare. Questo sogno da un po’ di tempo mi è entrato dentro. Credo che potrei essere un padre ideale. Ho anche il fuso orario dell’artista: non sono mattiniero, ma prima delle tre di notte non mi addormento…”.

Infine, l’amato showman ha chiarito che non considera affatto l’età avanzata un ostacolo al suo desiderio, ma è convinto che oggi le cose siano cambiate e a 70 anni si possa considerarsi ancora “abbastanza giovani”.

“Non sono spaventato dalla mia età. Ci sono quelli che dicono: “Oddio, non va bene. Fai un figlio a 70 anni poi quando ne avrà 10 gli farai da nonno”. Ma che importa, rispondo, gli faccio da padre adesso, poi fra 10 anni si vedrà. Penserà di avere un papà vecchio, ma l’avrà già capito. E chissenefrega. Anch’io quando avevo 16 anni e mio padre ne aveva 50, pensavo fosse vecchio”.

Massimo Ranieri, il ritorno al Festival di Sanremo dopo 25 anni

Massimo Ranieri oltre alla paternità ha al momento un altro obiettivo da centrare. Il noto artista infatti ritorna in gara al Festival di Sanremo, a 25 anni dall’ultima volta, con Lettera al di là del mare.

“Torno a Sanremo con una canzone bellissima, una grande canzone italiana che, al primo ascolto, ha avuto su di me lo stesso impatto emotivo di Perdere l’amore“. Così ha raccontato ai giornalisti la sua partecipazione al Festival, aggiungendo: “Vado in gara perché da ospite non si prova la stessa adrenalina”.

Il suo ritorno è senza dubbio un diamante che si incastona nel cast della kermesse. Lettera al di là del mare difatti è un brano d’altri tempi, una ballata raffinata che tratta una tematica delicata e attuale, l’immigrazione. Si tratta, insomma, di un brano tutto da ascoltare, che ha già conquistato gli elogi della critica di settore, e che di certo farà innamorare anche il pubblico.

D’altro canto al Festival Massimo è di casa da tempo. Dopo svariate partecipazione, due anni fa sul palco dell’Ariston fu proprio l’ospite d’onore, chiamato a duettare con il “figlio artistico”, Tiziano Ferro, nella sua celebre Perdere l’amore, canzone regina di Sanremo nel 1988. Per l’occasione il cantautore napoletano aveva anche presentato l’inedito Mia ragione, brano con cui pensava di partecipare addirittura in gara.

Intanto quest’anno in Riviera troverà una sua vecchia conoscenza, Gianni Morandi, eterno rivale – specie a Canzonissima – ma anche amico di lunga data. “Non sapevo che ci fosse in gara anche Morandi! L’ho appreso dai media quando è stato rivelato l’elenco degli artisti”, ha raccontato Ranieri alla stampa.

Dopo l’annuncio del cast i due si sono sentiti, stuzzicandosi bonariamente a vicenda: “Ci andiamo a divertire, ormai ad una certa età, cosa vuoi fare…”. Di sicuro con due artisti così, a Sanremo ne sentiremo delle belle.